Home » Eventi »Idee » Milan Manifesto: ultima chiamata alla sostenibilità per 10.000 imprese:

Milan Manifesto: ultima chiamata alla sostenibilità per 10.000 imprese

aprile 30, 2015 Eventi, Idee

Innovazione e lavoro, il benessere nelle città e i diritti umani sono i pilastri della crescita economica e le priorità condivise da 10.000 imprese suddivise in 41 organizzazioni, che hanno sottoscritto il Milan Manifesto – Enterprise 2020 che sarà lanciato ufficialmente il 19 giugno all’Expo Centre durante la conferenza “LAST CALL to Europe 2020”.

La scadenza è dietro l’angolo e gli obiettivi da raggiungere ambiziosi ma con un nuovo modello di fare impresa in modo sostenibile si possono raggiungere grandi traguardi. Questo è il messaggio ottimista del Milan Manifesto – Enterprise 2020, che indicherà la via del “business sostenibile” alle imprese aderenti.

I principali contenuti del docmento sono stati presentati in anteprima il 20 aprile alla conferenza stampa della Fondazione Sodalitas presso Assolombarda. Ugo Castellano ha raccontato la storia di questo “movimento di imprese, supportato da un movimento di governi che attraverso l’agire comune e secondo valori condivisi, si propone di raggiungere l’obiettivo comune del 2020”.

L’importanza dell’etica d’impresa sociale e ambientale e della necessaria rivoluzione concettuale per re-industrializzare l’Europa secondo un modello sostenibile, sono stati sottolineati anche da Jan Notterdaeme, di CSR Europe – Corporate Share Responsability. Notterdaeme si è detto orgoglioso di credere che si possa fare business in modo diverso e proficuo e che i valori di CSR dovrebbero corrispondere a una Common Sense Revolution. Anche Marcella Logli, CSR director di Telecom Italia ha rimarcato questo punto sottolineando come i CSV – Corporate Shared Values siano il “sine-qua-non” per fare innovazione.

Ma l’innovazione passa attraverso la formazione e bisogna dunque ”cominciare dall’educazione nelle scuole, formare professionisti dell’era digitale per rilanciare l’occupabilità e l’inclusione lavorativa valorizzando in modo sartoriale le abilità di ogni individuo” spiega Francesca Patellani, Geographic Services Lead e Responsabile Human Capital & Diversity di Accenture IGEM (Italia, Grecia, Europa centro-orientale e Medio Oriente).

La presentazione ufficiale del Milan Manifesto – Enterprise 2020 si terrà il 19 giugno durante “LAST CALL to Europe 2020”, conferenza dedicata alla sostenibilità d’impresa, promossa da Fondazione Sodalitas in collaborazione con CSR Europe. Il convegno si aprirà al mattino con una sessione plenaria in cui interverranno, tra gli altri, il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni e l’esperto di sviluppo sostenibile Jeffrey Sachs, presidente dell’Earth Institute alla Columbia University, che ha recentemente pubblicato il saggio “L’era dello sviluppo sostenibile”, edito in Italia Università Bocconi Editore. Nel pomeriggio del 9 giugno si svolgeranno tre workshop, relativi ai pilastri sui cui si fonda il manifesto: growth is smart, growth is sustainable, growth is inclusive, in cui si parlerà di educazione nell’era digitale, economia circolare e benessere cittadino e di come l’innovazione sociale possa favorire un modello di business inclusivo.

Gli ingredienti che bollono in pentola sono lavoro, competitività e crescita e il “Manifesto – Enterprise 2020″ ambisce ad essere una ricetta per una crescita sostenibile. Il documento non si pone però come mero “bugiardino” ma vuole essere un impegno concreto per attuare l’Agenda sulla Sostenibilità in 29 Paesi europei seguendo valori comuni di inclusione, trasparenza aziendale e sostenibilità ambientale. In questo nuovo modello di business la sostenibilità diventa forza centralizzante e propulsiva dell’efficienza e del guadagno dell’impresa stessa. Non ci si chieda dunque – spiegano gli organizzatori del forum – come rendere le imprese più eco-friendly, ma come nuove pratiche sostenibili contribuiscano al guadagno dell’impresa, al risparmio energetico ed economico, e al miglioramento della qualità del prodotto e della sua lavorazione. “Il manifesto riporterà le priorità e gli impegni che le imprese aderenti si sono assunte per realizzare gli obiettivi di crescita sostenibile del 2020, per dare all’Europa il futuro di cui ha bisogno” dice Diana Bracco, presidente della Fondazione Sodalitas e presidente Expo, che continua “il manifesto è lo strumento con cui imprese e Commissione Europea dialogheranno per realizzare insieme una crescita sostenibile, che significa migliorare la qualità della vita e il benessere di oltre 500 milioni di cittadini europei”.

Valeria Senigaglia

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende