Home » Eventi » Il biogas protagonista alla Mostra Convegno Agroenergia di Tortona:

Il biogas protagonista alla Mostra Convegno Agroenergia di Tortona

marzo 5, 2012 Eventi

I sottoprodotti, ovvero gli scarti biologici delle lavorazioni agricole, hanno un potenziale energetico enorme che, se ben sfruttato, potrebbe contribuire al 49% della produzione italiana da fonti rinnovabili, pari al 5% dei consumi italiani, per una produzione di oltre 10 Mtep annui di energia primaria.

Sono i dati interessanti emersi, in un periodo di attesa per le linee guida  sulle rinnovabili, dalla ricerca dell’Osservatorio Agroenergia “I Sottoprodotti”, presentata nel corso della giornata inaugurale della Mostra Convegno Agroenergia, svoltasi dal 1 al 3 marzo in provincia di Alessandria, presso il Parco Scientifico e Tecnologico di Tortona e giunta, quest’anno, alla sesta edizione. Una ricerca commissionata da EnergEtica Onlus e Confagricoltura e realizzata da Althesys.

“I sottoprodotti – ha spiegato il professor Alessandro Marangoni, amministratore delegato di Althesys e capo del team di ricerca dell’Osservatorio – sono, ad esempio, gli scarti agricoli, le biomasse legnose, le deiezioni suine e gli scarti di macellazione. Secondo la nostra valutazione il loro sfruttamento energetico potrebbe portare un contributo significativo ai target nazionali di generazione di energia da fonti rinnovabili. Dai sottoprodotti si potrebbero, infatti, ricavare oltre 10 Mtep annui di energia aggiuntiva Si tratta di 116 milioni di MWh che, al prezzo medio nazionale dell’energia, corrispondono a circa 7,5 miliardi di euro annui, ovvero a ben 15,8 miliardi, se stimati in base al prezzo finale al consumatore. Sotto il profilo ambientale, i dati dell’Osservatorio Agroenergia dicono che con i sottoprodotti si potrebbero evitare immissioni di anidride carbonica in atmosfera per circa 5 miliardi di tonnellate all’anno.”

Le regioni a più alta potenzialità sono, secondo lo studio, Lombardia, Trentino Alto Adige, Campania e Puglia. Al momento attuale, tuttavia, è ancora rilevante la sproporzione tra la disponibilità di sottoprodotti potenzialmente utilizzabili e gli impianti idonei al loro trattamento che, invece, ancora mancano, specialmente in Piemonte e Sicilia.

“Il settore è caratterizzato da un’elevata frammentazione – avverte Marangoni – e da diverse criticità che ne condizionano uno sviluppo equilibrato”. Il potenziale, tuttavia, resta notevole, addirittura equivalente al 60% dell’obiettivo nazionale di produzione di energia rinnovabile da biomasse. Per questo il lavoro dell’ Osservatorio è molto importante, anche alla luce delle evoluzioni normative sull’utilizzo dei sottoprodotti che, specie a livello europeo, potrebbero portare ad interessanti sviluppi e alla creazione di un mercato di riferimento per il settore.

Secondo Piero Mattirolo, amministratore delegato di EnergEtica, “In un momento in cui, da molte parti, si spinge a un maggiore utilizzo dei sottoprodotti da parte degli impianti agroenergetici, abbiamo ritenuto importante studiare i possibili scenari che potranno derivare da politiche di incentivazione, in questa direzione, sulle filiere collegate. Con lo studio, poi – continua Mattirolo– abbiamo raggiunto un altro obiettivo: la valutazione dell’effettiva accessibilità dei sottoprodotti candidabili, quelli meglio utilizzabili, e gli ostacoli legislativi che tuttora ne rendono insidioso l’impiego”.

Ma oltre allo studio sui sottoprodotti, quest’anno la Mostra Convegno Agroenergia, organizzata in collaborazione con il Polibre, il Polo d’Innovazione delle Energie Rinnovabili e Biocombustibili del Piemonte e con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Same Deutz-Fahr, Eni ed Enel Green Power,  ha visto la presenza di altre interessanti iniziative di sostegno alle rinnovabili. Come il “ Club della Gassificazione”, con l’obiettivo di ‘riabilitare’ la tecnologia della gassificazione e  tutelare gli investitori attraverso una informazione obiettiva sulle prestazioni degli impianti e, di conseguenza, dare credibilità all’intero settore, in un momento in cui la tecnologia sta passando dalla fase di sviluppo alla piena operatività commerciale. L’”Assise del Biogas”, invece,  ha visto la presenza di relatori internazionali, con la presenza della European Biogas Association, dell’American Biogas Council, della tedesca IBBK Biogas Center of Competence e del Consorzio Italiano Biogas, per un dibattito sulle prospettive mondiali di sviluppi del settore. Molto apprezzato, infine, il convegno “Come sostenere l’impresa che vuole crescere”, pensato per dare risposte agli imprenditori agricoli indicando loro, in piena crisi economica, gli strumenti di finanziamento, pubblici e privati, più utili per la loro attività. Un tema che sarà ripreso a Torino, il 24 e 25 maggio, nel 2° Workshop Nazionale IMAGE – Incontri sul Management della Green Economy, organizzato da Greenews.info in collaborazione con la Fondazione Torino Smart City e l’Associazione Greencommerce, sul tema “Verso la nuova PAC: agricoltura e sistema alimentare”.

Andrea Marchetti

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

maggio 8, 2017

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

Edilizia off-site è il concetto chiave del cambiamento proposto negli appuntamenti 2017 di REbuild, l’evento dedicato al settore delle costruzioni e riqualificazioni, in programma a Riva del Garda il 22 e 23 giugno prossimi. La produzione tende infatti a spostarsi in fabbrica, mentre il cantiere diviene il luogo dell’assemblaggio di parti prodotte industrialmente. Già in [...]

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

maggio 5, 2017

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

ANARF (Associazione Nazionale delle Attività Regionali Forestali), presieduta da Alberto Negro, Direttore di Veneto Agricoltura, e FederForeste, con a capo il trentino Gabriele Calliari, hanno siglato nei giorni scorsi a Mestre, presso la sede di Coldiretti Veneto, un protocollo per la gestione del patrimonio forestale improntato, tra l’altro, al dialogo tra realtà pubbliche e private. [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende