Home » Eventi » ArteFiera 2013, cronache di un ambiente minacciato:

ArteFiera 2013, cronache di un ambiente minacciato

gennaio 28, 2013 Eventi

Un lungo weekend di cultura. A Bologna, dal 25 al 28 gennaio, la 37° edizione di Artefiera ha disseminato anche quest’anno la città di appuntamenti con l’arte contemporanea. Non solo mercato d’arte, quindi, con le 175 gallerie e i 1100 artisti ospitati dai padiglioni 25 e 26 della fiera. Con Art City, manifestazione organizzata con il Comune, le opere d’arte si collocano nei palazzi, biblioteche, musei e piazze del capoluogo felsineo, e diventano arte pubblica, alla portata di tutti, attraverso i più disparati linguaggi, dalla pittura al cinema, dalla danza alle installazioni, dalla fotografia alla “spoken poetry”.

Sicuramente smart & green il servizio di navetta gratuita, l’Art City Bus, con corse ogni 20 minuti e sei fermate tra Fiera e centro per accompagnare i visitatori lungo il circuito dei luoghi dell’arte, illustrato dall’Art City Map . Feeling ecologico ha mostrato del resto anche il primo cittadino, Virginio Merola, per cui l’arte è “la forma più pulita di energia“.

Oltre i classici Burri, De Chirico e Morandi, da segnalare altre forme e formule artistiche. Come le partiture sonore di Sound Anthology, di Maurizio Nannucci e Simone Conforti, che hanno fatto vibrare Piazza Maggiore: con meccanismi regolati in base alla luce solare, l’installazione interattiva ha inondato il “crescentone” della piazza di suggestioni musicali, con variazioni di fluide sonorità trasmesse dagli altoparlanti sulla facciata di Palazzo Podestà. Gli effetti sonori, diffondendosi dalle 9 alle 21, variavano in base alla luce delle diverse ore del giorno. Promossa dal Mambo, il Museo d’Arte Moderna di Bologna, questa tecnica immette arte nel preesistente, reinventando creativamente edifici e strumenti già parte dell’arredo urbano, senza aggiungere materia né lasciare traccia.

Nelle opere in cui la sensibilità e la ricerca artistica si concentrano sull’ambiente e sul rapporto che l’uomo instaura con questo, spesso si resta ancora turbati da presagi inquietanti, da una natura che appare o dilaniata nelle sue risorse o malinconico fondale di morte. Al rapporto con la natura è dedicata anche una buona parte della produzione di Bas Jan Ader (1942-1975), fotografo olandese dall’opera molto influente negli anni Sessanta-Settanta. La mostra “Tra due mondi“, a Villa delle Rose fino al 17 marzo, è la prima retrospettiva a lui dedicata in Italia e propone una selezione dei lavori più significativi.

Dalla Settima arte, inoltre, un autentico grido d’allarme ambientale.  La distruzione del pianeta attraverso un uso predatorio delle sue risorse è il tema di “TristanOil“, ideato da Nanni Balestrini, con la collaborazione di Giacomo Verde. Andato in scena domenica al Cinema Lumière, il film-documentario è generato da un computer che riassembla in capitoli di dieci minuti oltre 120 clip video basati sul medesimo argomento. Le sequenze video sono selezionate da disastri ecologici, immagini della borsa, di povertà, di guerra, alternate da frasi tratte dal romanzo combinatorio Tristano di Nanni Balestrini, ed emergono da una colata di petrolio come in un flusso potenzialmente infinito.

Con Gelo, invece, sono in mostra alla Pinacoteca Nazionale (fino al 10 febbraio) le opera più rappresentative del duo Masbedo. Nelle due videoinstallazioni e un video presenti, Niccolò Massazza e Jacopo Bedogni rappresentano la natura, “il terzo attore” secondo i due artisti. In Serendipity, i due schermi raccontano un paesaggio di struggente bellezza ma infausto: un tratto di costa inglese dalle scogliere bianchissime, con dirupi che arrivano fino a 160 metri, luogo di centinaia di suicidi. Serendipity mostra quindi un percorso in bilico tra vita e morte, tra la bellezza soverchiante dei luoghi e la lugubre vocazione che è stata loro attribuita dall’uomo, quasi la specie umana avesse macchiato irrimediabilmente la purezza del luogo. Il pensiero corre ai tratti di mare deturpati dagli incidenti di navi petrolifere, come quello in Florida. Lascia insomma l’amaro in bocca. Ash, invece, riprende l’eruzione del vulcano islandese Eyafjallajokull, che oscurò i cieli e bloccò il sorvolo degli aerei per una settimana: una manifestazione di quella vis maior capace di sconvolgere ogni cosa, rammentando la dimensione fragile dell’animale uomo.

Anche la danza, ad Art City, fa riflettere sui nostri tempi. La performance-installazione video “Tra MieBo” di Valeria Magli, che ha animato le serate dell’Oratorio San Filippo Neri, mostra la danza come metafora di una vita senza momenti di pausa o silenzi, vorticosa come le evoluzioni dei dervisci, i mistici arabi che cercano l’ascesi dalla dimensione materiale. La indaga, invece, in tante direzioni e discipline differenti, la mostra “Benzine. Le energie della tua mente”, di Giovanni Carrada, prodotta dalla Fondazione Golinelli in collaborazione con la Triennale di Milano. L’esposizione si articola in sette percorsi, dedicati ad altrettante forme di “energia” – arte, idee, passione, creatività, il nuovo, l’apprendimento, gli altri. I diversi ambienti ospitano opere di artisti di fama internazionale accanto ad esposizioni di stampo prettamente scientifico. La mostra si colloca infatti a cavallo di un’altra manifestazione, Arte e Scienza in Piazza, in corso a Bologna fino al 10 febbraio.

Cristina Gentile

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende