Home » Comunicati Stampa » Un cinema in difesa dell’ambiente:

Un cinema in difesa dell’ambiente

dicembre 10, 2010 Comunicati Stampa

Premio Roberto RosselliniLa serata di gala del Premio Internazionale Roberto Rossellini Maiori Film Festival si è chiusa a Maiori lo scorso 27 novembre al Centro Congressi dell’Hotel Pietra di Luna. La manifestazione, intitolata al maestro del neorealismo,  ha dedicato  un’intera  settimana a  proiezioni  ed  incontri  relativi al tema dell’ambiente e della sua salvaguardia in pieno spirito rosselliniano, cercando di fare del cinema “un’arte utile”.

Ha presenziato alla conferenza il professore Mario Alverà, uno dei pochi relatori ad essere stato addestrato personalmente dall’ex Vice Presidente Al Gore ed ammesso dall’Associazione No-Profit  ‘The Climate Project’’, un’organizzazione mondiale che nasce dall’impegno in campo ambientale di Al Gore – per questo insignito del Premio Nobel per la Pace 2007 insieme all’IPCC dell’Onu – allo scopo di realizzare un’informazione chiara per tutti, rigorosa ed esaustiva, sul tema dei cambiamenti climatici.

Numerosi i riconoscimenti attribuiti in questa undicesima edizione nel ricordo di Roberto Rossellini:

- Yann Arthus Bertrand per il film Home, un vero e proprio inno alla bellezza del nostro pianeta e alla sua delicata armonia, attraverso fantastici paesaggi di 54 paesi catturati solo dall’alto. Il regista e fotografo francese ci porta in  un viaggio spettacolare sopra tutto il pianeta Terra.  Home è molto di più di un magnifico film-documentario, è una lunga sequenza di inquadrature mozzafiato della Terra come non si è mai visto prima.

- Walt Disney Italia per film “Earth. La nostra Terradi  Alastair Fothergill e Mark Linfield, prodotto da Disneynature. Earth racconta le stagioni, attraverso un viaggio dal Polo Nord al Polo Sud, narrando la vita di tre famiglie: quella degli orsi polari (più che altro di una madre orsa e dei due cuccioli); quella di un elefantessa e del suo cucciolo nel deserto del Kalahari; quella di una balena megattera e il suo balenottero. Per realizzare Earth sono stati necessari cinque anni di produzione, mille ore di riprese, quaranta troupe specializzate; per la prima volta sono state utilizzate delle cineprese super high speed al di fuori di uno studio cinematografico.

– Gaetano Pascale, responsabile di Slow Food Campania, per il film Terra madre (2009) di Ermanno Olmi. Un maestro del cinema mondiale  propone il proprio punto di vista sul grande tema del cibo e sulle implicazioni economiche, ecologiche, sociali ad esso correlate. Ermanno Olmi costruisce un documentario, un film d’inchiesta limpidamente autoriale, che fa i conti con il destino del pianeta. Una poetica riconoscibile e riconducibile a tutta la sua opera precedente ma sorprendente per la sua unicità formale nel panorama del genere documentario.

– Mario Alverà per “The Climate Project”, l’organizzazione mondiale che nasce dall’impegno in campo ambientale di Al Gore allo scopo di realizzare un’informazione chiara per tutti, ma rigorosa ed esaustiva, sul tema dei cambiamenti climatici.

– Federica Masin, executive creative producer, per Current TV, il network televisivo internazionale di informazione indipendente particolarmente sensibile alle tematiche ambientali, fondato nel 2005 da Al Gore, premiato nel 2007 con un Emmy Award per il suo originale servizio TV interattivo, piattaforma cross-mediale attiva 24 ore su 24 che integra televisione e internet e si fonda sul concetto degli User Generated Content (contenuti generati dagli utenti). Conta dunque sulla partecipazione attiva di un pubblico  pronto a proporre e fruire dei contenuti con l’intento di creare una coscienza collettiva attraverso lo scambio partecipativo d’informazioni da ogni angolo del pianeta.

– Guglielmo Pepe, direttore, per la rivista National Geographic che da sempre si è prefissata di incrementare e diffondere la conoscenza geografica e allo stesso tempo di promuovere la protezione della cultura dell’umanità, della storia e delle risorse naturali.

– Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo, per Greenpeace, uno dei più grandi movimenti ambientalisti del mondo. Greenpeace è un’associazione non violenta, che utilizza azioni dirette per denunciare in maniera creativa i problemi ambientali e promuovere soluzioni per un futuro verde e di pace. Greenpeace è indipendente e non accetta fondi da enti pubblici, aziende o partiti politici.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende