Home » Comunicati Stampa »Progetti » “Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle:

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018 Comunicati Stampa, Progetti

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra grazie all’utilizzo della repeat photography. La nuova fase del progetto è stata presentata oggi presso l’Environment Park di Torino,

Sulle Tracce dei Ghiacciai”è stato ideato e sviluppato da Ventura in collaborazione con uno staff tecnico e creativo specializzato e un apposito Comitato Scientifico internazionale. Il progetto, coniugando comparazione fotografica e ricerca scientifica, ha lo scopo di comunicare ad un vasto pubblico e “far vedere a occhio nudo” gli effetti dei cambiamenti climatici globali attraverso l’esperienza visiva dell’arretramento dei ghiacciai più importanti della Terra. Coniugando in modo originale e innovativo ricerca scientifica, fotografia comparativa e divulgazione.

Grazie all’organizzazione di spedizioni dirette alle più importanti catene montuose del Pianeta, vengono effettuate misurazioni glaciologiche e realizzate nuove immagini fotografiche ad altissima risoluzione che riproducono fedelmente (stessa inquadratura e periodo dell’anno) quelle effettuate dai fotografi/esploratori di fine ‘800 e inizio ‘900.

Le prime quattro spedizioni del progetto – svoltesi nel 2009 in Karakorum, nel 2011 in Caucaso, nel 2013 in Alaska e nel 2016 nelle Ande – hanno visto il raggiungimento di tutti gli obiettivi prefissati, sia in termini di dati raccolti e fotografie comparative realizzate, sia in termini di divulgazione dei valori che il progetto propone. I numeri dei risultati sono già importanti: 4 spedizioni sul campo, 60 confronti fotografici, 5 programmi di ricerca, 8 università e istituti di ricerca coinvolti, 22 ghiacciai analizzati, 3 documentari televisivi distribuiti a livello mondiale, 7 esposizioni della mostra multimediale itinerante, 2 video installazioni interattive, 52 conferenze, convegni e proiezioni pubbliche.

Il quadro che emerge è che, purtroppo, le variazioni climatiche e ambientali stanno portando al rapido collasso delle masse glaciali con effetti non ancora del tutto prevedibili. Il progetto permetterà, quindi, unendo l’aspetto documentaristico a quello scientifico, di ottenere informazioni uniche sulla dinamica glaciale recente e sullo stato di salute dei ghiacciai in alcune aree campione come il Karakorum, il Caucaso, l’Alaska, le Ande, l’Himalaya e le Alpi. Con gli stessi obiettivi e la medesima metodologia operativa, sono ora pianificate e  in corso di organizzazione le prossime spedizioni: Himalaya nel 2018 e Alpi nel 2020.

“Sulle Tracce dei Ghiacciai” è finanziato grazie alla collaborazione con strutture pubbliche e private che condividono i valori fondamentali del progetto e attraverso campagne di fundraising e crowdfunding.

Durante ciascuna spedizione la casa di produzione SD Cinematografica ha realizzato un documentario della serie “Sulle Tracce dei Ghiacciai”. I primi due documentari sono stati mandati in onda da numerose emittenti televisive fra cui ZDF, ARTE, RTSI, RAI, NHK.

Al momento è in fase di post produzione il quarto documentario prodotto durante l’ultima spedizione. La mostra multimediale itinerante del progetto è composta da oltre 100 confronti fotografici di grande formato, da due video installazioni interattive su schermo 4×3 m e da un repertorio di abbigliamento e attrezzature fotografiche e video storiche e moderne a confronto. Tutto materiale esposto in numerosi musei e istituzioni di rilievo internazionale, fra cui il Messner Mountain Museum Firmian.

I contenuti del progetto sono inoltre utilizzati per la realizzazione di programmi didattici destinati alle scuole e per l’organizzazione di conferenze pubbliche; entrambe le attività sono finalizzate a sensibilizzare gli studenti e l’opinione pubblica sull’importanza dello sviluppo sostenibile e delle tematiche ambientali.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende