Home » Eventi »Internazionali »Politiche » Cambiamenti climatici, stallo nei negoziati:

Cambiamenti climatici, stallo nei negoziati

maggio 18, 2012 Eventi, Internazionali, Politiche

L’anno scorso nell’ultima puntata delle negoziazioni sul clima di Durban, i Paesi del mondo si erano accordati per un pacchetto di misure per ridurre le emissioni di gas serra e contrastare i cambiamenti climatici. Al termine del summit, si era concordato che la nuova intesa dovesse essere definita entro il 2015 ed entrare in vigore solo nel 2020 ma, ad oggi, gli obiettivi concreti e la tempistica rispetto all’attuazione degli interventi non sono ancora stati ancora fissati. Il Protocollo di Kyoto, in scadenza nel 2012, è stato nel frattempo prolungato per un periodo di “5 o 8 anni”.

Di questo si parla in questi giorni nella sessione di negoziati di Bonn, un incontro degli organismi sussidiari della UNFCCC (United Nations framework convention on climate change) per preparare la prossima conferenza delle parti sul clima che si terrà a dicembre a Doha.

“Durban è stato un punto di svolta in cui i governi hanno concordato compiti e scadenze che andranno nella direzione di evitare il peggio per il futuro dei cambiamenti climatici – ha affermato Christiana Figueres, Segretario Esecutivo dell’Unfccc in apertura della conferenza – Adesso abbiamo bisogno di mantenere alta l’attenzione per trasformare le decisioni politiche in azioni”. Nonostante i propositi della Figueres, le divisioni tra gli Stati sono profonde e al terzo giorno di negoziati sono molte le questioni non risolte, tanto da rischiare uno stallo sulla definizione dell’agenda: secondo l’Action Plan definito nella sessione di Bali del 2009, i paesi industrializzati, tra cui Europa e Stati Uniti, dovrebbero essere i primi ad aumentare il proprio livello di ambizione nel ridurre le emissioni di gas serra.

L’India, parlando a nome della coalizione Basic che include Brasile, Cina e Sud Africa, è intervenuta asserendo che le questioni irrisolte, come l’aumento di CO2 negli Stati Uniti in questi ultimi anni, non dovrebbero essere tenute fuori dal tavolo negoziale. Secondo il portavoce indiano “il fallimento nel raggiungere una soluzione soddisfacente e il completamento del lavoro dell’AWG-KP (il gruppo di lavoro che si occupa dei target di riduzione dei Paesi industrializzati secondo il Protocollo di Kyoto) nella Cop 18 senza ulteriori condizioni, nuocerebbe gravemente l’ambito di azione delle negoziazioni e l’implementazione di un regime per i cambiamenti climatici”.

Il punto della questione si ripercuote nella decisione se prorogare la fase II del Protocollo di Kyoto per 5 o 8 anni: l’Europa sta spingendo per gli 8, in modo da non provocare gap temporali tra i regimi di contenimento delle emissioni e poter anche continuare con i progetti di Clean Development Mechanism; i Paesi emergenti, e in particolar modo le piccole isole-Stato, vedono in questa mossa un tentativo di posticipare tutti gli obblighi al dopo 2020, con gravi ripercussioni sull’aumento della concentrazione di emissioni. Altro nodo controverso, sono le decisioni relative al Green Climate Fund, che dovrebbe portare a mobilitare risorse per 100 miliardi di dollari all’anno per il clima dal 2020: anche su questo punto non si è raggiunto l’accordo sulla nomina dei Paesi che dovrebbero far parte del consiglio di amministrazione del fondo, tanto da spingere i delegati a posticipare la prima riunione del consiglio a giugno.

Veronica Caciagli

 


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende