Home » Comunicati Stampa » Unilever: nuova piattaforma online per le idee innovative:

Unilever: nuova piattaforma online per le idee innovative

aprile 4, 2012 Comunicati Stampa

Se avete un’idea nel cassetto per rendere prodotti o processi industriali più sostenibili, questa può essere la vostra occasione: Unilever ha lanciato l’Open Innovation Submission Portal, un nuovo portale online per sviluppare nuove idee e tecnologie di prodotto. La piattaforma è infatti aperta a tutti coloro che vogliano proporre un’innovazione che possa contribuire alla strategia di crescita sostenibile dalla multinazionale anglo-olandese.

“Sappiamo bene che il mondo è pieno di persone brillanti che hanno grandi idee, e siamo costantemente alla ricerca di nuovi modi per portare alla luce questo potenziale, collaborando con partner in grado di proporre idee innovative e concrete per lo sviluppo di nuove, rivoluzionarie tecnologie,” ha dichiarato Roger Leech, Open Innovation Scouting Director di Unilever. “Collaborare con nuovi esperti offre a entrambe le parti l’opportunità di fare business unendo la capacità di innovazione sostenibile di Unilever e le nuove idee e la creatività dei partner, e creando così valore condiviso.”

Del resto, più di 2 miliardi di persone nel mondo utilizzano ogni giorno un prodotto Unilever: questo significa che migliorare i prodotti, o crearne di nuovi, fa una differenza in positivo per la vita di milioni di persone. Anche perché le risorse del pianeta non saranno in grado di fare fronte alla domanda di una popolazione crescente, se i cittadini di tutto il mondo non adoteranno soluzioni sostenibili per i loro comportamenti quotidiani.

Collaborare con Unilever può significare, concretamente, creare packaging meno voluminosi e più sostenibili, ideare tecnologie che permettono di ridurre il sodio nei prodotti alimentari senza diminuirne il gusto, mettere a punto prodotti detergenti efficaci alle basse temperature e che richiedono meno acqua. Ma sono ancora molti altri i temi su cui Unilever, da oggi, vuole condividere la propria expertise di Ricerca & Sviluppo (all’avanguardia tra le multinazionali del pianeta), con tutti coloro che vogliano condividere nuove idee e soluzioni avendo in mente l’obiettivo della sostenibilità.

Sollecitare l’innovazione anche dall’esterno è fondamentale, per l’azienda, per conseguire l’ambizioso obiettivo delineato nello Unilever Sustainable Living Plan: raddoppiare il business riducendo, al tempo stesso, l’impronta ambientale e migliorando l’impatto sociale.

E’ la prima volta che Unilever condivide i propri progetti di ricerca e sviluppo in modo pubblico, con un open forum e con un nuovo modello di sviluppo strategico delle informazioni. L’Open Innovation Submission Portal è accessibile dal sito unilever.com, in lingua inglese. Nella pagina “Challenges and Wants” è possibile consultare i temi di discussione, mentre nelle FAQ c’è la risposta ai quesiti per la partecipazione. E’ possibile sia rispondere a uno dei “Want”, sia proporre una nuova soluzione tecnologica che potrebbe essere di interesse per Unilever.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende