Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Prodotti » Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”:

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018 Comunicati Stampa, Prodotti, Prodotti

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso.

Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore aerospaziale – con una tecnologia pulita e un design raffinato. Ed è solo il primo di una serie di prodotti di lusso e avanguardia che l’azienda aspira a portare sul mercato, in futuro, con l’obiettivo di conciliare mobilità, praticità e sostenibilità.

E’previsto infatti che le popolazioni urbane di tutto il mondo crescano ulteriormente, dall’attuale 55% già insediato in città al 60% del 2030. Una crescita che, business as usual, rischia di generare ulteriori difficoltà a muoversi nel traffico, rapido aumento delle emissioni di gas serra e peggioramento dell’inquinamento atmosferico e acustico.

“Con città sempre più popolose, non è mai stato più importante rendere gli ambienti urbani luoghi in cui le persone amino vivere“, ha dichiarato Hugues Despres, CEO di Ujet International. “Di conseguenza, Ujet si concentra nel fornire alle grandi città soluzioni che aiutino gli abitanti a spostarsi con stile e semplicità. Il nostro scooter elettrico ne è un perfetto esempio, grazie ad una totale connettività, materiali avanzati e un design senza pari, attento ad ogni singolo dettaglio. Le sue dimensioni compatte occupano poco spazio, sia per la guida che per il parcheggio e rappresentano una modalità di trasporto veloce: la batteria portatile elimina la necessità di stazioni di ricarica, offrendo ai cittadini la libertà di spostarsi nei loro ambienti urbani in modo efficiente e senza sforzo”.

Lo scooter Ujet offre una batteria ad alte prestazioni, disponibile in due versioni con una portata stimata fino a 70 km (circa 43 minuti) o 150 km (circa 93 minuti), e può essere caricata in qualsiasi presa di corrente. Con le dimensioni di un trolley, la batteria è rimovibile, portatile e leggera e consente un facile trasporto.

Gli scooteristi potranno controllare il loro scooter elettrico direttamente tramite app iOS o Android ricevendo indicazioni dettagliate su dove è parcheggiato, condividendo le informazioni con amici e parenti e disabilitando l’accensione da remoto se la protezione antifurto dovesse inviare un avviso che lo scooter si è spostato senza il loro comando. Con il proprio smartphone sarà poi possibile sbloccarlo e monitorare le prestazioni, tra cui il livello della batteria, il chilometraggio, le emissioni di anidride carbonica risparmiate e molto altro – incluso un facile accesso all’assistenza clienti, con segnalazioni dei negozi più vicini e la possibilità di comunicare facilmente con un apposito team di supporto.

Lo scooter Ujet ospita inoltre numerose altre opzioni di connettività, tra cui la SIM card con connessione 3G, GPS, WiFi e Bluetooth. Raccogliendo ed elaborando attivamente i dati da oltre 20 sensori, può avvisare il guidatore in caso di potenziali problemi con uno qualsiasi dei componenti chiave.

I pneumatici “nanometrici” sono infine tra i più leggeri della categoria: realizzati con nanotubi di carbonio a parete singola garantiscono prestazioni e sicurezza senza precedenti, aumentando il grip su bagnato e asciutto di 2 volte e accrescendo, dunque, la trazione. Inoltre, i materiali ad alte prestazioni nel telaio, che comprendono materiali in lega e fibra di carbonio (fino al 40% più leggeri dell’alluminio), consentono allo scooter elettrico Ujet di pesare solo 43 kg.

Lo scooter – prenotabile sul sito ujet.com – verrà lanciato a Parigi, Milano, Barcellona, ​​Madrid, Roma, Lussemburgo, Amsterdam nella prima metà del 2018 e solo in seguito negli Stati Uniti (a partire dalla California e dalla Florida) e in Asia, nella seconda metà del 2018. Il prezzo previsto è di circa $ 8.900 USD per la batteria piccola e $ 9,990 USD per la batteria grande.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende