Home » Comunicati Stampa » Venezia modello di Green Airport:

Venezia modello di Green Airport

giugno 30, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of PistolatoE’ stata presentata nei giorni scorsi, alla presenza delle più importanti società di gestione aeroportuale italiane e compagnie aeree, la prima applicazione mondiale di un nuovo modello di analisi volto a migliorare sensibilmente la sostenibilità ambientale degli aeroporti.

Si tratta del “Green and Efficient Airport”, approccio studiato e lanciato da Siemens che si basa su un “health check” mirato ad individuare e quantificare l’attuale livello di consumi energetici e delle emissioni di CO2 dello scalo, e soprattutto a suggerire una
serie di leve con le quali intervenire.

In meno di due mesi, presso lo scalo di Venezia, un gruppo di lavoro formato da tecnici SAVE e dagli specialisti di Siemens della divisione Mobility, attivi nella business unit Infrastructure Logistics, ha studiato il modello di funzionamento energetico dell’aeroporto, con particolare attenzione alla generazione locale di energia e all’utilizzo di energie rinnovabili.
Sono state così evidenziate 68 leve di miglioramento – relative principalmente a energy mix, tecnologie, strategie e best practice in termini di risparmio – con un potenziale di circa il 20% di energy saving, un ritorno sull’investimento che per le principali soluzioni proposte risulta compreso tra 1 e 5 anni, ed un impatto finanziario positivo massimo di 1,2 milioni di euro/anno.

In 4 settimane, il team di lavoro è stato in grado di ultimare dapprima la valutazione dell’attuale stato dei consumi energetici, quindi l’elaborazione delle proposte di ottimizzazione del fabbisogno relativo ad una struttura complessa, quale è appunto un fabbricato aeroportuale.

Lo studio si è sviluppato attraverso le seguenti fasi:
• prima settimana: lavoro on site, basato su interviste mirate ad offrire una base line di partenza;
• seconda settimana: raccolta di dati e informazioni di dettaglio;
• terza settimana: revisione e verifica delle soluzioni;
• quarta settimana: verifica e finalizzazione di tutti i dati e soluzioni.

In particolare, i risultati dello studio hanno:
• descritto in modo dettagliato 30 leve di miglioramento energetico con analisi costi/benefici,
• investigato 27 possibilità di risparmio energetico,
• approfondito ulteriormente 5 tecnologie, ritenute nel contesto specifico le più adatte per una efficace implementazione.

Lo studio si è basato in particolare su un approccio olistico dello stato di salute dell’intero aeroporto, sia in termini di tecnologie che di processi.
Sulla base di differenti approcci (top down e bottom up), sono state fornite chiare proiezioni per l’aeroporto relativamente a:
• comparazione delle “prestazioni energetiche” rispetto ad un benchmark internazionale
• valutazione delle possibili riduzioni delle emissioni di CO2
• risparmi energetici
• impatto finanziario (calcolo del Ritorno dell’Investimento).

L’approccio al problema dei consumi energetici di un aeroporto proposto da Siemens ed adottato per la prima volta a Venezia dimostra come sia possibile individuare il quadro completo dello stato energetico di uno scalo in poche settimane.
Attraverso questo studio, il Gruppo SAVE continua a perseguire l’interesse più generale degli operatori aeroportuali, delle compagnie aeree, degli stakeholder e della comunità locale circostante, in termini di sempre maggiore attenzione nei confronti delle problematiche ambientali connesse all’attività aeroportuale.

“I risultati presentati oggi – afferma Giuliano Busetto, CEO Industry Sector di Siemens S.p.A. – confermano ancora il posizionamento unico di Siemens in termini di sviluppo sostenibile. Ciò è possibile grazie al nostro portfolio ambientale, in cui il
settore Industry e la divisione Mobility giocano un ruolo fondamentale, con casi di eccellenza sviluppati in Italia come il progetto con SAVE per l’aeroporto di Venezia”.

“Energia pulita e risparmio energetico – dichiara Enrico Marchi, Presidente di SAVE – sono temi ormai imprescindibili in tutti gli ambiti della nostra esistenza, sia privata che pubblica. Il lavoro realizzato con Siemens è un passo importante nella direzione
di “green airport”, sulla base di un modello che coniuga rispetto delle esigenze ambientali con l’attenzione ai consumi energetici e al risparmio di costi”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Green Week”, a Trento la nuova edizione del Festival della Green Economy

febbraio 10, 2020

“Green Week”, a Trento la nuova edizione del Festival della Green Economy

Nel futuro si potrà viaggiare a emissioni zero? È possibile ridurre la chimica in agricoltura? Come gestire i grandi flussi del turismo mondiale? Il “sistema moda” può essere effettivamente sostenibile? Quale impatto avrà la sostenibilità sul mondo della finanza? L’architettura sta affrontando in maniera adeguata le questioni relative al risparmio energetico e all’utilizzo di nuovi [...]

Annuncio Easy Jet: Wright Electric verso il primo aereo elettrico da 186 posti

febbraio 3, 2020

Annuncio Easy Jet: Wright Electric verso il primo aereo elettrico da 186 posti

La compagnia aerea europea easyJet ha diffuso l’annuncio del suo partner americano, Wright Electric, sull’avvio del programma di sviluppo di un motore per aereo elettrico da 186 posti, denominato Wright 1. A questo scopo Wright Electric sta progettando sistemi elettrici con potenza nell’ordine dei megawatt che saranno necessari per permettere agli aerei elettrici da 186 posti di [...]

Riscoprire la “Carta di Gubbio”. Italia Nostra rilancia la valorizzazione dei centri storici

febbraio 2, 2020

Riscoprire la “Carta di Gubbio”. Italia Nostra rilancia la valorizzazione dei centri storici

Il 30 gennaio si è concluso il primo seminario dell’associazione Italia Nostra dedicato alla “Carta di Gubbio” del 1960, voluto dal consigliere nazionale Marina Foschi e dal presidente della sezione di Bologna Jadra Bentini, in vista del Convegno Nazionale di settembre con cui l’associazione vuole ricordare i 60 anni di un documento ancora attualissimo, che nasceva per affermare l’importanza [...]

“Artic Expedition”: viaggio elettrico in Tesla fino ai -30° di Capo Nord

gennaio 30, 2020

“Artic Expedition”: viaggio elettrico in Tesla fino ai -30° di Capo Nord

Lunedì 20 gennaio 2020 è partita dal Tesla Store di Peschiera Borromeo (MI) la missione “Arctic Expedition”, organizzata da ​Tesla Club Italy ​, il 1° club Tesla italiano, con il canale YouTube ​ElektronVolt Italia.​ Un viaggio 100% elettrico – a bordo di una Tesla Model 3 Long Range – con condizioni climatiche estreme, verso l’estremità [...]

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

gennaio 20, 2020

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato, il 15 gennaio 2020, una sanzione di 5 milioni di euro all’Eni per la diffusione di messaggi pubblicitari ingannevoli utilizzati nella campagna promozionale che ha riguardato il carburante Eni Diesel+, sia relativamente all’affermazione del “positivo impatto ambientale” connesso al suo utilizzo, che alle asserite caratteristiche di quel carburante in [...]

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

gennaio 20, 2020

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

Partenza da Sondrio per attraversare le Alpi con gli sci e andare a protestare al World Economic Forum in apertura domani a Davos, contro chi pratica il greenwashing e parla di “sostenibilità” nel cuore di un ecosistema che viene distrutto a scopo di lucro. 80 km. nella neve e 3.500 metri di dislivello – fino a raggiungere i 3.000 [...]

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

dicembre 13, 2019

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

Con 261 voti a favore, 178 contrari e 5 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva, il 10 dicembre, il disegno di legge di conversione (A.C. 2267) del D.L. 111/2019 (cosiddetto “Decreto Clima“) nel testo già approvato, con modifiche, dal Senato (A.S. 1547). Il provvedimento, composto originariamente di 9 articoli, a seguito delle modifiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende