Home » Comunicati Stampa »Progetti » Stufe sostenibili ed ecovillaggi: Emirates premia tre progetti con “A Greener Tomorrow”:

Stufe sostenibili ed ecovillaggi: Emirates premia tre progetti con “A Greener Tomorrow”

giugno 23, 2014 Comunicati Stampa, Progetti

Emirates, “connettore globale” di persone e luoghi, ha annunciato i destinatari della sua iniziativa “A Greener Tomorrow“, che prevede un finanziamento per le organizzazioni no-profit ambientali nei paesi in via di sviluppo. A livello globale per l’iniziativa sono state nominate da parte dei passeggeri, dai social media di Emirates, dalle università, dalle organizzazioni ambientali e di conservazione e dal pubblico in generale più di 400 organizzazioni. Le candidature provengono da tutti i paesi del network Emirates e non solo e comprendono iniziative ambientali riguardanti gli animali, la conservazione della terra e degli alberi, i biogas, la ricerca ambientale ed il trasporto ecosostenibile. I progetti che hanno avuto successo affrontano una variegata gamma di temi che vanno dalla cucina a basso consumo nel Malawi, agli eco-villaggi con pratiche agricole sostenibili in Pakistan, fino  alla conversione delle caratteristiche “jeepneys” di Manila nelle versioni a batteria che riducono le emissioni in città.

Il primo progetto beneficiario del finanziamento A Greener Tomorrow è Ripple Africa – Changu Changu Moto, progetto di fornelli a basso consumo. Malawi Ripple Africa si concentra su ambiente, istruzione e assistenza sanitaria nel distretto Nkhata Bay di Malawi. La stufa Changu Changu Moto (Fuoco Veloce) è un’alternativa positiva ai tradizionali fuochi all’aria aperta a tre pietre. È semplice e a basso costo, con una struttura low tech sostenibile costruita interamente con materiali locali. Questa stufa riduce la deforestazione della zona, oltre a ridurre notevolmente l’inalazione diretta di fumo. Altro progetto finanziato è Heritage Foundation, Moak Sharif Eco-Village, Pakistan: Heritage Foundation è impegnata in una vasta gamma di attività, dalla costruzione di eco-villaggi, con pratiche agricole sostenibili, alla costruzione di fornelli senza fumo fino ad educare donne e bambini a queste pratiche sostenibili. Il finanziamento vinto sarà utilizzato per sostenere i progetti di queste tre queste aree nel Villaggio Hashim Macchi, che si trova nella periferia di Tando Allahyar, in Pakistan. Infine, il progetto dell’Institute for Climate and Sustainable Cities (ICSC), E-jeepneys, Filippine: l’ICSC lavora su soluzioni energetiche sostenibili e su una politica climatica equa. Il programma di conversione E-jeepneys trasforma i tradizionali motori jeepney – i mezzi di trasporto pubblico più popolari delle Filippine, in motori alimentati a batteria. Questo riduce sensibilmente l’inquinamento atmosferico locale e le emissioni di carbonio. I Multicabs Tacloban, i cui motori sono stati danneggiati dal tifone Haiyan, saranno equipaggiati con motori elettrici, rendendo i veicoli ancora una volta utili al trasporto pubblico.

Emirates ha un approccio pratico con l’ambiente – dal riciclaggio di tonnellate di porcellane obsolete degli aerei, all’applicazione di nuove pratiche di gestione del traffico aereo che riducono il consumo di carburante e le emissioni di anidride carbonica. Essendo responsabile della creazione di 225km2 del Dubai Desert Conservation Reserve, e come pioniere nel settore dell’eco-turismo con il Wolgan Valley Resort in Australia, un Wildlife Conservancy  di 1.680 ettari adiacente al Blue Mountains National Park, (Patrimonio dell’Umanità) Emirates ha da tempo effettuato un investimento di valore nell’ambiente. L’iniziativa A Greener Tomorrow, che è finanziata dai ricavi provenienti da una serie di programmi di riciclaggio del Gruppo Emirates, è l’ultimo passo di Emirates a sostegno di iniziative ambientali. “Siamo ben consapevoli delle sfide quotidiane affrontate da molte comunità di tutto il mondo. “A Greener Tomorrow” si propone di aiutare alcune di queste comunità nei luoghi che serviamo, per migliorare le loro condizioni ambientali e i loro mezzi di sostentamento. I tre progetti che stiamo sostenendo incarnano perfettamente le caratteristiche che fanno da eco alla nostra politica ambientale”, ha detto Will Löfberg, vice president, international government and environment affairs di Emirates. “Sono innovativi nel loro approccio alla sostenibilità e alla tecnologia green e sono dedicati a garantire che le loro comunità possano beneficiare di maggiori opportunità e di un ambiente pulito”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

agosto 21, 2018

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

Il film documentario di Patagonia, “Blue Heart” – disponibile a partire da oggi, 21 agosto 2018, in tutto il mondo, su piattaforme di streaming come iTunes, Amazon Video, Google Play e Sony PlayStation – racconta della lotta per proteggere gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa e concentra l’attenzione internazionale sul potenziale disastro ambientale che potrebbe colpire l’Europa [...]

ARCA: nelle Marche rinasce un progetto visionario, tra biologico e agricoltura conservativa

agosto 20, 2018

ARCA: nelle Marche rinasce un progetto visionario, tra biologico e agricoltura conservativa

Cresce il numero di imprenditori agricoli che vogliono aderire al progetto promosso dalle aziende Garbini, Loccioni e Fileni con l’obiettivo di preservare la fertilità e la bellezza delle valli marchigiane recuperando antichi saperi, da unire a nuove tecnologie, per creare filiere sostenibili e un’economia circolare a vantaggio delle aziende, delle comunità locali e dei consumatori. La [...]

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende