Home » Eventi »Internazionali »Politiche » Dall’Eco-Innovation Forum la “dematerializzazione” dell’economia:

Dall’Eco-Innovation Forum la “dematerializzazione” dell’economia

marzo 24, 2011 Eventi, Internazionali, Politiche

Il concetto di “dematerializzazione dell’economia” si fa spazio nell’ambito della strategia green dell’Unione Europea. L’obiettivo è la ricerca di una via che porti alla crescita economica accompagnata dalla riduzione della nostra dipendenza nei confronti delle risorse di qualsiasi tipo.

E’ la politica dell’Innovation Union dell’Unione Europea, nonché il filo conduttore del 10th Forum Europeo sull’Eco-Innovazione, che si è tenuto a Birmingham il 22 e 23 marzo. Temi del Forum sono stati, appunto, la green economy, l’approvvigionamento ecosostenibile (green procurement) e l’efficienza nell’utilizzo delle risorse, trattati a vari livelli di competenza: politica, economica, accademica e finanziaria.

L’assunto di partenza è la consapevolezza che, negli anni a venire, la competizione per l’accaparramento delle risorse aumenterà notevolmente, quale conseguenza dell’aumento demografico della popolazione sulla Terra. Entro il 2050, infatti, è previsto un aumento della popolazione fino a 9 miliardi. Questo significa che le risorse naturali non potranno soddisfare le necessità di tutta la popolazione, ai ritmi attuali di utilizzo. Compito delle istituzioni è dunque quello di diffondere e promuovere un nuovo concetto di business, legato essenzialmente alle opportunità provenienti dallo sviluppo di prodotti e servizi la cui diffusione comporta l’utilizzo sostenibile ed efficiente delle risorse naturali.

Eco-Innovation è appunto  l’espressione utilizzata per descrivere, prodotti, processi e altre soluzioni che possono contribuire alla protezione dell’ambiente e ad un uso efficiente delle risorse.

Durante il Forum sono emerse proposte che, prioritariamente, individuano azioni sull’utilizzo efficiente delle risorse e sulla sicurezza dei materiali, ponendo un accento particolare sul ruolo della ricerca e sullo sviluppo di nuovi modelli di business.

Sono stati presentati 15 casi di studio di aziende europee che hanno deciso di investire in ricerca e nuove tecnologie per una produzione sostenibile: esperienze basate sul design di prodotti ecologici, sul riciclo e sulle tecniche di ri-manifattura , sull’innovazione non-tecnologica e su nuovi modelli basati sull’analisi del ciclo di vita del prodotto e sulla catena integrata della gestione, in grado di dimostrare come la risoluzione della scarsità delle risorse attraverso l’uso efficiente, possa trasformarsi in opportunità di crescita economica. Come auspicato dalla Commissione Europea nella Roadmap sull’Efficienza delle Risorse.

Alla presentazione dei casi studio è seguito un dibattito sulle condizioni per favorire investimenti nel settore della dematerializzazione dell’economia. In primo luogo, è emerso, è necessario un framework economico e legale, con una adeguata regolamentazione, che possa supportare un’economia basata sul concetto di resource efficiency; ma è anche necessaria la promozione e il sostegno alla ricerca per lo sviluppo del settore dell’eco-innovazione; infine, sarebbe opportuno rafforzare il concetto di green procurement sia nel settore pubblico che in quello privato, per promuovere efficienza e sostenibilità e innescare una filiera virtuosa.

Il Commissario Europeo per l’Ambiente, Janez Potočnik, durante il suo intervento al Forum, ha dichiarato che “l’Europa si sta muovendo verso la giusta direzione, ma noi abbiamo la necessità di  spostare dall’evoluzione alla rivoluzione l’approccio nei confronti delle risorse”. Ciò che serve è cioé un cambiamento radicale del modus-operandi,  non solo da parte delle imprese che, secondo Potočnik “hanno il dovere di attuare una politica aziendale basata sull’uso efficiente delle risorse”, ma anche da parte delle istituzioni politiche ed economiche, sia a livello europeo che a livello nazionale e locale.

Fa bene sperare quanto rilevato dall’Euro-barometro, che ha segnalato come circa la metà delle piccole e medie imprese, considerate in uno studio statistico, abbia dichiarato di aver introdotto tecnologie per migliorare l’efficienza delle risorse nell’ambito del proprio processo produttivo, ottenendo risultati positivi in termini di costi/benefici. Si tratta di piccoli passi che necessitano ora dell’intervento delle autorità pubbliche per superare ostacoli quali le restrizioni economiche e finanziarie, l’incertezza della domanda dal mercato, e la perdita di finanziamenti esterni.

Donatella Scatamacchia

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende