Home » Eventi » Design ecosostenibile: premiate a ToBEeco le green ideas “sorprendenti”:

Design ecosostenibile: premiate a ToBEeco le green ideas “sorprendenti”

marzo 11, 2013 Eventi

Il tema del concorso di quest’anno era ”Sor-prendimi!“: un invito a svelare il segreto delle cose quotidiane, gli usi potenziali nascosti negli oggetti di tutti i giorni, quelli più vicini, favorendo un cambio di punto di vista rispetto al consueto. Si è svolta ieri, al Lingotto di Torino, nella giornata conclusiva del salone sul design ecosostenibile toBEeco, costola del più grande Expocasa, la premiazione del contest di idee green.

Al primo posto, il progetto di una giovane interior designer diplomata allo IED, Kristina Trevisan: si tratta dell’OFF-ICE, un frigo degli anni Cinquanta trovato in strada tra le cose da buttare e portato a un nuovo utilizzo. Amiat ha concesso a Kristina di utilizzarlo e l’artista gli ha dato nuova vita,valorizzandolo come oggetto di interni. La giuria ha considerato ottimo il livello progettuale e l’interessante riuso in chiave moderna. Vera e propria fabbrica di idee, la sua Mak*Factory recuperando pezzi di arredo caduti in disuso, dà vita a oggetti di design con una loro anima elegante e creativa. “Si tratta di pezzi unici che giocano in equilibrio tra l’essenza originaria e la veste innovativa, investiti di quel sentimentalismo che lega la nostra vita agli oggetti che l’accompagnano, e che non sanno trasformarsi in essa”, spiega la giovane designer.

Secondo classificato, il gruppo Il tecnico del legno (composto da Mariano Parise e Massimo Parmeggiani), che ha ha vinto con il Vassoio come sistema. La particolarità di questo oggetto è la sua alta funzionalità e versatilità: “Lavoriamo il legno con taglio laser e realizziamo piccoli pezzi, mobili e complementi di arredo ecosostenibili anche personalizzati”. Medaglia di bronzo invece a Crosser, la cui proposta ha avuto la capacità di svelare il segreto della riscoperta del vivere quotidiano. Il progetto presentato, Rimbalzi di luce, ha attirato l’attenzione della giuria per “un’incredibile accostamento di materiali e per l’elaborato design”.

Altre opere hanno comunque ricevuto l’attenzione dei visitatori della fiera (45.000 nei dieci giorni di Expocasa): originali quelle di Tomoko Tokuda, designer giapponese ma italiana d’adozione, con i suoi gioielli senza tempo: piccole opere d’arte realizzate interamente a mano usando pezzi di vecchi orologi scovati ai mercatini di antiquariato. “All’inizio di questo lavoro non ho pensato a nulla, ma ho semplicemente cercato di usare cose dimenticate, ridando nuova luce a oggetti come questi, che meritano davvero di rivivere: orologi rotti e dimenticati sono davvero affascinanti!”, spiega la giovane designer. Sempre in tema di gioielli e creazioni artigianali, nel laboratorio di Le Barababac di Ludovica Andrina si utilizzano materiali trovati nei mercatini di tutto il mondo. “Uso sempre oggetti che hanno destato la mia attenzione e che hanno qualcosa di particolare, di unico”, racconta lei. Tutti i manufatti sono poi sapientemente fusi ed incastonati in argento 925 per diventare una creazione per le mani o per la mente, oppure cuciti e ricamati in abiti e foulards.

Essere un designer indipendente in Italia e nel 2013 ha tuttavia le sue difficoltà: la vera sfida per tutti è cercare di poter continuare la propria attività. I giovani designer, slegati dalle aziende e dalle grandi produzioni, cercano e trovano canali diretti per farsi conoscere, una volta completata in piena autonomia la ricerca di chi possa realizzare il proprio progetto. Le loro creazioni sono oggetti per tutti e allo stesso tempo per pochi, dati i numeri limitati della produzione. I visitatori, che frequentano questo tipo di iniziative in cerca di pezzi unici da portar via, sono una componente fondamentale, che interagisce con l’artista facendo domande e interessandosi alla genesi dell’oggetto di design. E Torino – città candidata a essere una smart city europea – cerca, in sostanza, di continuare la scommessa, iniziata con Torino World Design Capital nel 2008, e investire nella trasformazione già in atto per diffondere il design come disciplina utile allo sviluppo sostenibile.

Valentina Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

novembre 14, 2018

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

Si svolgerà il 16 novembre, a Roma presso il Museo MAXXI, la terza edizione del Bikeconomy Forum, il più importante evento nazionale dedicato all’economia che ruota attorno alla bicicletta. Ideato dalla Fondazione Manlio Masi e Osservatorio Bikeconomy, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del CONI e della Federazione Ciclistica Italiana, il Forum quest’anno si concentra su [...]

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

novembre 12, 2018

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

Sono trascorsi cinque anni dal convegno Internazionale “Science and the future. Impossible, likely, desirable. Economic growth and physical constraints”, che si tenne al Politecnico di Torino nell’ottobre del 2013. Quanto in questi cinque anni ci siamo avvicinati ai “futuri desiderabili” delineati allora? Oppure, al contrario, continuiamo a dirigerci a grandi passi verso quei “futuri impossibili” legati [...]

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

novembre 9, 2018

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

Nel mese di settembre 2018, con 2,35 miliardi di chilowattora prodotti (+14,4% rispetto a un anno fa), il fotovoltaico ha coperto l’8% della produzione elettrica nazionale con una potenza complessiva di circa 20 GW. Il parco italiano conta oggi 815.000 impianti, i quali ogni anno possono produrre circa 25 miliardi di chilowattora. Tuttavia, con la [...]

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

novembre 6, 2018

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

Torna a Ecomondo, dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, un incontro promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Giunti alla settima edizione gli Stati Generali saranno [...]

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende