Home » Comunicati Stampa » Cisco verso la “Piattaforma Unica di Gestione del Consumo Energetico”:

Cisco verso la “Piattaforma Unica di Gestione del Consumo Energetico”

luglio 13, 2011 Comunicati Stampa

Cisco Italia ha presentato l’iniziativa EnergyWise, che coinvolge un gruppo di 16 tra aziende e centri di ricerca Italiani del settore dell’elettronica e dell’informatica nel progetto di sviluppo di una “Piattaforma Unica di Gestione del Consumo Energetico”.

La piattaforma permetterà agli energy manager e alle aziende del settore di avvalersi di una gestione integrata del profilo energetico di un dominio amministrativo dell’energia (macro area urbana, distretto, area geografica…), fornendo gli strumenti necessari alla misura, alla correlazione dei dati, alla previsione dei consumi, alla fatturazione ed acquisto dell’energia. Cisco EnergyWise è il modello di comunicazione adottato.

Le aziende coinvolte collaborano al fine di sviluppare moduli software e dispositivi, sulla base di un piano industriale condiviso e comune: contatori intelligenti, sensori ed attuatori, sistemi di acquisizione e conversione di protocolli (gateway), applicazioni di intelligenza artificiale per la profilatura dei consumi, la previsione degli stessi  ed il trading dell’energia.  Le componenti della piattaforma sono sviluppate in accordo con le specifiche del modello di comunicazione Cisco EnergyWise, alla base del quale c’è l’assunzione che la rete dati sia un sistema intelligente in grado di acquisire, adattare ed aggregare le informazioni utili e di presentarle ai sistemi di gestione per dominio energetico.

La soluzione indirizza in particolare la gestione del profilo energetico di macro aree urbane (o “distretti”) che, nella visione Cisco, grazie ad un utilizzo evoluto dell’intelligenza integrata nella Rete saranno il cuore di una società “smart & connected” in grado di svilupparsi in modo sostenibile per l’uomo e l’ambiente.

L’iniziativa EnergyWise applica un modello di collaborazione tra Cisco Italia e le eccellenze della PMI, definito “Innovation and Adjacent markets”, che prevede l’interazione tra le parti nella progettazione di sistemi informatici che rispondano alle necessità di mercati in forte sviluppo (es. Energy e Sanità) oppure aree tematiche di interesse nazionale (es. dematerializzazione e digitalizzatione).

Il modello è stato ideato da Cisco Italia per accelerare – secondo le esigenze specifiche del nostro territorio – lo sviluppo di soluzioni e servizi basati su IP in settori di mercato ad alto potenziale, creando al contempo un metodo di collaborazione operativa in grado di valorizzare e aprire nuove opportunità alle aziende italiane dotate di competenze tecnologiche o di business di eccellenza.

Caratteristiche distintive di questo modello sono, in particolare, un processo interno che affianca all’analisi di business classica l’apporto creativo e strutturato di tutte le risorse aziendali, ed un approccio verso l’esterno che costruisce con le aziende coinvolte un’ ecosistema di imprese che si proponga in modo univoco verso il mercato.

In questo modo si crea un “sistema virtuoso” capace di valorizzare il patrimonio imprenditoriale specifico del nostro paese, sfruttando una sinergia che da un lato fa leva sulla visione globale dei mercati e la disponibilità di piattaforme IP abilitanti, dall’altro si poggia sulla conoscenza dei mercati locali e sull’eccellenza delle aziende coinvolte.

Il punto è questo: non si tratta di dirigere l’innovazione, ma di dare una direzione all’innovazione” spiega David Bevilacqua, Amministratore Delegato di Cisco Italia.

 

Le aziende coinvolte da Cisco nell’iniziativa EnergyWise formano  allo stato attuale  un “Comitato Tecnico-scientifico”. Il rapporto con Cisco è ufficializzato attraverso la sottoscrizione di un protocollo di intesa e la partecipazione attiva al Cisco Developer Program – il programma globale che qualifica le aziende che vi aderiscono, come sviluppatori ufficiali su tecnologia/piattaforma Cisco.

La “Piattaforma Unica di Gestione del Consumo Energetico” che nascerà dalla collaborazione fra Cisco e le aziende italiane coinvolte comprenderà i seguenti elementi:

  • Raccolta dati: misurazione dei consumi energetici, conservazione dei dati così raccolti, gestione dell’erogazione e uso dell’energia, con vantaggi sia a livello di singole entità connesse al sistema (risparmi nei consumi, controllo centralizzato e in tempo reale della disponibilità di energia ecc.) sia a livello di correlazione fra le varie entità facenti parte dello stesso dominio (o “distretto”) energetico.
  • Previsione: analisi delle informazioni per correlare l’utilizzo dell’energia dei vari utenti e elaborare previsioni, anche allo scopo di evitare consumi di picco che comportino penalità economiche. Tali dati possono essere utili anche per gestire al meglio l’operatività sulla Borsa dell’Energia e per permettere una migliore pianificazione dei costi associati all’energia nei bilanci economici di aziende ed amministrazioni.
  • Amministrazione e trading dell’energia: per gestire i contratti di fornitura energetica ed avere una interfaccia utile per accedere in modo diretto al mercato dell’energia.  Disporre di strumenti di questo tipo dà maggiore supporto alle decisioni degli Energy Manager e migliora in generale le attività di gestione della fornitura di energia, permettendo anche di stipulare accordi bilaterali con le utilities.

Le aziende che abbiamo coinvolto hanno riconosciuto in EnergyWise  una piattaforma comune altamente performante,  su cui inserirsi secondo le loro specifiche competenze, cogliendo l’opportunità di entrare in un processo che coinvolge tutta la filiera dell’energia:  produttori, trader, operatori, distributori, utenti” spiega Michele Festuccia,  che coordina l’iniziativa “Innovation & Adjacent markets” di Cisco. “Dal canto nostro, possiamo contare sul meglio che si trova oggi sul mercato italiano per arricchire le nostre competenze, arrivare ad operare in modo diretto  e con una offerta completa nel settore energia, ed essere protagonisti della definizione delle Smart Grid del futuro”.

Un primo esempio di prodotto sviluppato a partire da questa iniziativa è una Managed PDU (Power Distribution Unit) da rack, compatibile con la specifica Cisco Energywise. Questo sistema fornisce la “curva di carico” per singola “presa” servita, permettendo di elaborare non solo previsioni sul consumo energetico, ma anche stime in termini di emissioni di Co2 equivalenti. Il sistema è inoltre completamente gestito da remoto con la possibilità di attivare o disattivare l’erogazione di corrente elettrica.

Le aziende italiane coinvolte attualmente nel progetto sono: Softeco Sismat, The Net Planet, NAT Style, Harpa Italia, ARS, Media Motive, Business-e,  Staer Sistemi, Compel, Umpi Elettronica, System Management, Pegasus, GFMnet, Consorzio Roma Ricerche, SoTel e IsTEch.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende