Home » Eventi » Green Social Festival: a Bologna si insegna a cambiare il mondo:

Green Social Festival: a Bologna si insegna a cambiare il mondo

maggio 3, 2012 Eventi

Come si potrebbe fare, in concreto, a costruire un mondo migliore? La domanda non è facile né banale. A rispondere, ci proverà in questi giorni (fino a sabato 5 maggio) la terza edizione del Green Social Festival, che si è aperto ieri a Bologna. In programma, spiegano gli organizzatori, “tutto ciò che concorre a farci stare meglio: i diritti, vincere le difficoltà, applicare le buone leggi, includere, essere curiosi di questo strano pianeta che si evolve ma che, purtroppo, mantiene ancora situazioni di dolore e di piccoli e grandi insulti quotidiani”. In due parole, il green e il social, la sostenibilità ambientale e quella sociale: 13 location, 70 incontri, 200 relatori, 50 associazioni coinvolte, 2.000 studenti prenotati per le lezioni, sei mostre, tre gite in collina con Syusy Blady e Patrizio Roversi. E poi tanti laboratori, convegni e workshop,  “aperitivi solari”.

Tutta la città, in particolar modo il centro storico, avrà edifici che conterranno messaggi e attività precisi: “Il claim di questa edizione è ‘Impariamo a stare al mondo‘ ed è dunque naturale pensare a tante ‘case’ che si caratterizzino in base ai temi che vogliamo trattare”.  “Abbiamo immaginato di poter abitare in una città sostenibile e perciò abbiamo “costruito” le case come fossero un viaggio in questa città e nel futuro. Ogni casa ha un proprio programma, green e social, futuro e colori, memoria e arte, architettura sostenibile e scienza”, spiega Paolo Amabile, ideatore del festival che è stato organizzato con la direzione scientifica di Andrea Segré, inventore di Last Minute Market.

In questo quadro un posto importante è riservato appunto alle tematiche ambientali, con iniziative dedicate anche ai più piccoli e agli studenti delle scuole superiori. Nelle quattro giornate, saranno tantissime le occasioni di discussione e approfondimento aperte a tutti, sui temi ambientalmente sensibili come la mobilità, il clima e l’energia. Il pomeriggio di giovedì 3 maggio, per esempio, sarà dedicato alle Smart city, con l’incontro all’auditorium Biagi sul progetto di rinascita urbana in chiave sostenibile che in tutta Italia sta già interessando alcune città, da Torino a Genova a Milano. Sempre oggi, nel quartiere San Vitale,  Agostino Di Tommaso dell’Escola Tècnica Superior d’Arquitectura de Barcelona parlerà del restauro ecologico, ossia il recupero di un ecosistema degradato, che potrebbe essere applicato anche nelle aree grigie e residuali delle nostre città per creare luoghi di incontro.

In calendario, fino al 4 maggio, ci sono poi tanti giochi, laboratori didattici ed esperimenti per i bambini: “I più piccoli avranno la possibilità di capire meglio come l’acqua diventa vapore, cosa occorre per preservare un fiore, cosa può generare il vento e come si può incanalare l’energia del sole per uso domestico. Poche attrezzature, molta fantasia ed il gioco è fatto”. Per gli studenti delle scuole superiori, invece, le lezioni dal palcoscenico permetteranno di approfondire le questioni ambientali più attuali. Sulla pedana, con le proprie immagini e le proprie suggestioni, docenti molto particolari terranno lezioni a cui seguiranno domande e risposte per fissare meglio i temi trattati.

Imperdibile sarà la lezione di Vincenzo Balzani, professore emerito dell’Università di Bologna e accademico dei Lincei, autore del libro “Energia per l’astronave Terra”:  “L’aumento della popolazione viaggia ad un ritmo di 80 milioni di nuovi nati ogni anno. Per il sostentamento di questa miriade di persone stiamo svuotando la natura e riempiendo il mondo con nostri manufatti e i nostri rifiuti. Abbiamo a bordo armi di ogni tipo fra cui decine di migliaia di ordigni nucleari. E’ l’energia e il suo utilizzo la cosa più importante per lo sviluppo economico e sociale di ogni nazione, il vero potere che governa il mondo”. All’Alce Nero Caffè sono invece previsti per i ragazzi una serie di incontri con produttori di biologico, che spiegheranno la filiera e i metodi di lavorazione, cercando di trasmettere una cultura della consapevolezza di ciò che mangiamo e di come viene coltivato.

Grande evento di chiusura del Festival, sabato 5 maggio, la parata della Banda Riciclante: i ragazzi delle scuole medie sfileranno per le vie del centro storico da Piazza S. Domenico toccando Piazza Cavour, Piazza Minghetti e raggiungendo Piazza S. Stefano con strumenti e costumi creati con la tecnica del riciclo creativo.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende