Home » Eventi » Ecobuild 2012: la green economy italiana si presenta al mondo:

Ecobuild 2012: la green economy italiana si presenta al mondo

marzo 23, 2012 Eventi

Si è chiusa ieri, a Londra, l’edizione 2012 di Ecobuild, la piu’ grande fiera al mondo sull’ecosostenibilità nell’edilizia, nel design, nell’architettura e nell’energia. Nonostante la crisi senza precedenti, a livello globale, nei padiglioni della fiera Excel si è respirato, in questi giorni, aria di cambiamento ed entusiasmo. Sono stati tre giorni frenetici di esposizioni, conferenze e seminari che hanno cercato di fare il punto più ampio possibile sullo stato dell’arte dei settori rappresentati. Instancabile l’impegno della Camera di Commercio Italiana a Londra, grazie alla quale la presenza delle imprese italiane in fiera è aumentata del 40% rispetto all’anno precedente, per  1.700 mq. di spazio espositivo.

Il know how nostrano in materia di green building si è espresso nella cosiddetta “attrazione principale” del Padiglione Italiano, Use Sustainable Brains, un progetto sviluppato su 150 mq. dallo Studio vicentino Beltramelli, con cura degli interni e degli esterni: un’architettura eco-compatibile, che simboleggia il passaggio verso una societa’ sostenibile, che molti imprenditori stanno, in parte, già anticipando con le loro creazioni. Carlo Beltramelli e’ convinto che si debba “rimettere in comunicazione le persone, riprendere l’uso del nostro cervello e della ragione.” Uno zen, potremmo dire, rivisto in chiave moderna.

Tra gli ospiti illustri a muoversi dentro “USB”, l’Ambasciatore Italiano per il Regno Unito, Alain Giorgio Maria Economides e il Presidente della CCIUK, Leonardo Simonelli Santi, affiancato dall’instancabile Giuseppe Paoletti, vicesegretario a cui la Camera ha affidato tutto il coordinamento della rappresentanza italiana a Ecobuild 2012.

L’Italia e’ presente in fiera nel campo della bioedilizia, della bioarchitettura, del design e delle energie rinnovabili. Ci sono anche i cervelli “internazionali”, come Carlo Ratti, partner dell’omonimo studio torinese e Direttore del “SENSAble City Laboratory” al MIT di Boston, che spiega come il crescente utilizzo dell’elettronica portatile sia uno stimolo per studiare in modo critico e anticipare le trasformazioni delle città, in ottica sempre più smart. Una proiezione nel futuro prossimo attraverso studi pionieristici che ambiscono, attraverso la tecnologia, a modellare l’ambiente circostante. Carlo Colombo, architetto di fama internazionale e ambasciatore del design italiano proveniente dall’industria dell’arredamento, si occupa invece di progetti su grande scala, come Art Director di Arflex e Stratex – aziende italiane leader nella bioarchitettura, di cui Colombo porta le creazioni anche in Cina, dove svolge tuttora attività di docenza.

Nel panorama delle presenze italiane la maggior parte degli espositori viene dal Veneto, con il 21% di presenze, seguito da Lombardia , Emilia Romagna e Piemonte – presente con Ecompanies, un progetto di sostegno, sui mercati internazionali, per le aziende regionali dei settori ambiente ed energia. E’ tuttavia significativa la presenza del Sud Italia con quasi 30 aziende provenienti da Puglia, Basilicata e Campania. Tutte aziende giovani, come Ecosunpower Srl, che propone l’ascensore mosso da un dispositivo brevettato (Energy Retrieve System) in grado di recuperare energia e ridurre i consumi elettrici dei sistemi di sollevamento sfruttando la componente energetica gravitazionale della cabina o, più in generale, del peso discendente. Altre start-up si presentano invece con prototipi pronti per investitori lungimiranti, come quelli per le rinnovabili di Renovo – Tecnologie Energetiche.

A far la parte del leone ad Excel, anche quest’anno, e’ infatti il settore energetico. Basta addentrarsi nell’area dedicata per rendersi conto della portata di quella che è ormai una vera e propria rivoluzione energetica, guidata dalla maggiore consapevolezza verso la tutela dell’ambiente, ma anche dagli incentivi che, in differenti modi, i vari Stati erogano per sostenere le fonti rinnovabili, come il fotovoltaico. Nonostante un generale abbassamento delle “feed-in-tariff” (il nostro “Conto Energia”), il settore è ancora in piena espansione, con l’Italia in testa, tanto che e’ previsto, nel 2012, che sara’ il primo paese, su scala mondiale, per numero di installazioni. La caduta dei prezzi della componentistica renderà, per altro, ancora piu’ accessibile l’utilizzo di queste soluzioni per produrre energia pulita. Per questo la forte presenza cinese non ha scoraggiato i molti produttori Italiani ed europei presenti, che spesso entrano sul mercato con prodotti altamente sofisticati e innovativi, come gli ottimizzatori di potenza energetica della Bitron SPA. La partita è dunque ancora aperta e le imprese italiane della green economy, se sapranno giocare bene le proprie carte, hanno ottime possibilità di conquistare nuovi mercati.

Roberta Artioli

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende