Home » Comunicati Stampa »Eventi » Tornano Workshop IMAGE e Flor: la salute nel verde:

Tornano Workshop IMAGE e Flor: la salute nel verde

maggio 19, 2014 Comunicati Stampa, Eventi

Un accostamento nel segno del “verde” e dei benefici ambientali e salutistici della green economy. Workshop IMAGE e Flor, dopo due anni, tornano ad essere partner, grazie alla complementarietà tra un evento di informazione e divulgazione della sostenibilità ambientale (I.MA.G.E. – Incontri sul Management della Green Economy, 22-23 maggio), e un grande evento di piazza (Flor14, 23-25 maggio), che colorerà, con fiori e piante rare, l’intero tratto pedonale di via Carlo Alberto a Torino.

La quarta edizione del Workshop Nazionale IMAGE (Centro Congressi Torino Incontra, via Nino Costa) sarà dedicata, quest’anno, all’attualissimo tema “Medicina ambientale e salute: verso la smart health” e vedrà confrontarsi alcuni dei massimi esperti italiani sulle cause e i rimedi delle patologie legate all’inquinamento ambientale. Inquinamento outdoor (di aria, acqua e terra) e indoor (a casa, scuola e ufficio) saranno i focus di partenza, per poi allargare l’obiettivo agli strumenti giuridici e fiscali per contrastare i danni ambientali e ai principali ambiti in cui è possibile prevenire: mobilità alternativa, bioedilizia, corretta alimentazione, attività fisica. E infine le cure, attraverso le cosiddette medicine non-convenzionali, più vicine alla natura e frutto di un sapere medico millenario: fitoterapia, naturopatia, omeopatia, medicina ayurvedica e antroposofica. I relatori delle sette tavole rotondetutte aperte gratuitamente al pubblico previa registrazione - si confronteranno in forma interdisciplinare e divulgativa, ma senza rinunciare a quel rigore scientifico che ha portato l’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità, a inserire le medicine non convenzionali nelle nuove linee guida 2014-2023, riconoscendone la “pari dignità”.

Ad introdurre questa rivoluzione nella concezione medica e farmaceutica, nella tavola inaugurale, sarà il Prof. Paolo Roberti di Sarsina, Presidente dell’Associazione per la Medicina Centrata sulla Persona e unico contributor italiano del report OMS, insieme a Roberto Romizi, Presidente di ISDE – Italia, l’associazione che riunisce i medici ambientali, e a Valentino Mercati, il visionario fondatore di Aboca, la casa farmaceutica di Sansepolcro (AR) che produce, da trent’anni, solo medicinali naturali e biologici.

In chiusura, tra i 41 relatori che si alterneranno nei due giorni di lavori al Centro Torino Incontra, l’intervento del Prof. Luigi Fontana, dell’Università di Brescia e Washington University St. Louis, che illustrerà i principi del suo manifesto Il nuovo Rinascimento italiano. Salute dell’uomo e dell’ambiente per uno sviluppo economico ecosostenibile”. Una prospettiva che porta il concetto di “smart health” al di là degli aspetti meramente tecnologici per immaginare una sanità del futuro “olistica”, basata sull’armonia tra la dimensione umana e quella ambientale.

Il workshop sarà affiancato da numerosi side events. La sera del 22 maggio, presso la Società Canottieri Armida, nel Parco del Valentino, si terrà la tradizionale “cena bio” riservata ai relatori, alle autorità, alla stampa e ai primi 30 partecipanti del workshop che invieranno l’e-mail di prenotazione ad Associazione Greencommerce, all’indirizzo info@greencommerce.it e che potranno anche assistere ad un estratto teatrale di “Come granuli di sole”, spettacolo del regista Marco Alotto dedicato alla nascita dell’omeopatia (costo della cena con spettacolo: 35 euro).

Nel pomeriggio del 22, nel contesto del workshop, si terrà invece la presentazione, in anteprima nazionale, del nuovo studio sulle “esternalità ambientali” dell’economia italiana, a cura della società romana di consulenza economica e ambientale ECBA Project. Al tavolo tematico “Chi inquina paga? Una nuova prospettiva per la giustizia ambientale”, insieme agli economisti Andrea Molocchi e Donatello Aspromonte interverrà il Prof. Antonino Abrami, magistrato che da anni coordina gli sforzi internazionali per la creazione di un Tribunale Europeo dell’Ambiente. Una prospettiva che potrebbe portare anche a una nuova visione della fiscalità, spostando la tassazione (senza aumentarla) dal lavoro all’impatto ambientale, secondo un ribaltamento che consentirebbe di affermare un principio meritocratico per cui le famiglie e le imprese più virtuose si troverebbero a dover pagare meno di chi invece genera danni alla collettività attraverso l’inquinamento.

Venerdì 23, dopo la conclusione del Workshop, prevista alle ore 13,30, verrà invece inaugurata, alle ore 17, nel cortile interno della sede storica della Camera di Commercio di Torino, in via Carlo Alberto, la “Casa Vegetale”, un’installazione curata dall’Arch. Alessandro Fassi, specialista di bioarchitettura, e Greengrass Srl per illustrare i benefici dell’utilizzo, in edilizia, di materiali naturali, principalmente a base vegetale e minerale e filiera corta locale.

In parallelo, dal pomeriggio di venerdì 23 alla sera di domenica 25 maggio, torna, nel pieno centro di Torino, la mostra-mercato del florovivaismo di qualità Flor14, che nelle ultime edizioni ha attirato più di 70.000 visitatori nel weekend, appassionati del verde urbano e privato.  Organizzata dall’Associazione Nuova Orticola del Piemonte in collaborazione con Associazione Greencommerce, Flor è diventata un appuntamento primaverile fisso non solo per i torinesi, ma per tutto il Nord Ovest, per un fine settimana dedicato a piante, fiori, ortaggi, sementi, attrezzature per il giardinaggio, arredi da giardino, per imparare a coltivare il verde ornamentale e commestibile.

Anche quest’anno la location è il cuore della città, lungo l’intero tratto pedonale di via Carlo Alberto e in Piazza Carlo Alberto, elegante vetrina del centro storico, per ospitare le eccellenze vivaistiche piemontesi e nazionali. Saranno più di 120 gli espositori, provenienti da tutta Italia: dagli agrumi siciliani alle piante alpine (genepy, stella alpina), dai profumi del mediterraneo con olivi, bouganville e gelsomini ad alberi e arbusti come aceri, camelie, azalee, rose, ortensie; piante rampicanti (glicini, clematis, rose rampicanti…), ideali per abbellire spazi urbani su terrazzi e balconi ma anche piante da appartamento, come le classiche orchidee. Passeggiando tra gli espositori sarà possibile scoprire piante rare e insolite, piante tropicali e piante acquatiche, ma anche oggettistica per il giardinaggio, libri, sementi e prodotti naturali, decorazioni e spezie, per completare una vera e propria “cultura del verde”.

Workshop IMAGE e Flor sono eventi realizzati con il contributo della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino nel contesto delle Smart City Weeks della Città di Torino.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende