Home » Eventi »Idee » Costituente ecologista: verso un soggetto politico alternativo:

Costituente ecologista: verso un soggetto politico alternativo

maggio 23, 2011 Eventi, Idee

La cura (ri)costituente è iniziata. L’ambientalismo italiano non ha mai avuto, in politica, molta fortuna. Per cercare di rianimare il malato, si è pensato allora a una trasfusione. Di  energie, idee, persone nuove. Il processo, che punta a far confluire in un nuovo soggetto politico ambientalista, la Rete federata degli ecologisti e civici, i tanti movimenti dal basso nati negli ultimi anni a favore dell’ambiente, è iniziato con la Costituente romana del 21 e 22 maggio e si chiuderà a novembre. Sulle note di Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano, è cominciata una fase di traghettamento dei Verdi italiani verso una nuova era, un modo diverso (si augurano in molti) di fare politica.

Una buona notizia apre il giorno conclusivo della Costituente: un sondaggio effettuato da Ipr marketing dice che «il progetto è in sintonia con le esigenze degli italiani». «Nell’immaginario collettivo, le problematiche relative all’ambiente sono al terzo posto, dopo economia e lavoro, e prima della questione sicurezza. Nelle regioni del Centro, Emilia Romagna, Toscana e Umbria, sono addirittura al secondo posto, dopo l’economia. E quando si è chiesto agli intervistati di indicare un partito che voterebbero come seconda scelta, il 7% di loro ha risposto che sceglierebbe un soggetto politico attento ai temi ambientali», spiega Antonio Noto, direttore dell’Istituto. Che però ci tiene a fare una puntualizzazione: «Questo non basta, bisogna trovare modi per farsi apprezzare dall’elettorato ed essere visibili, modi per comunicare il nuovo progetto».

Dopo i dati, ascoltati con grande attenzione da una platea mista di giovani e simpatizzanti della prima ora, è la volta dei protagonisti vecchi e nuovi dell’ecologismo. Monica Frassoni, co-presidente dello European Green Party, insiste sulla democrazia che dovrà contraddistinguere il nuovo movimento. «Ci saranno le primarie per la scelta del nuovo simbolo», rassicura Angelo Bonelli, attuale presidente dei Verdi, che dichiara emozionato: «Qui non c’è nessuna rifondazione del partito. Si tratta piuttosto di un progetto civico ed ecologista molto più ambizioso, che sappia anche avviare un ricambio generazionale». Su questo, però, non bisogna contarci troppo: «L’importante è essere giovani dentro», si riprende subito Bonelli.

Dopo di lui, sfilano sul palco quelli che un po’ più giovani lo sono davvero, almeno politicamente. Domenico Finiguerra, sindaco del piccolo comune lombardo di Cassinetta di Lugagnano, insiste sulla «necessità di creare un  soggetto politico nazionale che metta insieme tutte le piccole realtà positive come quelle dei Comuni virtuosi». Michele Dotti, promotore dell’appello Abbiamo un sogno, guarda al futuro con ottimismo: «Per questo progetto ho rubato tanto tempo ai miei figli, ma so che l’ho fatto per i miei futuri nipoti». E sulla necessità di un sogno, «un cambiamento che vogliamo guidare e non raccontare e basta», insiste Claudia Bettiol, promotrice dell’appello Io cambio. Dacia Maraini, forse l’unica scrittrice presente all’evento, richiama l’attenzione sui diritti degli animali, conquistandosi l’applauso: «C’erano sulla terra da prima di noi e dobbiamo rispettarli». Da Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente, arriva invece l’invito «a non avere un atteggiamento oppositivo su tutto, come è accaduto in certe zone dove i Verdi si sono battuti anche contro l’eolico o le biomasse. Ci sono delle priorità». «L’Italia ha il più alto numero di associazioni ambientaliste, a fronte di un partito ecologista debole. Questo può diventare una risorsa», ha continuato.

Sono tanti anche i momenti emotivi: le testimonianze di Sidney Possuelo, leader indigenista, e Satoko Watanabe, dei Verdi Giapponesi, che con una sorprendente gentilezza tutta nipponica chiede scusa per l’incidente di Fukushima. E poi le storie delle Mamme vulcaniche di Terzigno e di Nino De Masi, imprenditore calabrese esemplare, punto di riferimento della lotta contro il pizzo.  Un momento di raccoglimento per Alexander Langer, uno dei fondatori dei Verdi italiani, morto suicida  nel 1995. Grande assente eppure costantemente presente nelle sue parole da tutti citate come un mantra: «Agire più lentamente, più profondamente, più soavemente».

Dalla Costituente sono già arrivate molte proposte concrete su cui concentrare l’attività della nuova Rete. Per esempio: favorire la riconversione green delle imprese, mettere a punto un Piano nazionale dell’efficienza energetica, fermare per tre anni la costruzione degli inceneritori, con l’obiettivo di arrivare al 70% di raccolta differenziata nel 2015, investire in agricoltura sostenibile e tutela del paesaggio. Marco Boschini, coordinatore dell’associazione dei Comuni virtuosi, illustra le prossime tappe: «Si costituiranno un Comitato dei Garanti per traghettare il partito verso questa nuova fase, e un comitato organizzativo. L’assemblea costituente è prevista per il 26 e 27 novembre. Un paio di settimane prima, ci saranno le primarie per la scelta del simbolo». Un progetto in continuo divenire, che dovrà affrontare la sfida di coniugare l’esperienza accumulata dai Verdi in anni di attività politica con le spinte nuove che vengono dalle associazioni, dai comitati, dai movimenti dal basso nati grazie alla rete. La scommessa è aperta a tutti.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende