Home » Comunicati Stampa »Eventi »Progetti » “Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano:

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

dicembre 10, 2019 Comunicati Stampa, Eventi, Progetti

Mercoledì 4 dicembre, al Museo Nazionale della Montagna ”Duca degli Abruzzi” di Torino, ha preso il via il progetto Urban Forest, un’iniziativa che costituisce il nucleo centrale della mostra “Tree Time”, a cura di Daniela Berta e Andrea Lerda.

Il bosco che circonda il Museo è infatti un vero e proprio bosco urbano nel centro della città. Il suo potere in termini di stoccaggio della CO2, il suo contributo al raffrescamento delle temperature estive, oltre al suo valore sociale e turistico, sono alla base di un bisogno di riqualificazione, di cura e di rivitalizzazione su cui il Museomontagna ha ritenuto di dover lavorare.

Urban Forest va dunque inteso, innanzitutto, come un laboratorio progettuale di analisi, studio e ripensamento di questo luogo, affidato a un team di esperti, che si confronteranno fino a marzo 2020, con un momento di restituzione finale in occasione del quale documenti e visioni progettuali verranno presentati al pubblico e alla cittadinanza.

Al tavolo di lavoro partecipano, tra gli altri, Gianluigi Montresor, Presidente del CAI di Torino; Daniela Berta, Direttrice del Museomontagna; Andrea Lerda, Curatore della mostra Tree Time; Alberto Unia, Assessore all’Ambiente del Comune di Torino; Consolata Siniscalco, Direttrice dell’Orto Botanico di Torino; Gian Michele Cirulli, Agronomo della Divisione Ambiente, Verde e Protezione Civile della Città di Torino; Bianca Maria Rinaldi, Professore Associato in Architettura del Paesaggio presso il Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (DIST); Roberto Dini e Daniela Bosia, docenti del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino e Dino Genovese, Forestale e Presidente del Comitato Scientifico CAI Liguria – Piemonte – Valle D’Aosta.

In parallelo, la mostra Tree Time (visitabile fino al 23 febbraio 2020) prosegue il percorso intrapreso nel 2018 dal Museomontagna per indagare le principali problematiche ambientali che vedono protagonista la montagna in questo inizio di XXI secolo. L’esposizione mette al centro alberi, boschi e foreste, la loro natura protettrice, il loro cammino di adattamento alle costanti modificazioni ambientali e la condizione di crescente fragilità causata dal cambiamento climatico in atto.

Il progetto apre a una serie di riflessioni sulla relazione tra eventi meteorologici inconsueti e global warming, sull’alterazione degli habitat boschivi e la comparsa di nuove problematiche fitopatologiche. Nella consapevolezza che gli alberi svolgono un’azione essenziale per mitigare i mutamenti climatici, la mostra sottolinea l’importanza di un radicale ripensamento delle pratiche di gestione e di rimboschimento e del loro ruolo all’interno delle città.  Riattualizzando il concetto di cura, il progetto disegna un ponte storico con la fondazione dell’Associazione Pro Montibus a Torino nel 1898 e con la prima Festa degli Alberi, celebrata al Monte dei Cappuccini di Torino, il 18 settembre dello stesso anno.

In Tree Time le opere di venti artisti internazionali sono in dialogo con le collezioni permanenti del Museomontagna. Il progetto è inoltre supportato da una serie di contributi di Matteo Garbelotto, Direttore presto il Forest Pathology and Mycology Lab di Berkeley e Adjunct Professor presso l’Università della California.

Per l’occasione, e grazie alla collaborazione con L’Artistica, casa editrice di Savigliano, il Museomontagna ha pubblicato il primo catalogo d’arte in Italia realizzato in Stone Paper 100% TreeFree, senza l’impiego di cellulosa.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende