Home » Comunicati Stampa »Progetti » Youth4EJ, una piattaforma online per denunciare l’ingiustizia ambientale:

Youth4EJ, una piattaforma online per denunciare l’ingiustizia ambientale

aprile 6, 2017 Comunicati Stampa, Progetti

Youth4EJ è un osservatorio online pensato per stimolare i giovani ad analizzare con spirito critico vicende o eventi che hanno  avuto o continuano ad avere conseguenze, impatti o danni ambientali su luoghi o comunità. Inquinamento, contaminazioni del suolo, distruzione degli ecosistemi o danni alla salute: chiunque sia a conoscenza o sia stato testimone di casi di questo tipo può raccontarli attraverso la piattaforma. E farsi così portavoce di un messaggio importante: la salute dell’ambiente e delle comunità deve essere un diritto universalmente riconosciuto, in tutti gli Stati e a tutte le latitudini.

Sulla piattaforma sono già stati segnalati decine di casi da molti giovani europei – dalla Slovenia alla Grecia, dall’Estonia all’Italia – anche riguardanti situazioni critiche in altri continenti. Tra i più significativi, le conseguenze della pesca con la dinamite nell’Arcipelago Myeik, in Myanmar; gli scarichi di colorante nel fiume Jian a Luoyang, in Cina; fuoriuscite di gas in Alaska che mettono in pericolo la sopravvivenza dei beluga; la distruzione della foresta Toolangi in Australia.

L’osservatorio offre un valido supporto non solo per far conoscere e diffondere casi di inquinamento poco conosciuti, ma anche un mezzo per informarsi su quanto sia grave e attuale il problema ambientale in ogni parte del mondo. La conoscenza e la diffusione sono infatti il primo passo per cambiare le cose, e Youth4EJ si propone come lo strumento adatto per rafforzare un processo di consapevolezza critica e di cambiamento.

Per segnalare i casi basta accedere alla piattaforma e cliccare sulla sezione “Report a case”. Alcuni casi verranno poi approfonditi  e condivisi su forum e social network attraverso una campagna a livello nazionale ed europeo.

Youth4EJ è un’iniziativa promossa nell’ambito del progetto SAME World, co-finanziato dall’Unione Europea con lo scopo di sensibilizzare i cittadini – in particolare studenti e insegnanti – su temi come i cambiamenti climatici, le migrazioni ambientali e la giustizia ambientale e incoraggiare l’adozione di stili di vita più sostenibili. Tra i partner del progetto è coinvolto anche l’Istituto Oikos di Milano, che si occupa di conservazione delle risorse naturali e sviluppo sostenibile.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

dicembre 4, 2020

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

La sostenibilità e l’attenzione alle tematiche ambientali e sociali si sta confermando tema chiave per le aziende, in quanto strumento importante di competitività e di attrattività verso gli investitori e il mercato, come dimostra il sondaggio Ipsos sul tema dell’economia circolare, presentato all’EcoForum di Legambiente lo scorso ottobre, secondo il quale un’impresa su quattro investe [...]

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

novembre 12, 2020

FCA e Engie alla conquista della e-mobility

FCA Italy S.p.A., società interamente controllata dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles N.V., ed ENGIE EPS, player tecnologico dell’energy storage e della mobilità elettrica, hanno stipulato un Memorandum d’Intesa per costituire una joint venture che dia vita ad un’azienda leader nel panorama europeo della e-Mobility e che potrà avvalersi delle risorse finanziarie e della consolidata esperienza [...]

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

ottobre 28, 2020

“A qualcuno piace green”. Nuovo appuntamento su LaF

La salvaguardia dell’ambiente dagli elementi inquinanti è il tema del quarto appuntamento con “A qualcuno piace Green”, il viaggio in un’Italia sorprendentemente sensibile e innovativa sui temi ambientali con il biologo marino e divulgatore Raffaele Di Placido, in onda giovedì 29 ottobre alle ore 21.10 su laF (Sky 135, on Demand su Sky e su Sky Go). “Salute e benessere” [...]

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

ottobre 20, 2020

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

Pochi sanno che la parola “Ambiente” è stata utilizzata come sostantivo per la prima volta nel trattato “Il Saggiatore” di Galileo Galilei, pubblicato il 20 ottobre 1623. Nel dettaglio al cap. 21, pag. 98, riga 4 dell’edizione originale, come visibile dall’immagine della pagina qui accanto. Dobbiamo dunque al genio italiano, fondatore della scienza moderna, la paternità [...]

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

ottobre 15, 2020

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

“Green Talk”, seconda edizione del convegno firmato 1000 Miglia Green, torna mercoledì 21 ottobre 2020 alle 10.30, in collaborazione con Symbola, Fondazione per le qualità italiane, che da diversi anni stila il rapporto italiano sulle eccellenze del settore e-mobility. Il Green Talk nasce allo scopo di approfondire le tematiche della sostenibilità, con particolare attenzione e riferimento [...]

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

ottobre 9, 2020

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

L’edizione 2020 di IMAG-E tour non poteva che prendere avvio dai messaggi per la “ripartenza” dopo l’onda lunga del lockdown: più attenzione alla salute e all’ambiente, transizione concreta alla green economy, solidarietà tra i vari settori produttivi e collaborazione tra il pubblico e il privato. Tutte missioni che oggi, grazie anche ai fondi europei previsti [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende