Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso:

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto al 2015), grazie agli oltre 8 milioni di utenti unici mensili che utilizzano la piattaforma Subito: l’equivalente di tutto il traffico di Roma per 18 mesi o di quello di Milano per 42 mesi, o ancora 6,4 milioni di voli andata/ritorno Milano-New York.

Secondo il nuovo rapporto, presentato ieri a Milano, fare Second Hand Economy – un’economia che nel nostro Paese vale 19 miliardi di euro (1,1% PIL) – oltre a concludere buoni affari, vuol dire compiere un gesto di responsabilità ecologica. Ogni volta che viene acquistato o venduto un oggetto usato, infatti, si evita potenzialmente di produrne uno nuovo e quindi di immettere altra CO2 nell’atmosfera. Questa azione prende il nome di Second Hand Effect.

La categoria merceologica di Subito che ha permesso il maggior risparmio di anidride carbonica è Motori, categoria che nel 2016 ha interessato il 30% degli annunci pubblicato sulla piattaforma per un equivalente di 4,9 milioni di tonnellate di CO2 risparmiate (+86% rispetto al 2015). Seguono le categorie Per la casa e la persona (842.629, +46% rispetto al 2015), Elettronica (368.585, +45% rispetto al 2015) e Sport e Hobby (59.972, +47% rispetto al 2015).

“Sempre più persone sono oggi consapevoli dei cambiamenti climatici e il rispetto per l’ambiente è un incentivo ad usare Subito. La Second Hand Economy e l’effetto che ha sull’ambiente, il “Second Hand Effect”, stanno diventando un vero e proprio stile di vita, contribuendo in maniera rilevante a salvaguardare il pianeta per le generazioni future”, commenta Melany Libraro, CEO di Subito. “Sia che i nostri utenti siano spinti da ragioni sociali, dal risparmio economico o ancora dalla passione per il vintage, il risultato è ciò che conta: il riutilizzo contribuisce a ridurre l’impatto ambientale dell’anidride carbonica”.

A livello internazionale Schibsted Media Group ha calcolato il risparmio potenziale di emissioni di anidride carbonica derivanti dalla compravendita di beni usati acquistati e venduti, oltre che su Subito, anche su altre 7 piattaforme nei diversi Paesi in cui il gruppo è presente (Leboncoin in Francia, Blocket in Svezia, Finn in Norvegia, Vibbo in Spagna, Tori in Finlandia, Jófogás in Ungheria e Avito in Marocco), per un totale di 16,3 milioni di tonnellate di CO2, ovvero l’equivalente di sei anni a Parigi senza traffico, 1.440 voli intorno al mondo a bordo dell’aereo più grande, le emissioni di 1.8 milioni di Europei o la produzione di 66 milioni di divani.

Subito ha calcolato anche in quali regioni e province siano state risparmiate più tonnellate di anidride carbonica, partendo da dove sia stato venduto il maggior numero degli oltre 18 milioni di oggetti usati scambiati nel 2016 in tutta Italia.

Delle 20 regioni italiane, la più virtuosa si è rivelata essere la Lombardia: questa regione ha contribuito con il 16% del totale di CO2 risparmiata in tutta Italia. Anche la Campania si è posizionata ai vertici della classifica nazionale, un secondo posto raggiunto con un minimo scarto (15,1%) in particolare, grazie alla compravendita di veicoli. Segue il Lazio, più distante al terzo posto (10,3%), mentre a chiudere la top 5 della classifica nazionale troviamo il Veneto e il Piemonte, due regioni che hanno risparmiato rispettivamente il 9,2% e il 7,5% di anidride carbonica.  Insieme le prime cinque regioni hanno permesso un risparmio del 58,2% (41,5% solo le prime tre) dei 6,1 milioni di tonnellate di anidride carbonica.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende