Home » Comunicati Stampa » Siemens presenta i sistemi di trasporto pubblico alla Fiera Internazionale UITP 2011:

Siemens presenta i sistemi di trasporto pubblico alla Fiera Internazionale UITP 2011

aprile 12, 2011 Comunicati Stampa

La crescente urbanizzazione e il conseguente aumento del volume del traffico nelle città, da una parte, e il bisogno crescente di proteggere l’ambiente, dall’altra, farà crescere sempre più la domanda di nuove soluzioni di mobilità eco-friendly negli anni a venire. Uno studio della società di consulenza Booz Allen Hamilton ha scoperto che le più grandi città del mondo investiranno più di 5 mila miliardi di euro in infrastrutture (strade e reti ferroviarie) entro il 2035. L’UNIFE, l’Associazione dell’Industria Ferroviaria Europea, prevede che il mercato mondiale dei veicoli metropolitani, con un volume d’affari stimato ad oggi a circa 5 miliardi di euro, crescerà del 4% all’anno fino al 2016. Un boom nella crescita è previsto anche nella regione del Golfo. Per il mercato accessibile in Africa e Medio-Oriente si attende una crescita annuale di circa il 4,5% entro il 2016. Siemens è in grado di offrire un pacchetto integrato di soluzioni per il trasporto pubblico. Questo pacchetto include: progetti ferroviari chiavi in mano, sistemi di controllo delle operazioni, del traffico e della rete ferroviaria e stradale, forniture di energia di trazione, materiale rotabile per il trasporto pubblico e servizi per la linea principale e regionale. Il suo portfolio copre anche la logistica aeroportuale e l’automazione postale.

Il focus centrale della presentazione di Siemens alla Fiera di Dubai sarà Inspiro, il nuovo treno metropolitano per il trasporto pubblico, che verrà esposto alla fiera. In fase di sviluppo, la priorità massima è stata dedicata alla compatibilità ambientale del treno. La struttura leggera del treno, in alluminio, il nuovo controllo demand-responsive del sistema HVAC e i carrelli dal peso ottimizzato contribuiscono a ridurre il consumo di energia. L’uso opzionale dei sistemi di assistenza al conducente e la possibilità di adottare un sistema di guida automatica assicurano ulteriore efficienza energetica.

La nuova concezione di treno modulare indipendente rende possibili configurazioni da tre a otto vetture con diversi livelli di motorizzazione. La larghezza massimizzata delle porte e i sistemi di rilevamento del carico permettono ai passeggeri a bordo di scendere più velocemente, così da ridurre i tempi di attesa in stazione. In aggiunta, la nuova struttura interna assicura maggiore spazio per i passeggeri, con una più ampia area nel passaggio tra i vagoni. Il design moderno e futuristico di Inspiro è stato progettato dall’agenzia BMW Designworks.

I veicoli rispettano gli standard europei relativi alla protezione antincendio e antiurto secondo le norme CEN/TS 45545 e prEN 15227 e possono essere riciclati fino al 95%. Ulteriori vantaggi derivano dall’utilizzo sistematico di componenti standard e collaudati da tempo, con un basso tasso di guasto e, da ultimo ma non meno importante, dai più bassi costi di manutenzione e riparazione dell’intero treno.

La Divisione Mobility di Siemens si è aggiudicata il primo ordine di vendita per la nuova generazione Inspiro in Polonia. La metropolitana di Varsavia ha ordinato un totale di 35 treni (a sei carrozze) nel febbraio 2011 per i suoi 23 chilometri di rete metropolitana. L’ordine comprende la consegna, la messa in servizio, il collaudo e la certificazione dei veicoli. La consegna è prevista per l’autunno del 2012.

In esposizione all’UITP 2011 ci sarà anche Avenio Configurator, la nuova linea tranviaria progettata dalla Divisione Mobility di Siemens. Il Configurator rende possibile l’assemblamento delle carrozze dei treni (da due a otto) con una lunghezza complessiva compresa tra i 18 e i 72 metri così da poter incontrare le esigenze di capacità per ogni applicazione. Il tour virtuale su video mostra il design interno personalizzato e il numero dei posti a sedere. Avenio si basa su ulteriori sviluppi dei tram Combino che sono in funzione a Budapest, in Ungaria e a Lisbona/Almada, in Portogallo. Il corpo della vettura è costituito da una nuova e leggera lega d’acciaio ed è composto di un numero minore di parti rispetto ai modelli precedenti. Questo riduce non solo il peso ma anche i costi di costruzione di ogni vettura. Il design del veicolo e del carrello riduce le forze esercitate sia in curva sia in rettilineo così da migliorare il confort del passeggero e da diminuire l’usura della ruota e della rete ferroviaria. La struttura interna è stata migliorata così da offrire più posti a sedere. Avenio, proprio perché un treno di concezione indipendente, non solo è il più lungo e spazioso tram interamente a pianale ribassato  ma è anche il più silenzioso. Nel caso del Combino per Budapest, le emissioni di rumore sono state ridotte fino a 65 db rendendolo così il 15% più silenzioso dei precedenti veicoli operativi su quella linea.


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende