Home » Eventi » Children’s Tour: le “vacanze verdi” si fanno spazio nel turismo per famiglie:

Children’s Tour: le “vacanze verdi” si fanno spazio nel turismo per famiglie

marzo 19, 2012 Eventi

Vacanze verdi”, a contatto con la natura: a questa ritrovata tendenza è stato dedicato un intero padiglione di Children’s Tour, il salone delle vacanze per bambini e famiglie, a ModenaFiere dal 16 al 18 marzo. Alla sua nona edizione, la fiera ha visto la partecipazione di oltre 200 espositori e numerosi appuntamenti di approfondimento per operatori turistici, come la presentazione, venerdì 16 marzo, dei dati raccolti dall’Osservatorio Nazionale sul Turismo Giovanile.

Che viaggino con la famiglia o sperimentino le prime trasferte da soli, bambini e ragazzi rappresentano un mercato di riferimento stimato in circa 2 milioni e 130 mila famiglie. In rete spuntano siti e blog dedicati al fenomeno, come Bimbi e Viaggi, con racconti e scambi di informazioni di genitori con prole al seguito. Secondo il report aggiornato dell’Osservatorio più del 76 per cento delle famiglie italiane è andata in vacanza nel 2011, per almeno 4 giorni, con figli minorenni. Al quarto anno di rilevazioni, i dati registrano dunque un’alta propensione al viaggio delle famiglie con i bambini. “Ogni membro di una famiglia con bambini affronta in media 1,3 viaggi in un anno, contro la media nazionale di 0,8 viaggi pro capite l’anno” stima Paola Ragazzini, curatrice dell’Osservatorio.

E se il mare resta la meta preferita, cresce l’interesse per montagna e parchi naturali, spesso meta di seconde vacanze. Campione dell’indagine 700 famiglie residenti tra Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte, regioni da cui proviene oltre la metà (58%) dei vacanzieri italiani sul mercato nazionale. L’Istat inoltre registra che gli under 14 sono veri globetrotter: ogni anno oltre il 60% dei bambini effettua almeno una vacanza.

Non del tutto trascurabile, tuttavia, la percentuale (18,3%) dei nuclei familiari che non partono affatto. Discriminanti nei comportamenti di viaggio, si legge nel report, sono reddito familiare ed età dei figli: il 41% delle famiglie con un reddito medio basso non è partito per le vacanze, ed il 30% delle famiglie con i figli molto piccoli (meno di un anno) vi ha rinunciato. La fascia di età in cui i viaggi in famiglia sono i più numerosi va dai 2 ai 10 anni, mentre la soglia della prima  esperienza di viaggio da soli si è abbassata a 8 anni. Chi ne ha la possibilità effettua anche più di una vacanza durante l’anno: per l’Osservatorio oltre il 30% delle famiglie ha fatto i bagagli due volte o più nel 2011.

“Nel 2011 è cresciuta la quota di famiglie che hanno preferito andare all’estero, circa il 21% – spiega Ragazzini – mentre sono diminuiti i viaggi verso il Mezzogiorno. Sicuramente il costo del carburante ha inciso su questa scelta, facendo preferire, negli spostamenti, i voli low cost”. L’Emilia Romagna è la regione più scelta dagli intervistati (12%), seguita dalla Toscana (9%). Dunque le mete italiane più amate sono Rimini, Riccione, l’Isola d’Elba e la costa toscana, ma anche i lidi veneziani. Per l’estero, invece, sono in pole position le isole spagnole, la costa mediterranea francese, la Corsica, il Mar Rosso. Per viaggi non balneari, mete privilegiate sono le grandi città europee e New York. “Per il 47,5% delle famiglie – si legge nel report – la presenza dei figli ha influito sulla scelta della località ed in particolare nel 10% dei casi i bambini dagli 8 anni in su hanno contribuito direttamente alla scelta“.

Ecco spiegato perchè località turistiche, villaggi, alberghi, agriturismi e strutture ricettive progettino ormai servizi ad hoc per il target 0-14, attrezzando per esigenze “junior” non solo parchi divertimento e campi sportivi, ma anche centri per le vacanze studio, fattorie didattiche e percorsi naturalistici.

Per gli albergatori, in realtà, nel 2011 il mercato delle famiglie ha avuto un andamento stabile rispetto all’anno precedente. Ne segue una certa cautela negli investimenti: il 15% degli operatori ha inserito almeno un servizio in più per famiglie nell’ultimo anno, introducendo formule scontate sul soggiorno bambini, convenzioni con parchi e corsi sportivi, o migliorando spazi e attrezzature per la gestione dei figli. Risulta infatti che “La fedeltà alla località è piuttosto elevata, lo è meno alla struttura ricettiva” per ragioni di rapporto qualità/prezzo, su cui la clientela è sempre più esigente.

Tra le proposte presenti in fiera, la “scuola estiva di stregoneria” dellOasi Lipu di Crava Morozzo in Valle Maira, località alpina del Cuneese, dove imparare a conoscere e accudire gli animali, studiare rudimenti di astronomia e di erboristica. Le fattorie didattiche, diffuse soprattutto nelle località del Centro-Nord, propongono sessioni di cucina in cui imparare a fare il pane e attività manuali come la raccolta della frutta o la manutenzione delle stalle. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, tra escursioni, trekking, equitazione, percorsi naturalistici, come quelli tra vigne e meleti dell’Alto Adige, negli oltre mille masi e agriturismi, come il Gallo Rosso. Da segnalare il Montepizzo Adventure Park, sull’Appennino bolognese: il parco è privo di barriere architettoniche ed attrezzato anche per disabili.

Non mancano infine proposte che guardino oltre confine, come la “ciclovacanza”, una settimana sulla famosa ciclabile lungo il Danubio, da Linz  a Vienna; o quelli in combinata bicicletta e barca sul territorio olandese.

Comune denominatore di queste eco-vacanze sembra essere la riscoperta dell’interazione uomo-ambiente, in un apprendimento legato al gioco, alla socializzazione e alle attività sportive.

Cristina Gentile

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende