Home » Eventi »Nazionali »Politiche » Clini apre il Festival dell’Energia:“Informazione più corretta e libera su fonti e tecnologie”:

Clini apre il Festival dell’Energia:“Informazione più corretta e libera su fonti e tecnologie”

giugno 12, 2012 Eventi, Nazionali, Politiche

“Energia per ripartire”. Questo il filo conduttore dei quaranta appuntamenti che animeranno l’edizione 2012, la quinta, del Festival dell’Energia, la tre giorni che prende il via il prossimo 15 giugno, a Perugia.

Organizzato da Aris, l’Agenzia di Ricerche Informazione e Società, guidata da Alessandro Beulcke, il Festival è stato presentato il 6 giugno alla Stampa Estera, a Roma, alla presenza del ministro dell’Ambiente Corrado Clini.

Ci vuole energia per raccogliere le sfide, energia per lanciarle, energia per cambiare e promuovere il futuro, sembrano suggerire gli organizzatori. Ma, prima ancora, è necessaria un’informazione corretta, “non orientata dai produttori ma libera”, spiega ai giornalisti il ministro Clini, che parla a tutto campo di energia e in particolare, dei nodi che ostacolano ancora il futuro energetico del Paese.

In questa chiave, “comunicare la questione energetica, come si propone di fare il Festival, diventa un lavoro utile nella misura in cui riesca a spiegare, in maniera trasparente, i criteri di valutazione delle diverse fonti energetiche ma anche i differenti interessi in campo; a fare chiarezza sui costi dell’elettricità e, dunque, sul perché la bolletta degli italiani costa – mediamente – il 30 per cento in più rispetto agli altri paesi dell’Unione”. Questo, per Clini, significa, “affrontare senza mezzi termini, il tema delle infrastrutture di riferimento” che creano “una situazione distorsiva del costo dell’elettricità”. E non solo perché, sottolinea il ministro, “non abbiamo materie prime”, ma anche (e principalmente) per via del fatto che “è stato costruito un sistema chiuso, non competitivo”, in cui il prezzo è stato posto “in funzione dell’unica azienda che produceva e distribuiva energia elettrica”. Con la liberalizzazione del settore, “e lo spezzettamento del monopolista”, naturalmente si sono create le tipiche “tensioni” che accompagnano sempre qualsiasi trasformazione reale in un ambito che vede interessi forti e contrapposti.

La stessa trasformazione che Clini auspica relativamente al settore del gas con Snam-Eni, quella di “aprire una stagione di liberalizzazioni come risposta al bisogno di diversificare gli approvvigionamenti”, e lavorare sull’obiettivo di rendere “l’Italia un hub, un polo di quest’infrastruttura energetica”.

Il tema di come costruire un’informazione corretta sul nodo energia, secondo Clini, è fondamentale anche per venire a capo delle distorsioni esistenti nel sistema-Italia: “Se la nostra prospettiva è quella di incardinarci in uno scenario competitivo globale, allora occorre comprendere su quali scelte puntare – in termini di politiche energetiche – per essere competitivi e crescere”.  “Abbiamo bisogno di energia pulita”, prosegue, “ma anche di concorrenza”: e nella relazione che c’è tra  ambiente ed energia, “un possibile modo per coniugarli passa proprio attraverso un riequilibrio delle diverse fonti e tecnologie”.

Più protezione dell’ambiente, dunque, e più concorrenza in ambito energetico, questa la ricetta proposta dal rappresentante del governo: questo vuol dire rivedere le politiche di incentivazione dei combustibili fossili: “Nel 2011, Cina e Usa hanno investito 50 miliardi di dollari in energia pulita e l’India ha aumentato i propri investimenti del 58 per cento rispetto al 2010”, questi numeri, spiega Clini, “per avere un’idea di come riorientare la crescita italiana, legando il nostro sviluppo al mercato mondiale”.

Eppure, mentre Cina e America muovono risorse importanti in quella direzione, “noi le utilizziamo per conservare vecchi sistemi del passato che, negli ultimi anni, hanno prodotto solo cassa integrazione”. Ecco cosa vuol dire, secondo Clini, il claim del Festival “Energia per ripartire”: che l’opinione pubblica, attraverso l’informazione, maturi una consapevolezza diversa, che la porti a riconsiderare i punti di riferimento tradizionali, a comprendere che “non esistono più punti fermi e se ci sono, non sono gli stessi degli anni ’80 e ’90”.

“L’energia è un tema cruciale”, conclude Beulcke, “che sta cambiando il volto del panorama industriale, sociale e perfino urbano, nel nostro Paese come nel mondo. E che chiama in causa la politica nazionale, le amministrazioni territoriali, i decisori economici e il mondo della ricerca”. Questo per sottolineare come il Festival si proponga di offrire contributi diversi su diversi fronti: dalle città intelligenti – su cui interverrà, tra gli altri, l’antropologo francese Marc Augé - all’efficienza energetica, dalle innovazioni tecnologiche ai nuovi equilibri di mercato.

Dibattiti, mostre, visite guidate, inviti alla lettura, iniziative speciali per i più piccoli: tutti gli eventi in programma declineranno l’energia in chiavi diverse, dalla bolletta e i diritti dei consumatori, al tema degli sprechi e alle professioni del futuro nel campo della green economy.

Non solo tavole rotonde e talk-show. Anche mostre didattiche interattive come quella sull’idrogeno oppure la visita alla centrale idroelettrica più grande d’Italia , a Galletto, in provincia di Terni. Oltre alle proposte rivolte al pubblico più giovane, come la caccia al “tesoro sostenibile” e il percorso ludico-didattico “energeticamente”.

Sarà possibile ricevere aggiornamenti sulla tre giorni del Festival seguendo la diretta Twitter dall’account @FestivalEnergia, e il lancio dell’hashtag #latuaenergia.

Ilaria Donatio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

febbraio 23, 2018

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

Quest’anno Caterpillar e RAI Radio2 dedicano l’iniziativa “M’illumino di Meno“ alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi, ricordiamocelo, c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. Entro fine giornata del 23 febbraio 2018, la quattordicesima edizione di “M’illumino di Meno” ha dunque l’obiettivo di raggiungere la Luna a piedi con 555 [...]

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende