Home » Eventi »Internazionali »Nazionali »Politiche »Twitter » Conferenza sul Clima di Varsavia: alcuni progressi, ma mancano gli impegni:

Conferenza sul Clima di Varsavia: alcuni progressi, ma mancano gli impegni

Si è conclusa sabato, con un giorno di ritardo, la diciannovesima Conferenza delle Parti (COP19), a Varsavia: dopo 2 settimane di lavori, gli Stati hanno approvato alcuni importanti documenti per raggiungere un trattato globale sui cambiamenti climatici. L’obiettivo è quello di arrivare a siglare nella Conferenza di Parigi in programma per il 2015 (COP21) un protocollo legalmente vincolante che distribuisca in modo equo tra gli Stati gli impegni di riduzione delle emissioni di CO2 e altri gas serra responsabili del riscaldamento globale.

Da Varsavia sono arrivate alcune importanti novità: sono stati approvati ufficialmente i meccanismi “REDD+” (Reduced Emissions from Deforestation and Degradation) e il nuovo “Loss & Damage”, attraverso il quale i Paesi in via di sviluppo più vulnerabili agli effetti del surriscaldamento globale del Pianeta, e in primis le piccole isole-Stato del Pacifico che saranno sommerse dall’aumento del livello del mare, riceveranno dei fondi per rimediare ai danni dei cambiamenti climatici. E’ stato approvato anche un documento sui finanziamenti, riaffermando il ruolo del Green Climate Fund istituito nella COP di Cancun del 2010.

Anche riguardo alla negoziazione che dovrebbe portare al nuovo Protocollo di Parigi, nella COP19 di Varsavia ci sono stati dei piccoli progressi: proprio questo testo negoziale è stato l’oggetto della maratona finale di 40 ore di intensa contrattazione, andata avanti tutta la notte di venerdì. Nel testo negoziale originario si prevedeva che tutti i Paesi dovessero sottoporre all’UNFCCC i propri “impegni” (“commitments”) per la lotta ai cambiamenti climatici entro il primo trimestre del 2015; nel documento finale approvato questa parola è stata cambiata in “contributi” (“contributions”). Ogni Stato quindi avrà l’onere di formulare il proprio contributo per il clima, in termini di misure per il taglio delle emissioni climalteranti, da portare in dote ai prossimi round negoziali. Questo approccio bottom-up permette agli Paesi di stabilire autonomamente come e quanto impegnarsi per il clima; purtroppo con questo sistema decisionale non è possibile emettere giudizi definitivi sull’efficacia delle azioni nazionali, in quanto non ne conosciamo ancora la portata. Per questo motivo alcuni osservatori hanno già decretato che il processo negoziale è stato un fallimento: mancano ancora i numeri, ovvero i “budget di gas serra” (“carbon budgets”). Alcune ONG hanno perfino lasciato la Conferenza nella giornata di giovedì, per protestare contro questa grave mancanza.

Il processo negoziale era stato avviato nel 1972 alla Conferenza di Rio, che aveva creato l’UNFCCC, l’organismo ONU che si occupa di cambiamenti climatici. Da allora gli Stati aderenti alle Nazioni Unite si incontrano periodicamente per stabilizzare l’aumento di temperatura globale a un livello che non sia pericoloso per l’uomo. Questo livello è fissato a +1.5-2° gradi centigradi rispetto ai livello preindustriali; considerando che siamo già arrivati a un aumento globale medio di 0,8°, appare chiaro quanto urgente sia prendere delle misure idonee a bloccare la concentrazione di anidride carbonica e degli altri gas in atmosfera. Proprio in questo processo negoziale, nel 1997 era stato approvato il Protocollo di Kyoto, il primo trattato internazionale che poneva degli impegni per la diminuzione di 6 gas serra per i Paesi industrializzati, valido nel periodo 2008-2012. Adesso che il Protocollo di Kyoto è scaduto, la trattativa prosegue per giungere a un nuovo trattato, che dovrebbe essere siglato a Parigi nel 2015, per entrare poi in vigore dal 2020.

La strada per un Protocollo globale è ancora in salita; per sapere se riusciremo a vincere la sfida per il clima dovremo attendere le prossime due conferenze: a Lima nel 2014 e a Parigi nel 2015.

Veronica Caciagli

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende