Home » Eventi »Nazionali »Politiche » Clini apre il Festival dell’Energia:“Informazione più corretta e libera su fonti e tecnologie”:

Clini apre il Festival dell’Energia:“Informazione più corretta e libera su fonti e tecnologie”

giugno 12, 2012 Eventi, Nazionali, Politiche

“Energia per ripartire”. Questo il filo conduttore dei quaranta appuntamenti che animeranno l’edizione 2012, la quinta, del Festival dell’Energia, la tre giorni che prende il via il prossimo 15 giugno, a Perugia.

Organizzato da Aris, l’Agenzia di Ricerche Informazione e Società, guidata da Alessandro Beulcke, il Festival è stato presentato il 6 giugno alla Stampa Estera, a Roma, alla presenza del ministro dell’Ambiente Corrado Clini.

Ci vuole energia per raccogliere le sfide, energia per lanciarle, energia per cambiare e promuovere il futuro, sembrano suggerire gli organizzatori. Ma, prima ancora, è necessaria un’informazione corretta, “non orientata dai produttori ma libera”, spiega ai giornalisti il ministro Clini, che parla a tutto campo di energia e in particolare, dei nodi che ostacolano ancora il futuro energetico del Paese.

In questa chiave, “comunicare la questione energetica, come si propone di fare il Festival, diventa un lavoro utile nella misura in cui riesca a spiegare, in maniera trasparente, i criteri di valutazione delle diverse fonti energetiche ma anche i differenti interessi in campo; a fare chiarezza sui costi dell’elettricità e, dunque, sul perché la bolletta degli italiani costa – mediamente – il 30 per cento in più rispetto agli altri paesi dell’Unione”. Questo, per Clini, significa, “affrontare senza mezzi termini, il tema delle infrastrutture di riferimento” che creano “una situazione distorsiva del costo dell’elettricità”. E non solo perché, sottolinea il ministro, “non abbiamo materie prime”, ma anche (e principalmente) per via del fatto che “è stato costruito un sistema chiuso, non competitivo”, in cui il prezzo è stato posto “in funzione dell’unica azienda che produceva e distribuiva energia elettrica”. Con la liberalizzazione del settore, “e lo spezzettamento del monopolista”, naturalmente si sono create le tipiche “tensioni” che accompagnano sempre qualsiasi trasformazione reale in un ambito che vede interessi forti e contrapposti.

La stessa trasformazione che Clini auspica relativamente al settore del gas con Snam-Eni, quella di “aprire una stagione di liberalizzazioni come risposta al bisogno di diversificare gli approvvigionamenti”, e lavorare sull’obiettivo di rendere “l’Italia un hub, un polo di quest’infrastruttura energetica”.

Il tema di come costruire un’informazione corretta sul nodo energia, secondo Clini, è fondamentale anche per venire a capo delle distorsioni esistenti nel sistema-Italia: “Se la nostra prospettiva è quella di incardinarci in uno scenario competitivo globale, allora occorre comprendere su quali scelte puntare – in termini di politiche energetiche – per essere competitivi e crescere”.  “Abbiamo bisogno di energia pulita”, prosegue, “ma anche di concorrenza”: e nella relazione che c’è tra  ambiente ed energia, “un possibile modo per coniugarli passa proprio attraverso un riequilibrio delle diverse fonti e tecnologie”.

Più protezione dell’ambiente, dunque, e più concorrenza in ambito energetico, questa la ricetta proposta dal rappresentante del governo: questo vuol dire rivedere le politiche di incentivazione dei combustibili fossili: “Nel 2011, Cina e Usa hanno investito 50 miliardi di dollari in energia pulita e l’India ha aumentato i propri investimenti del 58 per cento rispetto al 2010”, questi numeri, spiega Clini, “per avere un’idea di come riorientare la crescita italiana, legando il nostro sviluppo al mercato mondiale”.

Eppure, mentre Cina e America muovono risorse importanti in quella direzione, “noi le utilizziamo per conservare vecchi sistemi del passato che, negli ultimi anni, hanno prodotto solo cassa integrazione”. Ecco cosa vuol dire, secondo Clini, il claim del Festival “Energia per ripartire”: che l’opinione pubblica, attraverso l’informazione, maturi una consapevolezza diversa, che la porti a riconsiderare i punti di riferimento tradizionali, a comprendere che “non esistono più punti fermi e se ci sono, non sono gli stessi degli anni ’80 e ’90”.

“L’energia è un tema cruciale”, conclude Beulcke, “che sta cambiando il volto del panorama industriale, sociale e perfino urbano, nel nostro Paese come nel mondo. E che chiama in causa la politica nazionale, le amministrazioni territoriali, i decisori economici e il mondo della ricerca”. Questo per sottolineare come il Festival si proponga di offrire contributi diversi su diversi fronti: dalle città intelligenti – su cui interverrà, tra gli altri, l’antropologo francese Marc Augé - all’efficienza energetica, dalle innovazioni tecnologiche ai nuovi equilibri di mercato.

Dibattiti, mostre, visite guidate, inviti alla lettura, iniziative speciali per i più piccoli: tutti gli eventi in programma declineranno l’energia in chiavi diverse, dalla bolletta e i diritti dei consumatori, al tema degli sprechi e alle professioni del futuro nel campo della green economy.

Non solo tavole rotonde e talk-show. Anche mostre didattiche interattive come quella sull’idrogeno oppure la visita alla centrale idroelettrica più grande d’Italia , a Galletto, in provincia di Terni. Oltre alle proposte rivolte al pubblico più giovane, come la caccia al “tesoro sostenibile” e il percorso ludico-didattico “energeticamente”.

Sarà possibile ricevere aggiornamenti sulla tre giorni del Festival seguendo la diretta Twitter dall’account @FestivalEnergia, e il lancio dell’hashtag #latuaenergia.

Ilaria Donatio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende