Home » Eventi »Recensioni » “Last Call”: a Cinemambiente l’ultima chiamata per il Pianeta Terra:

“Last Call”: a Cinemambiente l’ultima chiamata per il Pianeta Terra

giugno 2, 2013 Eventi, Recensioni

La seconda serata del Festival Cinemambiente di Torino si apre con l’anteprima di Last Call di Enrico Cerasuolo, documentario dedicato al più visionario, controverso e sconvolgente bestseller ambientale mai pubblicato: il rapporto su “I limiti dello sviluppo” del 1972.

Presentare il film proprio a Torino ha anche un forte valore simbolico, non solo perché qui è stato interamente ideato e prodotto ma, “soprattutto perché parte dall’intuizione di un grande torinese un po’ dimenticato, l’economista Aerelio Peccei – come ricorda Luca Mercalli, ispiratore e consulente scientifico della pellicola – che io ipotizzo abbia conosciuto durante i suoi viaggi un altro economista dissidente come Kenneth Boulding, autore del famoso aforisma: ”Chiunque pensi che una crescita esponenziale sia possibile in un mondo finito o è un pazzo, o è un economista“. Era il 1976, due anni dopo Peccei fondò il Club di Roma, un gruppo di riflessione sul fatto che il boom economico degli anni sessanta non sarebbe potuto andare avanti all’infinito”.

Alla proiezione, oltre all’assessore all’Ambiente del Comune di Torino Enzo Lavolta, era presente il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, che ha ricordato con la sua presenza non solo le difficoltà che incontra la politica nell’affrontare queste macro-tematiche, ma anche l’importanza di festival come Cinemambiente, perché “il cinema ci ha raccontato un paese che cambiava. Ci ha fatto anche migliorare. Quando ha smesso di farlo ed è involuto in una sfera più intimistica, forse ci ha reso tutti peggiori. Oggi se vogliamo affrontare le grandi sfide che abbiamo davanti, abbiamo bisogno di un cinema che racconti storie e di questa consapevolezza diffusa del cinema come veicolo per metter in comunicazione scienza, politica e cultura, di un’esperienza come questa di Torino che sostiene chi si occupa di queste tematiche”.

Il film racconta in maniera suggestiva e avvincente come sull’onda ispiratrice della visione umanista di Aurelio Peccei il Club di Roma chiese ad un gruppo di giovani del MIT (Massachusetts Institute of Technology) di trovare le evidenze scientifiche per verificare le proprie supposizioni. Attraverso filmati d’epoca, interviste inedite ai protagonisti ancora in vita e a coloro che collaborarono con loro al progetto, il film ripercorre le tappe che portarono alla redazione de “I Limiti dello Sviluppo” e le difficoltà che gli autori Donella H. Meadows, Dennis L. Meadows, Jorgen Randers e William W. Behrens III affrontarono e affrontano ancora oggi, nella loro opera di divulgazione.

E’ il regista Enrico Cerasuolo a rivelare a fine proiezione la sua riluttanza iniziale nel girare questo film: “Avevo paura di fare un film deprimente, che frustrasse per l’impotenza davanti all’urgenza della tematica. Spero di aver girato invece un film che non lasci depressi, ma che sia una chiamata all’azione”, naturalmente lasciata non solo all’iniziativa personale del singolo individuo, come le esperienze di vita dei protagonisti del film ci insegnano, ma anche a coloro che hanno il potere di cambiare realmente le cose. L’ultima chiamata è infatti rivolta in particolare anche alle persone che la collettività ha delegato a programmare il nostro futuro in un’ottica di lungo periodo e non di breve respiro (come una legislatura o un incarico politico), come l’urgenza e l’orizzonte temporale molto ampio del tema richiede e come il messaggio de “I limiti dello sviluppo” ci insegna.

La serata si è chiusa con una nota di polemica, quando Luca Mercalli durante il dibattito finale, ha ricordato che coloro che avrebbero dovuto vedere il film, i rappresentanti delle istituzioni e in primis il ministro, se ne erano andati prima dell’inizio della proiezione. Polemica che il direttore del Festival Gaetano Capizzi, ha cercato di smorzare ricordando l’importante testimonianza della presenza del ministro Orlando al festival e il fatto che “si è impegnato a far vedere il film in Parlamento”. Speriamo che serva, perché questa per noi e per il pianeta è l’ultima chiamata, “The Last Call”.

Alessio Sciurpa

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

ottobre 15, 2018

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

A Torino dal 15 al 18 novembre 2018 il quartiere espositivo del Lingotto Fiere propone la trentunesima edizione di Restructura, il salone nazionale dedicato a riqualificazione, recupero e ristrutturazione in ambito edilizio allestito all’interno dei 20.000 mq del padiglione Oval. Restructura è la manifestazione fieristica B2B e B2C del Nord Ovest che riunisce annualmente i principali interpreti della filiera [...]

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

ottobre 13, 2018

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

Dal 14 al 16 ottobre, negli spazi della Fondazione FICO a Bologna,va in scena il festival che racconta il cibo “sostenibile”: Bologna Award Food Festival propone incontri, dialoghi, eventi e un percorso espositivo firmato da Altan. Fra i protagonisti ci saranno il “giardiniere di Versailles”, Giovanni Delù, che ogni giorno accudisce non solo il verde della Reggia del [...]

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

ottobre 12, 2018

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

Dopo due giornate di lavori al Castello del Valentino, riservate a studenti e ricercatori, la prima edizione della Biennale della Sostenibilità Territoriale di Torino apre al pubblico, con l’appuntamento di oggi alle ore 16,00 all’Environment Park (“Verso il 2020: sostenibilità territoriale tra bilancio e rilancio”). La nuova Biennale ha l’ambizione di diventare un luogo di [...]

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

ottobre 2, 2018

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

Imprese, università e associazioni di categoria del Veneto hanno deciso di unire le proprie forze per creare una rete votata all’innovazione nell’ambito dell’edilizia sostenibile. È questa la missione del neonato Venetian Green Building Cluster che riunisce gli operatori veneti della filiera dell’edilizia e delle costruzioni, nell’intento di accelerare la trasformazione “green” dell’intero settore, sostenendo processi di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende