Home » Eventi »Recensioni » Cinemambiente premia la tenacia del popolo Takuu:

Cinemambiente premia la tenacia del popolo Takuu

giugno 6, 2011 Eventi, Recensioni

Si è conclusa ieri sera, con una lunga cerimonia, la 14^ edizione del Festival CinemAmbiente di Torino. Nonostante le condizioni metereologiche avverse di questi giorni, il pubblico non si è scoraggiato e, pur rinunciando al contestuale Bike Pride (che sarà rimandato al 10 luglio), ha confermato un interesse crescente sia per i film proiettati in sala che per le numerose iniziative collaterali, come gli aperitivi letterari e FierAmbiente.

Quest’ultima, alla sua prima edizione, ha animato le vie del centro di Torino e avvicinato i cittadini, in modo pratico, ai temi della sostenibilità e delle buone pratiche, anche attraverso il concorso “Crea il tuo giardino portatile” promosso dall’Aiapp per stimolare la creatività di adulti e bambini.

I dati ufficiali registrano la presenza di 20.000 spettatori e la partecipazione di numerosi ospiti internazionali, con circa 50 registi per oltre 100 film in competizione e fuori concorso.

Le giurie del festival quest’anno sono state sette. Quella composta da Michael Cimino (il mitico regista de “Il cacciatore”, che alla domanda “Come ha trovato Torino?” ha risposto: “Torino is very wet”), Mimmo Calopresti, Myriam Gast-Loup, Paola Maugeri e Mario Tozzi ha assegnato il premio Asja, del valore di 5.000 euro, al miglior documentario internazionale: There once was an island della regista Briar March, “per la chiara esposizione di uno dei maggiori problemi ambientali del terzo millennio”, ovvero il cambiamento climatico che provoca l’innalzamento del livello degli oceani (di cui mercoledì si celebrerà la Giornata Mondiale).

Per il Concorso Documentari Italiani, la giuria composta da Bunna (Africa Unite), Enrico Camanni, Simona Risi ha invece assegnato il premio CIAL, del valore di 3.000 Euro, al film: Loro della munnizza dei registi Marco Battaglia, Gianluca Donati, Laura Schimmenti, Andrea Zulini, “per la capacità di raccontare l’umanità e la dignità dei cenciaioli di Palermo“, la versione nostrana dei catadores raccontati da Lucy Walker in Waste Land, il film d’apertura del Festival.

La stessa giuria ha assegna inoltre il Premio speciale Sub-Ti per la sottotitolazione del film Polvere, dei registi Niccolò Bruna e Andrea Prandstraller, per aver realizzato un’inchiesta efficace sul dramma dell’amianto. Polvere ha ricevuto inoltre la Menzione Speciale Legambiente, assegnata dai giurati Fabio Dovana, Salvatore Venezia e Federico Vozza.

Il premio di 2.000 euro offerto dall’Istituto Europeo di Design è stato invece assegnato, dalla Giuria composta da Heinrich Hermanns, Andrea Segrè, Lia Furxhi, al miglior cortometraggio, Un monde pour soi, del regista Yann Sinic, “per la profondità con cui racconta l’urbanizzazione delle aree rurali in relazione al limite delle risorse naturali”. La stessa ha assegnato inoltre una Menzione Speciale al film Dive! Living off America’s waste del regista Jeremy Seifert, per aver posto l’attenzione sullo scandalo dello spreco alimentare in un Paese “sviluppato” come gli USA. Il film ha ricevuto anche la Menzione Speciale WWF, assegnata da Martin Atkin, Riccardo Fortin e Isabella Pratesi.

La giuria del Premio Consulta Provinciale degli Studenti di Torino ha infine voluto premiare Into Eternity di Michael Madsen, il film sul deposito nucleare di Onkalo, in costruzione in Finlandia, che ha anche ricevuto la menzione speciale Green Cross Italia.

 

La premiazione è stata seguita dalla proiezione di Itali@mbiente, una mappa del disagio ambientale in Italia, costruita interamente con la partecipazione della Rete e il contributo dei cittadini, supervisionati dal geologo Mario Tozzi. Tambien la lluvia (Even the rain), film appassionante e attualissimo – candidato all’Oscar come migliore film straniero per la Spagna – che racconta la storia di una troupe cinematografica giunta in mezzo alla giungla tropicale per narrare l’arrivo di Colombo in America (e la sua sete d’oro), che si trova coinvolta, suo malgrado, in una vera e propria guerra civile scatenata dagli attori del film per proteggere il bene più prezioso al mondo dalla privatizzazione: l’acqua. Così, la realtà contagia la finzione e altera il ritmo delle riprese, mentre i parallelismi tra passato (coloniale) e presente (colonizzato) si fanno evidenti. Tutto si mischia, si confonde, si modifica in funzione di alcuni fatti che non figuravano nella sceneggiatura e che lo staff di produzione non può pianificare, e nemmeno immaginare…

Elena Marcon 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende