Home » Eventi » Se i parchi non fanno notizia:

Se i parchi non fanno notizia

gennaio 15, 2010 Eventi

2133431039_c655318450Si è tenuta oggi al Museo di Scienze Naturali di Torino la tavola rotonda sul tema della comunicazione delle aree protette piemontesi, moderata dal direttore Editoriale di Piemonte Parchi Enrico Camanni.

Il dibattito, aperto da Carlo Grande de La Stampa, ha visto presente in sala un pubblico inaspettatamente numeroso, costituito in buona parte da giornalisti e operatori della comunicazione. Il difficile ed evasivo rapporto tra carta stampata e parchi rientrerebbe, secondo Grande, nella “regola delle 3 esse”, impietosa sintesi di Sesso-Soldi-Sangue - i temi che tanto fanno notizia, quanto poco interessano, al contrario, la realtà dei parchi.

Gli uffici stampa delle aree protette incontrano ostacoli e scarsissima attenzione quando tentano di promuovere le proprie attività o il loro “posizionamento” come possibile meta turistica.  A parlarne sono Nanni Villani, responsabile del settore comunicazione del Parco delle Alpi Marittime e Ippolito Ostellino, direttore del Parco del Po Torinese: impegnati nel fare, gli amministratori dei parchi trovano poco tempo per comunicare “notizie”, con il risultato, spesso, di muoversi in modo dilettantesco o inefficace nel complesso mondo dell’informazione, rimanendo relegati ad un ambito meramente locale.

Non pochi, nel corso della mattinata, i nostalgici riferimenti alla carta patinata degli anni ’80, quando, freschi di riconoscimento ufficiale, i parchi trovavano ampia visibilità nei servizi di riviste come Airone e Oasis. Oggi, a trent’anni di distanza, il web pare aver complicato, a detta dei relatori, il modo di produrre informazione e, allo stesso tempo, il pubblico sembra aver perso interesse per le tematiche naturalistiche a carattere divulgativo, sia in televisione che sulla carta stampata.

Dunque, come fare notizia?

Massimiliano Borgia, condirettore di Luna Nuova, testata della Val di Susa, rispedisce al mittente parte delle accuse, suggerendo agli amministratori dei parchi di prestare maggiore attenzione ai riferimenti contenuti nella cronaca locale e nazionale e adottare un atteggiamento più proattivo: nel momento in cui una notizia coinvolge più o meno direttamente gli interessi del parco non occorre infatti attendere di essere interpellati, ma può essere efficace far sentire la propria voce per primi. Una semplice pillola di saggezza, in risposta alla più onerosa proposta di Ostellino di potenziare gli uffici stampa, con il contributo di esperti della comunicazione.

Giulio Ielardi, giornalista e fotografo freelance, punta invece il dito sul necessario supporto delle Regioni e del Ministero nella promozione di questi incontri, che non dovrebbero ricadere unicamente sulle forze di Federparchi. Rendere più frequenti le occasioni di dialogo permetterebbe inoltre una maggiore sensibilizzazione del pubblico sul tema, creando un network di “amici dei parchi” che possa coinvolgere anche fasce di età più giovane, ad oggi, scarsamente attratte dalle aree protette.

Ben venga la gente nei parchi!”, fa eco il presidente di Federparchi, il biologo Giampiero Sammuri – che da anni lavora per portare all’onore della cronaca le aree protette – in risposta a chi ricorda che, in alcune aree protette, la smania di tutelare la natura finisce addirittura per scoraggiare la presenza stessa dei visitatori.

Ma sarà poi quella dello scoop ”la via” dei Parchi?

A Giulio Caresio, Direttore Editoriale di Parks.it, l’organo ufficiale di Federparchi, viene concessa l’ultima parola, che ribalta la prospettiva: le aree protette, invita a riflettere Caresio, conservano un valore di per sé, che si colloca al di fuori del circuito costi-benefici e che, pertanto, può - e forse deve – prescindere da quell’’”ansia comunicativa” che muove il sistema mediatico odierno.

Giulia Novajra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende