Home » Eventi »Nazionali »Politiche » La Conferenza dell’Industria Solare ai tempi del Decreto Romani:

La Conferenza dell’Industria Solare ai tempi del Decreto Romani

marzo 1, 2011 Eventi, Nazionali, Politiche

CIS-2011Come settore non siamo sempre ascoltati dalla politica”. Parole quanto mai profetiche e amare se lette nel giorno in cui il ministro Paolo Romani presenterà al Consiglio dei Ministri il cosiddetto “Decreto blocca solare“.

Dalla terza Conferenza sull’industria solare, tenutasi a Roma il 24 e 25 febbraio, emergono infatti due settori, quello del fotovoltaico e del solare termico, che faticano a dialogare con il mondo politico e legislativo.

Secondo Ingmar Wilhelm, presidente della European Photovoltaic Industry Association il valore aggiunto del fotovoltaico consiste nell’essere energia distribuita: quindi con una caratteristica di flessibilità che ne facilita lo sviluppo e un utilizzo diffuso, soprattutto di piccola-media taglia, che rende quello del fotovoltaico un “mercato sano”. Senza contare che il solare ha il potenziale per contribuire, in misura significativa, sia al mix energetico europeo che alla lotta ai cambiamenti climatici, con un taglio equivalente al 10 per cento delle emissioni di CO2 mondiali.

Wilhelm ha inoltre sottolineato come gli scenari più ottimisti di crescita del settore siano ormai già stati sorpassati. Se la Germania ha un totale installato di 6-7 GW, l’Italia segue con una potenza installata di 2.2 GW di impianti già allacciati e 5 GW potenziali. I dati sull’aumento della potenza  italiana installata risultano tuttavia incerti e falsati da quanto accaduto a fine anno: il GSE ha dichiarato circa 55 mila richieste e 3.700 MW per impianti che sono stati dichiarati realizzati entro dicembre 2010. In realtà di questi non si sa bene quanti sono realmente terminati e quanti saranno allacciati, poiché molti hanno dichiarato frettolosamente la fine dei lavori per usufruire delle tariffe incentivanti del 2010, più alte di quelle attuali.

La realtà sulla potenza fotovoltaica installata in Italia emergerà probabilmente a metà anno, ma resta il fatto che l’obiettivo nazionale al 2020 di 8 GW risulta decisamente poco ambizioso, soprattutto se confrontato allo scenario di crescita. Il potenziale del settore si conferma infatti ingente: la GIFI Gruppo Imprese Fotovoltaiche italiane prevede almeno 15 GW di potenza installata al 2015 e 40.000 posti di lavoro diretti (salvo interventi normativi a freno): un contributo sostanziale per uscire dalla crisi in corso e un aiuto alla sicurezza energetica del nostro Paese.

Per svilupparsi il settore chiede e necessita di certezze: relativamente agli incentivi, con un occhio di lungo periodo, con una politica di sviluppo idonea a evitare distorsioni di mercato e una legislazione che consenta iter autorizzativi uniformati in tutta Italia. Serve poi lo sviluppo di una nuova rete elettrica, la smart grid, in grado di gestire in maniera efficiente gli scambi di energia. Si affaccia infine anche l’ipotesi di un burden sharing regionale, una suddivisione degli obiettivi di energia rinnovabile tra le regioni.

Se le imprese del fotovoltaico vivono questa fase di incertezza nemmeno le associazioni di categoria del settore solare termico si possono dire completamente soddisfatte di quanto fatto finora, pur riconoscendo che le detrazioni fiscali al 55%, valide fino a fine 2011, hanno permesso al settore di tenere e aumentare il fatturato anche durante la crisi, in controtendenza rispetto al mercato europeo. Peccato che in Italia il solare termico non sia percepito come un’opzione importante per il risparmio energetico e subisca la “concorrenza” del fotovoltaico, invece che godere di una considerazione complementare. Le richieste verso la politica sono comunque allineate e accomunano tutte le industrie del solare, che chiedono certezze legislative e semplificazioni amministrative. Pare tuttavia che il governo da questo orecchio non senta.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

maggio 8, 2017

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

Edilizia off-site è il concetto chiave del cambiamento proposto negli appuntamenti 2017 di REbuild, l’evento dedicato al settore delle costruzioni e riqualificazioni, in programma a Riva del Garda il 22 e 23 giugno prossimi. La produzione tende infatti a spostarsi in fabbrica, mentre il cantiere diviene il luogo dell’assemblaggio di parti prodotte industrialmente. Già in [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende