Home » Comunicati Stampa » Toyota introduce la “Prius Ibrida Plug-in”:

Toyota introduce la “Prius Ibrida Plug-in”

dicembre 28, 2009 Comunicati Stampa

Courtesy of www.toyota.itLa TOYOTA MOTOR CORPORATION (TMC) annuncia l’introduzione sui principali mercati della ‘Prius Ibrida Plug-in’, cioè una versione plug-in della terza generazione del veicolo ibrido benzina ed elettrico Prius. Circa 600 unità verranno introdotte in Giappone, negli Stati Uniti e in Europa nel primo semestre del 2010, per un utilizzo da parte di enti governativi e società private.

In Giappone, la TMC cederà in leasing circa 230 unità a enti governativi, enti locali selezionati per il programma ‘EV & PHV Towns’, sviluppato dal Ministero Giapponese delle Finanze, del Commercio e dell’Industria, aziende, come quelle che si occupano della produzione di energia elettrica, ed altri enti. Negli Stati Uniti 150 unità saranno invece concesse ad enti governativi, società di capitali, università e agenzie di ricerca, per essere utilizzate nell’ambito di un programma dimostrativo rivolto a raccogliere dati e promuovere lo sviluppo delle infrastrutture di ricarica. In Europa, la TMC cederà in leasing circa 200 unità, di cui un centinaio destinate alla Città di Strasburgo, in Francia. La Prius Ibrida Plug-in verrà inoltre introdotta nel Regno Unito e in Portogallo, mentre il marchio sta inoltre considerando 10 ulteriori paesi europei, tra cui Germania e Olanda, oltre a paesi di altri continenti come Canada, Australia e Nuova Zelanda.

La Prius Ibrida Plug-in può essere ricaricata mediante l’utilizzo di una sorgente elettrica esterna come una normale presa di corrente domestica, e rappresenta il primo veicolo azionato da una batteria a ioni di litio prodotto da TMC. Oltre a ciò, grazie all’estesa capacità della batteria, il veicolo possiede un più ampio raggio d’azione in modalità elettrica, che consente l’utilizzo come veicolo totalmente elettrico (EV) per le distanze più brevi, mentre per i percorsi medi e lunghi il veicolo funziona come un ibrido benzina-elettrico (HV) convenzionale. In questo modo l’utilizzo dell’auto non viene limitato dal livello di energia elettrica residua o dalla disponibilità o meno di un’infrastruttura di ricarica.

I veicoli ibridi plug-in (PHV), come la Prius Ibrida Plug-in, raggiungeranno inoltre un’efficienza dei consumi superiore a quella degli ibridi (HV) benzina-elettrici convenzionali, e ridurranno sia i consumi di combustibili fossili che le emissioni di CO2 e di inquinamento atmosferico. I controlli e i regolamenti che calcolano le prestazioni di un PHV variano da paese a paese, ma in Giappone la Prius Ibrida Plug-in possiede un raggio d’azione in modalità EV pari a 23 km con la batteria completamente carica, e in modalità PHV un consumo medio di 57 km/l, ed emissioni1 di CO2 pari a 41 g/km in determinate condizioni di guida, ottenendo così eccellenti prestazioni sia in modalità EV che HV. (I risultati si basano sul ciclo giapponese JC082 e sono verificate dal Ministero Giapponese del Territorio, delle Infrastrutture, del Trasporto e del Turismo.)

TMC ritiene che, per soddisfare la necessità di diversificazione delle fonti di energia, i veicoli ibridi plug-in rappresentino un’opzione altamente adeguata alle necessità ambientali, e ne sta quindi promuovendo attivamente l’introduzione sul mercato e la sensibilizzazione degli utenti, affinché ne derivi un immediato ed estensivo utilizzo dei PHV, analizzerà i feedback riguardanti la Prius Ibrida Plug-in con l’obiettivo di iniziare la vendita al pubblico di decine di migliaia di unità in soli due anni.

TMC promuove l’utilizzo di fonti di energia alternative alla benzina, come l’elettricità, per limitare i consumi di combustibili fossili e ridurre le emissioni di CO2. In questo modo, il marchio ha accelerato lo sviluppo di tecnologie collegate all’elettricità grazie all’esperienza guadagnata in 12 anni di vendite di veicoli ibridi benzina-elettrici, all’introduzione sul mercato del ‘RAV4 EV’ e al leasing di FCHV, ibridi con cella a combustibile.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende