Home » Eventi » Alla BIT di Milano il turismo sostenibile dà i numeri. E pensa all’Expo:

Alla BIT di Milano il turismo sostenibile dà i numeri. E pensa all’Expo

febbraio 18, 2014 Eventi

La sostenibilità, alla Bit di Milano, si chiama anche Expo. Alla Borsa Internazionale del Turismo regna sovrana la promozione per l’Esposizione 2015. In uno spazio grande e accomodante, che ospita il verde come dovrebbe essere nella futura architettura della rinnovata piazza Duomo, giardini verticali e piante di cereali che rappresenteranno la cultura contadina lombarda e faranno parte dei futuri giardini della piazza più famosa della città, un turismo sempre più impegnato. Un impegno di energie pulite, protezione del patrimonio e salvaguardia dell’integrità naturale e culturale. Un’attenzione che si rispecchia anche in strutture ricettive capaci di limitare l’impatto ambientale, migliorare la qualità del lavoro e offrire trasporti più sostenibili. Se tutto questo sarà sogno. inganno o realtà lo vedremo tra poco più di un anno, ma soprattutto dopo, quando i riflettori dell’Expo saranno spenti e le strutture realizzate dovranno reggere la prova del “post” e di un riadattamento veramente sostenibile.

Un contributo all’analisi dello scenario, come ogni anno, arriva dalla Fondazione Univerde, con il suo IV rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo”. “Lo stop al consumo del suolo è, per gli italiani, la prima emergenza per un turismo davvero sostenibile”, dice Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione ed ex Ministro all’Ambiente. Dall’analisi dello studio emerge che il timore che il turismo rechi danno all’ambiente è molto alto ed in crescita (dal 45% del 2011 al 49% oggi) e la prima preoccupazione resta la cementificazione, seppure in riduzione, dal 63% al 49% mentre crescono i timori dovuti all’inquinamento (dal 10% al 15%) e all’ipersfruttamento (20%). “Natura e cultura sono i motori dell’ecoturismo in Italia e un volano per la ripresa economica del Bel Paese e per la creazione di nuova occupazione. Cresce la conoscenza del turismo sostenibile (dal 63% al 75 %) ritenuto eticamente corretto (35%) e vicino alla natura (31%) e solo dal 9% è ritenuto utopico e dal 4% costoso. Il 4% lo ritiene un freno allo sviluppo, il 48% un’opportunità di crescita e il 41% una necessità. In crescita (dal 39% al 45%) chi pagherebbe fino ad un 10/20% in più per non danneggiare l’ambiente mentre scende dal 42% al 33% chi prende in considerazione solo il costo economico.

Sono i pannelli solari (51%), seguiti dai menù bio e a km zero (29%) e dal risparmio idrico (27%), le scelte che comunicano più attenzione all’ambiente nelle strutture ricettive. Nel trasporto sostenibile il “simbolo” resta invece il treno con il 76%. Cresce anche la conoscenza dell’ecoturismo, dal 47% del 2011 al 58% di oggi, con un picco dell’82% per gli over 54 anni, segno che occorre aumentare la divulgazione tra i più giovani. Anche in questo caso l‘informazione passa dal web e più in particolare dai motori di ricerca (67%) e dai siti specializzati. Resta alta, ma diminuisce la percentuale degli italiani che vede in crescita la sensibilità verso il turismo sostenibile ed ecoturismo per effetto della crisi.

Finalmente la maggioranza degli intervistati è a conoscenza che l’Expo 2015 riguarda il cibo (si è passati dal 20% della rilevazione 2013 al 67% di oggi), ed hanno anche idee chiare. Alla domanda “Quale tipo di agricoltura va valorizzata all’Expo?” solo l’1% sceglie quella OGM, il 2% quella convenzionale (con prodotti chimici) ed il restante 85% punta decisamente sulle agricolture di qualità e senza OGM (sul biologico e simili il 49% e sui prodotti a denominazione e tipici il 36%). “Di fronte a questo schiacciante 85% – dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, – il Governo italiano deve almeno decidere subito che il Padiglione Italia sia No OGM ed esponga il meglio delle agricolture amate dai nostri cittadini che sono un vanto per il nostro Paese e per il nostro export. È anche importante che si lavori da subito ad un documento coraggioso per le conclusioni dell’Expo”.

Non mancano poi le strutture che hanno contrastato la crisi scommettendo sulla green economy. Hotel, relais, alberghi, agriturismi, B&B, country house, bio fattorie, rifugi, alberghi diffusi, centri di educazione ambientale e ancora stabilimenti balneari, centri sportivi, ristoranti, camping, villaggi e persino un osservatorio astronomico tra le strutture gestite in modo totalmente ecologico e che offrono ai loro ospiti un’ottima qualità ambientale. Quarantuno di queste si sono aggiudicate l’Oscar dell’ecoturismo 2013, il premio assegnato da Legambiente alle migliori aziende turistiche affiliate all’etichetta Legambiente TurismoBellezzaNatura, nell’ambito della Borsa Internazionale del Turismo. Aziende che contrastano la crisi scommettendo sulla green economy, investendo nelle fonti pulite e le nuove tecnologie per il risparmio energetico, il recupero e il riciclo dei materiali. Operatori che oltre a salvaguardare l’ambiente curano il rapporto con il territorio e la natura, diffondono cultura, storia, arte e tradizioni e offrono il miglior Made in Italy agroalimentare. Perché non aiutiamo concretamente (leggi: fiscalità ecologica) queste imprese e la smettiamo di incentivare gli inquinatori e i devastatori di paesaggio?

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende