Home » Comunicati Stampa »Eventi »Smart City » Torino: pubblico e privato insieme allo Smart City Exhibition:

Torino: pubblico e privato insieme allo Smart City Exhibition

ottobre 22, 2012 Comunicati Stampa, Eventi, Smart City

Fare squadra” è la ricetta – molto poco italiana, in verità – che spesso viene invocata come metodo per uscire più agevolmente dalla crisi. Come dire: da soli si muore, insieme si vince. Facile nella formula, ma talvolta difficile da realizzare. A provarci concretamente, in vista dello Smart City Exhibition di Bologna (dal 29 al 31 ottobre) è la Fondazione Torino Smart City che, per onorare l’impegno di far diventare il capoluogo sabaudo una “città europea intelligente“, schiererà in fiera due eccellenze “istituzionali” del territorio, come CSI, il Consorzio per il Sistema Informativo del Piemonte e Torino Wireless, l’organo destinato alla promozione e al consolidamento del Distretto Tecnologico ICT regionale, a fianco di due colossi del settore, come SAS - la maggiore società internazionale di software e servizi di business analyitics - e SEAT Pagine Gialle.

L’evento sarà un’occasione di profilo internazionale che richiamerà le esperienze più avanzate nel campo delle smart cities, offrendo alle pubbliche amministrazioni e alle imprese l’opportunità di conoscersi e di confrontarsi con i progetti di maggior successo nel campo dell’efficienza e del risparmio energetico, della mobilità urbana, dell’innovazione ICT nei servizi per il cittadino e per le imprese.

Torino contribuirà dunque con il proprio progetto Smart City e una visione di come pubblico e privato possano collaborare, a partire, banalmente, da un progetto espositivo e di comunicazione comune. Nei tre giorni della fiera, all’interno dello spazio della Fondazione, saranno presentate alcune delle più importanti soluzioni nate da questa sinergia, che rappresentano buone pratiche virtuose, da condividere e mettere a disposizione della comunità smart city, italiana ed europea.

Il programma dei workshop si aprirà con la presentazione, lunedì 29, del “Cruscotto”  Smart City, uno strumento di analisi e interpretazione dei dati territoriali, realizzato da CSI Piemonte su tecnologia SAS, per fornire ai decisori uno strumento di monitoraggio dello stato di implementazione della smart city e valutarne gli impatti.  ”Il cruscotto urbano – spiega Stefano De Capitani, Direttore Generale del CSI Piemonte - permette dunque di analizzare e interpretare i dati territoriali a supporto delle azioni di governo e pianificazione strategica delle città. Lo strumento è integrato con la piattaforma torinosmartcity.it, realizzata dal CSI, che consente alla Città di coinvolgere cittadini e imprese, con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza di cosa significa vivere in una città smart“.

SAS ha fornito, a questo scopo, la tecnologia per integrare il patrimonio informativo della Città in un framework decisionale unificato. In particolare gli High Performance Analytics permettono di avere funzioni predittive e simulative avanzate, per indirizzare al meglio le azioni della PA.“Gli High Performance Analytics permettono di visualizzare dati che provengono da fonti eterogenee, anche esogene – aggiunge Marco Icardi, Amministratore Delegato di SAS in Italia. Gli utilizzatori del cruscotto possono così monitorare con estrema accuratezza i risultati dei progetti e delle iniziative messe in atto, effettuare simulazioni per identificare le azioni più efficaci e correggere gli eventuali scostamenti rispetto agli obiettivi attesi”.

Il programma Matching Board, sviluppato da Torino Wireless, è invece un piano per il coinvolgimento delle imprese del territorio nei progetti Smart Cities, attraverso la valorizzazione delle competenze e delle capacità di risposta del tessuto economico e produttivo torinese e piemontese.  ”Il Matching Board di Torino Wireless – spiega Laura Morgagni, Direttore di Torino Wireless – prevede una prima fase di mappatura delle imprese piemontesi in base agli ambiti di attività in cui intendono impegnarsi per il progetto: riduzioni delle emissioni CO2, energia e fonti rinnovabili, edilizia, trasporti, acqua, rifiuti, qualità dell’aria, politiche ambientali, servizi della Pubblica Amministrazione, innovazione sociale. La mappatura consentirà tanto di validare e proporre alla Fondazione Smart City le idee generate dalle imprese, quanto di individuare le competenze utili a rispondere alle esigenze della Fondazione”. “Nella seconda fase – prosegue Morgagni – saranno organizzati tavoli di lavoro congiunto tra le aziende che presenteranno proposte simili e le idee a maggiore contenuto di innovazione saranno supportate con un’attività di ricerca di finanziamenti. Sarà anche possibile individuare schemi di collaborazione tra le imprese per dar vita a nuove filiere o aggregare nuove aziende alle filiere esistenti, favorendo la cooperazione sia in attività di ricerca e sviluppo, sia in ambiti più prossimi al mercato, come è proprio del DNA di Torino Wireless, da anni impegnata per supportare la crescita delle imprese ICT piemontesi.”

Il progetto AGIRE, avviato da SEAT Pagine Gialle, in collaborazione con Comune di Torino e CSI Piemonte, prevede invece la creazione di supporti digitali all’interno del portale Torino Smart City, per contribuire alla promozione degli operatori della città e dell’area metropolitana attivi in tema di risparmio energetico, attraverso un motore di ricerca dedicato e un check-up energetico in grado di guidare l’utente verso le attività da intraprendere. “Con questa iniziativa Seat PG conferma il suo impegno nell’offrire tecnologie e servizi innovativi per soddisfare le esigenze di tutti i cittadini che hanno bisogno di trovare facilmente e velocemente informazioni e delle Pubbliche Amministrazioni, che hanno la necessità di  far conoscere alla cittadinanza i propri servizi”, sottolinea Luigi Langella, Direttore Grandi Clienti e Top di Seat PG Italia.  “A partire da Torino, il progetto AGIRE offre ai cittadini un servizio utile ed efficiente e contribuisce a diffondere una cultura di ecosostenibilità e di valorizzazione del proprio territorio, premiando le aziende virtuose quali esempi di eccellenza per i loro settori.”

E poi, ancora, Advanced Analytics, ovvero le soluzioni più innovative nel campo della gestione e analisi dei dati adottate da SAS, poste al servizio della progettazione, del monitoraggio e della valutazione delle strategie di Torino Smart City. E infine Smart City News, il progetto di comunicazione e informazione - già adottato dalla Fondazione Torino Smart City e replicabile in altre città - che il nostro web magazine, presenterà martedì 30 ottobre alle ore 12.00 nello stand della F0ndazione. “Smart City News, inaugurato come format di racconto giornalistico del 1° Smart City Festival “Le Città Visibili” della Città di Torino, a maggio scorso, diventerà, dal 1 gennaio 2013, un vero e proprio portale dedicato alle smart cities italiane, per legare l’informazione sulla green economy agli altri aspetti di innovazione, tecnologica e sociale (oltre che ambientale), che caratterizzano il concetto di smart city”, ha dichiarato Andrea Gandiglio, direttore editoriale di Greenews.info, che in fiera presenterà anche la nuova edizione dell’Agenda Greenews 2013, dedicata quest’anno al tema “Natura e tecnologia per la smart city“.

L’appuntamento di Smart City Exhibition vedrà quindi Torino nuovamente “capitale”, attraverso una strategia di squadra che la città sta mettendo in campo per vincere la sfida europea delle città intelligenti, secondo un approccio nuovo, antitetico ai vecchi e miopi localismi: quello della condivisione di strumenti e soluzioni da porre a disposizione delle altre città italiane. “La nostra presenza a SCE – sottolinea l’Assessore all’Innovazione e Sostenibilità Ambientale Enzo Lavolta, Presidente della Fondazione Torino Smart City – è per noi un’occasione di lavoro concreto per far conoscere ed utilizzare gli strumenti che abbiamo messo in campo in questi mesi e che sorreggono la nostra strategia per la città intelligente. Lo spazio espositivo che animeremo con presentazioni, workshop, incontri, non vuole quindi rappresentare una presenza istituzionale, ma, con i nostri partner per l’innovazione, un vero laboratorio di dimostrazione dell’utilizzo dei nostri strumenti, con l’obiettivo di renderli fruibili e disponibili ai protagonisti di Smart City Exhibition.”

Per esprimere, in forma concreta, questo modus operandi lo stand della Fondazione Torino Smart City sarà costituito da cinque desk informativi supportati da Greenews.info e una lounge per gli incontri dove si svolgeranno i workshop di presentazione, accompagnati dalla degustazione di prodotti da agricoltura biologica offerti dall’Associazione Greencommerce. Lo spazio espositivo sarà inoltre paperless; il programma e tutti i materiali informativi e di documentazione saranno disponibili e scaricabili online, da lunedì 29 ottobre, sul sito www.torinosmartcity.it.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende