Home » Eventi »Rassegna Stampa » Città sostenibili: Milano?:

Città sostenibili: Milano?

novembre 11, 2010 Eventi, Rassegna Stampa

Città sostenibili MilanoMilano è una città  sostenibile? Difficile dirlo. A pochi giorni dal successo della raccolta firme per i referendum sull’ambiente di Milanosimuove, il rapporto di Siemens ItaliaCittà sostenibili: Milano”, realizzato dall’Istituto Piepoli con il patrocinio del Comune di Milano traccia un profilo differente: eccellenti i trasporti, la rete d’acqua, l’efficienza energetica e un vero punto di forza: la gestione dei rifiuti.  La città traballa invece quando si tratta di qualità dell’aria (critica) e disponibilità di verde pubblico (dati discordanti).

Lo studio rientra nell’ ambito di un progetto di ricerca Siemens sulla sostenibilità ambientale di dieci città italiane, per affrontare e vincere la sfida di uno sviluppo sostenibile. “Nella lotta al cambiamento climatico, il ruolo delle città, è sempre più rilevante: il 75% dei consumi di energia e l’80% delle emissioni di gas serra derivano dalle aree urbane, – spiega Federico Golla, amministratore delegato di Siemens Italia. – In questo scenario è importante non solo conoscere le principali sfide legate alla tutela del territorio, ma anche essere in grado di proporre soluzioni”.

Nella ricerca sono stati monitorati i risultati ottenuti in otto diverse categorie: emissioni CO2, consumo energetico, efficienza edifici e green hospital, trasporti, acqua, raccolta rifiuti, qualità dell’aria e politiche di gestione del verde. Il trasporto pubblico è una delle eccellenze del capoluogo lombardo. Già nel 2008 i servizi meneghini hanno trasportato circa 650 milioni di passeggeri, facendo percorrere ai suoi mezzi 146.744.780 di chilometri. La densità delle reti di trasporto è ampiamente al di sopra della media italiana, per ogni 100km² infatti Milano registra indici estremamente positivi con un punteggio di 52 per quanto riguarda le ferrovie contro il 18 della media, le reti metropolitane viaggiano con una densità di 28 contro 0,6, le linee tramviarie guadagnano un punteggio di 98 contro 1,6 delle altre città italiane. Altro dato positivo è il numero di passeggeri annui trasportati dai mezzi pubblici per abitanti: 694 rispetto ad una media nazionale di 88. C’è anche l’idea di tornare alla piena navigabilità dei navigli con natanti alimentati ad energia alternativa, soluzione che già da un anno è in via di sperimentazione sulla tratta di canale tra Milano e Trezzano.

Anche sul fronte dell’acqua si registra un trend positivo: gli indici di sostenibilità ecologica evidenziano, infatti, una situazione tendenzialmente migliore rispetto alla media italiana. In particolare le perdite in rete si attestano al 10% contro il 31% nazionale. Per quanto riguarda il consumo energetico, il Comune di Milano presenta valori allineati alla media nazionale. Ma per il futuro sono previste ampie riduzioni, si calcola che entro il 2020 il miglioramento dell’efficienza energetica dell’illuminazione pubblica dovrebbe contribuire ad un abbattimento potenziale di 6 Kton/anno e generare un beneficio per unità di riduzione molto elevato, pari a -202€/TCo2.

Se si parla di efficienza energetica non passano inosservati i dati sulla situazione che riguarda le strutture ospedaliere, sia pubbliche che private. Positiva la diffusione del teleriscaldamento con 93/1000 abitanti serviti rispetto una media di 55/1000. Ma il vero punto di forza del capoluogo lombardo pare essere la gestione dei rifiuti. Milano è una delle poche città in Europa nelle quali è stato attivato, su tutto il territorio, un sistema di raccolta differenziata “porta a porta”. I rifiuti urbani avviati ad impianti di recupero per i comuni capoluogo di provincia sono 240 Kg per abitante rispetto ai 133 della media nazionale; la raccolta differenziata raggiunge il 36% rispetto al 29% della media nazionale.

La criticità è rappresentata dalla qualità dell’aria, in quanto tutti gli indicatori riferiti all’inquinamento sono al di sopra della media nazionale. Il rapporto dell’Amat riferito al consolidato 2010 (fino a settembre) evidenzia tuttavia un miglioramento complessivo e tendenziale negli ultimi tre anni del livello di PM10: i giorni di superamento della media di 50 microgrammi/m3 sono infatti inferiori rispetto agli anni scorsi (69 giorni nel 2008, 60 giorni nel 2009 e, quest’anno, 53 giorni).

I dati che si riferiscono alla disponibilità di verde pubblico urbano si presentano, invece, discordanti: se da un lato Milano presenta una disponibilità di verde urbano significativamente inferiore alla media nazionale, dall’altro la densità di verde urbano si colloca sopra la media, 12% contro l’8%. Oggi la percentuale di superficie occupata dal verde è il 12%, mentre 20 anni fa era a malapena il 6%.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende