Home » Eventi »Internazionali »Politiche » L’ambizione del governo Cameron e la formichina italiana:

L’ambizione del governo Cameron e la formichina italiana

gennaio 27, 2011 Eventi, Internazionali, Politiche

David Cameron, Courtesy of topdogtips.comLa nuova strategia britannica sul clima e l’energia del governo Cameron è stata presentata ieri a Roma durante il seminario a Villa Wolkonsky, residenza dell’Ambasciatore inglese a Roma, organizzato in collaborazione con Kyoto Club.

I relatori britannici, Robert Deane dell’Ambasciata, Chris Dodwell del Ministero dell’Energia e dei Cambiamenti Climatici, Matt Jackson del Ministero degli Esteri, hanno ricordato la frase pronunciata da Cameron il giorno dopo la sua elezione: l’impegno a diventare “the greenest government ever”, il governo più verde della storia. Una dichiarazione fortemente impegnativa, che ha catalizzato l’attenzione degli osservatori internazionali.

Rispetto al suo predecessore, Gordon Brown, gli ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2, del 34% al 2020 e dell’80% al 2050, rimangono infatti invariati. Ciò che cambia è l’approccio e la distribuzione delle risorse finanziarie: si taglia sui ministeri, sulle istituzioni come il Carbon Trust, ma non sui finanziamenti alle energie rinnovabili, alle nuove tecnologie per la riduzione della CO2, al risparmio energetico residenziale. Per i britannici il prezzo del carbonio nei mercati della CO2 è un segnale troppo debole per incentivare la trasformazione a un’economia low carbon, per cui è necessario un sostegno ai prezzi.

Riguardo alla ripartizione internazionale dell’impegno verso clima ed energia, Chris Dodwell ha dichiarato che è semplicemente ”anacronistico pensare che l’Europa stia facendo degli sforzi, mentre gli altri non stanno facendo niente”. Molti altri paesi stanno investendo nella trasformazione delle proprie economie, compresa la Cina. Per la Gran Bretagna non c’è dunque alcun dubbio sulla necessità di portare l’impegno della riduzione delle emissioni di gas serra al 30%: costerebbe all’economia solo lo 0,5% del PIL, e collocherebbe l’Europa in una posizione di leadership nelle trattative sul clima.

La posizione del governo italiano, espressa da Corrado Clini, è diversa: gli strumenti a disposizione sul piano internazionale, come il Protocollo di Kyoto, si sono dimostrati insoddisfacenti dal punto di vista dei risultati, per cui si dovranno creare nuove modalità di collaborazione internazionale. Sull’Europa, Clini lamenta la mancanza di una politica fiscale comune in materia energetica, che consentirebbe di inserire una carbon tax sui combustibili fossili. Se è vero che la Cina sta investendo molto su tecnologie ed energia verde, nota infine Clini, il reale motivo è il bisogno di differenziazione del mix energetico. Per questo gli obiettivi vincolanti di riduzione della CO2 non servirebbero.

Per Mario Gamberale, di Kyoto Club, in Italia ciò che manca per facilitare la transizione e l’innovazione è un’alleanza tra Stato, industria e associazioni. “Cento chilometri quadrati nel Sahara ricevono, come irraggiamento, l’energia necessaria all’Europa, trecento potrebbero essere sufficienti per il Pianeta”. Sergio Andreis sottolinea invece come andrebbe sfruttato il potenziale di riduzione dei consumi: con interventi di efficienza energetica, si potrebbero ridurre i consumi del 30%.

A Francesco Starace, Chief Executive Officer di Enel Green Power, spetta illustrare il panorama sulle energie rinnovabili dal punto di vista di un’azienda che è grande tra le piccole: “è la bellezza di questo mercato”, la presenza di molti operatori. L’innovazione, dice, passa attraverso due strade: la ricerca di nuovi componenti e la scoperta di nuove modalità di utilizzo. Proprio quest’ultimo fattore è stato la chiave per l’impianto “Archimede”, in Sicilia, che combina solare termico a concentrazione e geotermia, producendo 9,7 GWh l’anno.

Il clima del meeting è cordiale, ma le differenze d’impostazione tra i due Paesi sono evidenti: da una parte una Gran Bretagna con una continuità di politica climatica e una strategia di lungo periodo, al di là del colore politico del governo; dall’altra un’Italia con iniziative positive e grandi potenzialità imprenditoriali, ma sprovvista di un quadro politico di lungo periodo.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende