Home » Eventi »Recensioni » La creatività che fa rivivere gli oggetti: Amiat e toBEeco premiano l’energia del riuso:

La creatività che fa rivivere gli oggetti: Amiat e toBEeco premiano l’energia del riuso

marzo 12, 2012 Eventi, Recensioni

Cala il sipario sulla terza edizione di toBEeco, il programma di Expocasa nato per sostenere e promuovere il design eco-compatibile. Quest’anno i giovani talenti hanno confrontato la propria creatività e la capacità d’innovazione sul tema dell’En&rgia; energia intesa come estro e genialità, come passione per la propria idea, come forza comunicativa e come energia in grado di scaturire dal materiale utilizzato.

Designer, architetti e progettisti si sono cimentati nel ripensare oggetti di uso quotidiano giunti alla fine del proprio ciclo di vita, studiando un modo per donare loro nuova linfa, riciclandoli e trasformandoli in oggetti di design dall’anima ecologica. Imprescindibile, dunque, l’utilizzo di materiali riciclati che tenessero conto del risparmio di spazio, di energia e di packaging superfluo. I 26 progetti in gara sono stati giudicati sabato 10 marzo da una giuria internazionale presieduta da Alessandra Chiti, ideatrice del progetto toBEeco. “L’edizione di quest’anno ha dato vita ad un clima di energia creativa e la scelta del vincitore è stata particolarmente difficile”, ha commentato l’arch. Chiti.

Alla fine il premio di 1.000 €, messo in palio da Amiat, è stato assegnato al progetto Mo.Vi., ideato da Michele Barberio di XYZ Factory, studio di design pugliese aderente al progetto Greencommerce, che meglio di tutti ha saputo interpretare l’ECOnomia del progetto, ovvero l’energia impiegata nel costruire consapevole. Mo.Vi. è infatti un oggetto polifunzionale, in grado di essere ora una sedia, ora un piccolo scrittoio, ora un tavolino o addirittura una lampada comodino. E’stata proprio questa sua “indefinibilità”, adattabile alle diverse esigenze, che lo ha reso un alleato perfetto nella quotidiana ricerca di spazi e funzioni dell’arredamento e gli è valsla vittoria. Il premio di 750€ per l’ECOlogia di processo, cioè l’energia risparmiata durante la produzione, se lo è aggiudicato Patrizia Bezzi grazie a EVO, un elemento d’arredamento bifacciale composto da una struttura portante in legno di pioppo e di collegamenti trasversali realizzati con funi di canapa opportunamente tese. Il risultato è un mobile innovativo e totalmente naturale, in quanto non necessita dell’utilizzo di connessioni metalliche. E ancora la polifunzionalità è stato l’elemento caratterizzante del terzo classificato, vincitore del premio di 500€, per l’ECOmulti-funzionalità di prodotto, ossia l’energia creativa presente sia nella forma che nell’utilizzo. Raggiante, realizzato da Davide Manzoni di ReedeMade, è infatti un complemento di design multifunzionale, realizzato assemblando una lampadina e i raggi della ruota di una bicicletta, che può diventare una lampada a olio, un vaporizzatore d’essenze, un vaso da fiori o un posacenere.

Le idee creative di quest’anno erano tutte di livello alto e avrebbero meritato di veder allargata la rosa dei premiati. Per questo Greenews.info, nella consueta classifica di redazione, oltre al già premiato EVO, distintosi per la sua elegante semplicità, ha voluto selezionare altri sei progetti, che segnaliamo ai nostri lettori.

E luce fu di Marita

Una lampada a sospensione realizzata in carta riciclata derivante dal macero dei libri (soprattutto di letteratura) e in alluminio. Sulla parte esterna del paralume si possono leggere una serie di frasi serigrafate “riciclate” dalla letteratura italiana. I diversi modelli sono accomunati dalla presenza del verbo “fu” intagliato a laser in modo da permettere il passaggio della luce e creando così delle suggestive proiezioni sulle pareti circostanti.

Only you di L’Acero Falegnameria

Elemento di arredo modulare, realizzato in legno da coltivazione, in grado di mutare la propria funzionalità sulla base dell’utilizzo. La linea è semplice e la forma è composta da due “U” diversamente posizionabili.

Appallottolandocelo di Appallottolandocelo

Incursione nel mondo del glamour con i gioielli realizzati artigianalmente con l’impiego di materiali totalmente naturali come cotone, lana e pietre. Sostenibile anche il packaging, anch’esso realizzato a mano utilizzando il sughero.

Senza fine di Biogriva

Progetto visionario dalla grande forza comunicativa, questo mobile di design riproduce l’intera filiera del castagno, dalla pianta alla bio-libreria in un dedalo di mensole collegate tra di loro come a seguire una sorta di spirale.

Ke_storia di ODG Living Room

Una panchina decisamente “grunge” che sembra il secondo tempo di un film in cui gli attori sono oggetti inutilizzati che tornano a nuova vita: un paio di sci e una tavola da snowboard. Un modo illuminante e sostenibile per riscoprirli.

Archivio di Studio Santa Giulia Design Nonnis Carlo

Last but not least il mobile per l’archiviazione di materiale cartaceo ottenuto dal restauro e dal recupero di sei sedie da cinema in legno di faggio, nei cui schienali è stato inserito tessuto plastico lavorato a mano.

 

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende