Home » Eventi »Idee » La terza via del vino:

La terza via del vino

ottobre 26, 2009 Eventi, Idee

Courtesy of Francesco Sgroi, Flickr

Esiste anche per il vino – come per la politica – una terza via che rifugga dagli estremismi opposti del capitalismo industriale e del radicalismo ecologista? E’la domanda che si è posto Giancarlo Gariglio, responsabile della redazione vini di Slow Food e conduttore del Laboratorio “La Terza Via”, organizzato sabato 23 ottobre al Lingotto di Torino in occasione del salone del vino Wine Show 2009.

Un’ occasione di confronto tra i vini di aziende italiane che concentrano i loro sforzi produttivi in un approccio sostenibile alla coltivazione della vite e che, pur nella diversità di stili e di tecniche applicate (dalla coltivazione biologica a quella biodinamica), conservano il denominatore comune della qualità e della forza espressiva dei propri vini, capaci di trasmettere le principali caratteristiche del territorio in cui vengono prodotti. Protagonisti della selezione, operata da Gariglio, un rosé atipico, un bianco d’eccezione e 4 rossi di carattere:  il Cerasuolo abruzzese di Valentini, il ribolla Anfora del friulano Gravner, il siciliano dell’Etna Vinupetra di Salvo Foti, i toscani Tenuta di Valgiano e Fontodi e il Dolcetto di Dogliani piemontese di Sandro Barosi.  Tutti vini “d’autore”, dove la visione enologica del produttore si ritrova nel bicchiere come la firma di una poesia.

Ma in che senso la viticoltura sostenibile può essere definita una “terza via”? Innanzitutto nell’assenza di fanatismo ma, al contrario, nella capacità di dialogo e avvicinamento tra biologico e progresso viticolo, sulle basi del buonsenso (un buon terreno in un buon clima) e della ricerca d’avanguardia (conoscenze e pratiche agronomiche evolute ed ecocompatibili). Obiettivo: l’equilibrio della misura, ossia una viticoltura consapevole e attuabile che porti come dote – e non come fardello – i valori della tradizione.

Il vino, secondo i fautori di questa via, deve essere il frutto di un processo produttivo agricolo perfettamente integrato nel proprio ambiente dove, “per assicurare la continuità di un agrosistema è indispensabile garantire quella dell’ecosistema che lo circonda” (altrimenti i disagi del secondo si ripercuoterebbero immediatamente sul primo) ma, al tempo stesso, il vino non deve rinunciare al requisito organolettico fondamentale della bontà e deve essere remunerativo per chi lo produce e conveniente per chi lo acquista (tutte le bottiglie presentate costano al massimo 10 euro).

Una visione pragmatica ben espressa in sala da Sandro Barosi che, con la passione genuina del produttore estraneo ai fondamentalismi, illustra la genesi di una scelta alternativa, senza nascondere le difficoltà e i costi del portarla avanti. L’immagine di una vigna fiorita e “vivente” – e  non “brulla e morta” – rende la dimensione di soddisfazione, bucolica ma concreta, che motiva l’operato quotidiano di questi produttori. Per Barosi si è trattato inoltre di una scelta di salute, dove la sostituzione (non priva di un’iniziale scetticismo) di prodotti come lo zolfo ricavato dal petrolio con lo zolfo di cava – suggeritagli da un medico allergologo – gli ha consentito di guarire da fastidiosi disturbi respiratori.

La strada della viticoltura sostenibile resta tuttavia riservata, per il momento, a spiriti pazienti e lungimiranti che non temono di impiegare 10 giornate di lavoro a pulire una vigna col decespugliatore quando con il diserbante se ne impiega mezza, che “10.000 euro in più di costi produzione alla fine dell’anno valgono la soddisfazione”  e che… anche nel concime sanno trovare poesia. Chapeau!

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende