Home » Comunicati Stampa » Turismo nelle Terre Alte: 10 mila studenti in gita sulle montagne piemontesi:

Turismo nelle Terre Alte: 10 mila studenti in gita sulle montagne piemontesi

giugno 14, 2011 Comunicati Stampa

Un aumento del 10 per cento rispetto al 2010. Sono in continua crescita gli studenti delle scuole elementari e medie del Piemonte che scelgono la montagna per i viaggi di istruzione. Diecimila studenti, nel corso dell’anno scolastico che si è concluso sabato scorso, sono andati in gita in montagna e hanno scelto uno dei 102 pacchetti di viaggio proposti dallUncem Piemonte nel catalogo “A scuola di montagna”. Un risultato molto importante, nell’anno in cui, per questioni di budget, molte scuole hanno limitato notevolmente i viaggi di istruzione nel numero e nella durata.

A sostenere le gite in Piemonte, per la prima volta quest’anno è scesa anche in campo la Regione; proprio alla presentazione del catalogo dell’Uncem, il 10 settembre 2010, l’Assessore Regionale al Turismo e all’Istruzione Alberto Cirio aveva annunciato la disponibilità di un bonus economico di 150 euro per le classi che avessero scelto delle mete piemontesi per i viaggi d’istruzione.

«L’impegno della Regione è stato particolarmente apprezzato dalle scuole – spiega il presidente dell’Uncem Piemonte, Lido Riba – che da tre anni ricevono il catalogo dell’Uncem, distribuito in 14mila copie. Crediamo profondamente in questo progetto. La montagna è una risorsa preziosa e sviluppo vuol dire anche turismo, con target specifici. Ecco il primo motivo del nostro impegno nel coinvolgere i giovani, i ragazzi e i bambini, a cui la montagna può insegnare molto. Qui possono scoprire un patrimonio unico del Piemonte, dove natura, cultura, storia si fondono. Un bagaglio di indiscutibile valore. Ecco perché rilanciamo la “sfida” alle grandi capitali del turismo scolastico, le città come Roma, Firenze, Venezia, scelte anche perché spesso non vi sono alternative valide sotto il profilo educativo e logistico».

Da tre anni, dirigenti scolastici, insegnanti, educatori hanno modo di apprezzare le destinazioni di “A scuola di montagna” realizzato da alcuni tour operators individuati dall’Uncem sulla base delle segnalazioni delle 22 Comunità montane piemontesi; in fase di allestimento la quarta edizione del catalogo, che verrà presentata a settembre.

Entracque, nella Comunità montana Alpi del Mare, con il percorso “Dall’acqua all’energia”, con 910 studenti che hanno effettuato il viaggio d’istruzione di una giornata, è stata la destinazione più scelta tra le 102 del catalogo. Tra le mete più gettonate dell’anno scolastico 2010-2011 vi sono stati il Museo del Gusto di Frossasco (374 presenze), la gita a Vernante su Pinocchio (357 presenze), le escursioni nel Parco delle Alpi Marittime, e quelle inerenti la preistoria nel Canavese (420). Da segnalare anche le gite con le racchette da neve in tutte le località alpine piemontesi, le escursioni al Parco del Gran Paradiso, ma anche i pacchetti “Liutaio per un giorno” nella Comunità montana Valli Po, Bronda, Infernotto e Varaita (600 studenti) e nella stesso territorio, “Lo spaventapasseri, un amico da costruire” (461). Ancora l’acqua protagonista del pacchetto “Un viaggio al 100% H2O” nella Comunità montana Alto Tanaro, Cebano, Monregalese (430 presenze).

Sempre vantaggiosi i costi dei pacchetti per un giorno di “viaggio”: da 10 a 30 euro, con molte occasioni di degustare i prodotti enogastronomici tipici dei territori, acquistarli e portarli a casa alle famiglie. In vista dell’estate, le mete del catalogo diventano ottimi pacchetti per l’intera famiglia, da scegliere per scoprire pezzi di territorio nelle Terre Alte.

Nel presentare il catalogo, l’assessore Cirio a settembre 2010 aveva evidenziato il grande valore del progetto. «Dimostra – spiegava Alberto Cirio – come si possa fare insegnamento anche al di fuori delle mura scolastiche, trasmettendo la conoscenza e la passione per uno dei luoghi più distintivi della propria regione. Inoltre, anche dal punto di vista turistico coltiva giovani viaggiatori che già oggi hanno un potere economico, per quanto piccolo; infine, non dimentichiamo che i viaggi scolastici si svolgono in periodi dell’anno e della settimana “bassi“, quindi, utilissimi a rivitalizzare il territorio e a contribuire a tutta la macchina che muove il sistema del turismo piemontese».

Per promuovere il turismo scolastico, l’Uncem ha anche realizzato un video di 15 minuti,  inserito sulla propria pagina Facebook: Uncem Piemonte: A scuola di montagna!

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende