Home » Eventi » Casa, dolce, verde Expocasa. A spasso tra le nuove tendenze dell’arredamento e del design:

Casa, dolce, verde Expocasa. A spasso tra le nuove tendenze dell’arredamento e del design

marzo 16, 2015 Eventi

Si è chiusa ieri al Lingotto di Torino la cinquantunesima edizione di Expocasa, la più radicata fiera di arredamento e design del Nord Ovest dedicata al grande pubblico, inossidabile, anche quest’anno, con i suoi 45.000 visitatori. Segno che, crisi o non crisi, per gli italiani “la casa è sempre la casa”.

Oltre al consueto appuntamento con toBEeco, la sezione dedicata al design ecosostenibile, la fiera ha quest’anno ospitato, per la prima volta, anche Expocasa Green, l’area destinata all’altra (crescente) passione degli italiani: il giardinaggio, di ogni ordine e livello, dalla dimensione paesaggistica – raccontata dagli architetti di AIAPP, in vista del grande congresso mondiale del 2016 – al balcone di casa, da abbellire con fiori, aromatiche e piantine.

Come ogni anno, abbiamo navigato le corsie del Lingotto in lungo e in largo, alla ricerca delle più interessanti novità “green”. Partendo dal toBEeco ci ha colpiti il lavoro di Paolo Valenti, artista e artigiano di Venaria Reale, che realizza corpi illuminanti unici, per interni, plasmando a mano la terra e altri materiali naturali secondo l’antica tecnica giapponese del raku, un’arte di cottura della ceramica che lascia all’interazione umana con gli elementi della terra, del fuoco, dell’acqua e dell’aria, il compito di generare un oggetto finale che sia il risultato di intuizione e casualità. Valenti completa i pezzi in ceramica con steli in rame, basi in legno, pietra e anche mattoni di recupero. L’acciaio corten viene invece utilizzato per intagliare delle placche da tassellare al soffitto, alle quali fissare, con un magnete, delle luci a led a basso consumo, che consentono di realizzare un sistema illuminante estremamente flessibile e modulabile.

Nello stand dirimpettaio la giovane architetta boliviana Viviana Linares espone la sua concezione della pachamama, la madre terra, attraverso serigrafie artigianali, impresse a mano con inchiostri a base vegetale su tessuti 100% cotone o lino. Mayaki, il suo brand, è un inno all’armonia tra mondo umano, mondo vegetale e mondo animale, anche nella scelta dei soggetti delle serigrafie.

Al centro di Expocasa, passando dalla poesia dei designer emergenti alla concretezza delle imprese ormai radicate, svettano gli stand di Tolin, – il re del parquet per la bioedilizia, posato su sabbia secondo una tecnica approvata da ANAB, l’Associazione Nazionale Architettura Bioecologica – e di Cobola, la storica falegnameria di Sanfront produttrice di serramenti in legno ad alte prestazioni di isolamento termico e acustico, che presenta in fiera un profilo in larice termotrattato isolato con sughero e porte da interni realizzate con doghe di recupero delle barrique del vino. La bolognese Cinius propone invece letti e divani in legno di faggio FSC magnetic free, ovvero assemblati senza l’utilizzo di parti metalliche, secondo un’idea di home wellness che intende conciliare ecologia e benessere abitativo.

I Padiglioni 2 e 3 condividono invece un caso di omonimia: da un lato la Artelegno di Villanova Mondovì, specializzata nella produzione di parquet a partire da legno di recupero e vecchie travi, dall’altro la Artelegno di Giaveno, che ospita le creazioni del brand veronese Nature Design, maestri nel recupero e trasformazione di ogni pezzo di legno (radici comprese) proveniente da vecchie case, rustici e casali, per la realizzazione, in questo caso, di mobili e pezzi di arredamento che abbinano il fascino della materia antica con le suggestioni contemporanee del vetro e dell’acciaio.

Infine, l’area Expocasa Green, allestita da Turin Garden, dove, a fianco dell’area convegni curata da AIAPP, la Hortilus e Vivai Srl di Colleretto Giacosa presenta le aromatiche della linea RZero, provenienti da Albenga: coltivate solo con l’uso di sostanze naturali garantiscono un “residuo zero” dal punto di vista chimico, risultando meno impattanti sull’ambiente e più salutari in tavola – perfette per il balcone di casa. Poco più in là, l’esplosione di colori e profumi de La Lavanda del Lago, un progetto nato sulle sponde bresciane del Lago di Garda per ricreare una filiera tutta italiana della lavanda, coltivata in regime biologico per la produzione di olio essenziale, tisane, cosmetici e altri prodotti realizzati in collaborazione con gli artigiani del lago.

Andrea Gandiglio

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende