Home » Comunicati Stampa »Progetti » Greencommerce Cafè: un’esperienza di prodotto, in nome dell’ambiente:

Greencommerce Cafè: un’esperienza di prodotto, in nome dell’ambiente

settembre 5, 2011 Comunicati Stampa, Progetti

A un anno dalla nascita di Greencommerce, il primo e-commerce italiano riservato a prodotti “eco” e “bio” rigorosamente Made in Italy – concepito durante il SANA 2010 - il Salone di Bologna è di nuovo incubatore di un innovativo progetto di commercio sostenibile, il franchising Greencommerce Cafè, che sarà presentato venerdì 9 settembre alle ore 11,30 nella Sala Giga del Padiglione 33 di Bologna Fiere.

In un momento storico particolarmente critico, sia dal punto di vista economico che ambientale, la green economy sembra infatti l’unica strada promettente per conciliare gli obiettivi di crescita, perseguiti dai governi di tutto il mondo, con la necessaria tutela del patrimonio naturale e paesaggistico dall’inquinamento e dai disastrosi cambiamenti climatici.

Per questo l’Associazione Greencommerce, si è fatta promotrice, nel corso dell’ultimo anno, di un progetto di aggregazione di produttori e eco-designer che conta oggi una trentina di aziende italiane aderenti e circa 200 prodotti a catalogo su Greencommerce.it: dai vini e cibi biologici, all’arredamento in legno da filiera certificata, ai libri stampati su carta riciclata, all’abbigliamento e tessuti per la casa in cotone organico. Tutto per ampliare la diffusione delle produzioni “sostenibili”, di quelle aziende cioè che possono vantare un percorso, concreto e documentabile, di riduzione dell’impatto ambientale.

Oggi, per massimizzare “l’esperienza di prodotto” del consumatore – unico vero decisore che può premiare, con le proprie scelte, le aziende più virtuose – nasce Greencommerce Cafè, un progetto di franchising che punta ad estendere nel “reale” il mondo “virtuale” dell’e-commerce, secondo un concept di contaminazione tra un negozio, predisposto per l’esposizione “vissuta” e la vendita dei prodotti, e un locale di somministrazione, che consenta di degustare cibi, vini, birre, caffè bio e spuntini in un ambiente allestito e arredato con gli altri prodotti del catalogo Greencommerce.

“Il progetto dei Greencommerce Cafè, che ci auguriamo possano presto diffondersi nelle regioni d’Italia”, precisa Andrea Gandiglio, presidente dell’Associazione Greencommerce, “nasce proprio per sopperire ai problemi che la vendita tramite e-commerce ancora patisce nel nostro paese, per la scarsa fiducia che gli italiani nutrono nei pagamenti on-line con carta di credito, i costi di trasporto troppo elevati, che incidono sui prezzi, e l’impossibilità di toccare con mano i prodotti”. “I Greencommerce Cafè”, continua Gandiglio, “offriranno, al contrario, un’esperienza sensoriale, informativa e di utilizzo diretta, come se si fosse nella cucina o nel salotto di casa propria”.

Arcangelo Favata, giovane designer siciliano emergente e fondatore del laboratorio Alicucio, ha infatti progettato, in collaborazione con l’Associazione Greencommerce, un format che consente di armonizzare la “localizzazione” e la contestualizzazione nella storia dei territori in cui verranno aperti i Greencommerce Cafè, con quel livello minimo di standardizzazione, necessario a un progetto di franchising che possa essere replicabile sul territorio nazionale. Ovvero, una base di materiali lignei riciclati e recuperati per tutti, ma, per fare un esempio, pietra di Luserna nei pavimenti piemontesi e pietra lavica dell’Etna nei locali siciliani.        

Basteranno 70 mq. di locale, di proprietà o in affitto, e un investimento di 55.000 euro per aprire un Greencommerce Café, una policy molto competitiva voluta dall’Associazione Greencommerce per rendere accessibile l’iniziativa a giovani imprenditori e commercianti che credano negli sviluppi della green economy e nel potenziale di crescita del mercato “bio” e “km.0” di qualità, anche in un momento di crisi economica.

Il “pacchetto” comprenderà l’affiliazione e l’utilizzo del marchio, l’allestimento del negozio, la gestione delle forniture tramite i produttori aderenti a Greencommerce, la consulenza d’impatto ambientale del locale con i crediti di compensazione e tutta la comunicazione – senza la richiesta di ulteriori royalties al franchisee.

Il franchising sarà promosso, fino alla fine di novembre, con attività web, social networks e nelle fiere di settore, sotto il cappello della campagna “Nel 2011 diamo più spazio al verde” ideata, nei 150 anni dell’Unità d’Italia, da Studio Greengrass per il network Greengooo! New Media Production, socio fondatore dell’Associazione Greencommerce.

Alla presentazione di venerdì 9 settembre interverranno Andrea Gandiglio, Presidente dell’Associazione Greencommerce di Torino, Giuseppe Montalto, amministratore delegato di Montalto Natura, storico produttore lombardo di cosmetici naturali e biologici, Giacomo Terrani, amministratore delegato de Il Caffè della Terra, marchio della Portmoka di Vigevano, Arcangelo Favata, designer e progettista dell’allestimento dei nuovi locali e Angela Maria Racca, amministratore delegato di Puraction, la società che fornirà ai punti vendita la consulenza per la riduzione dell’impatto ambientale e la compensazione delle emissioni C02.

Il personale dell’Associazione Greencommerce sarà presente in fiera al SANA 2011, dall’8 all’11 settembre, nello stand G7 – Padiglione 33 del nostro web magazine Greenews.info, media partner del Salone.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende