Home » Eventi »Idee » New Alliance PAV: anche i fiori possono fare politica:

New Alliance PAV: anche i fiori possono fare politica

settembre 19, 2012 Eventi, Idee

Probabilmente se pensiamo a qualcosa di precario e temporaneo andiamo subito con la mente a un fiore, a una piccola pianta. Oppure – più pragmatici e arrabbiati – ci concentriamo sul lavoro o l’instabile condizione che in molti viviamo nell’epoca della grande crisi economica. Quello che conta è che una cosa non esclude l’altra.

Almeno così sono convinti i componenti di un gruppo di artisti, attivisti, agronomi e membri del PAV, il Parco d’Arte Vivente di Torino, che propongono una “nuova alleanza” fra piante e persone, unite dalle stessa situazione di precarietà e dalla stessa voglia di uscirne.

Il progetto artistico-politico si chiama appunto New Alliance e verrà presentato giovedì 20 settembre al PAV con l’inaugurazione della mostra dedicata (aperta fino al 21 ottobre). “Piante e spazi verdi urbani sono spesso a rischio di sopravvivenza – spiega Orietta Brombin, curatrice della mostra e del workshop collegato – così come lo sono gli spazi sociali e culturali. Abbiamo voluto far collaborare i due ambienti”.

Il collettivo si è quindi messo a studiare una strategia per dare corpo a questa intuizione. Un processo lungo (“durato sedici mesi”), che ha portato a scegliere una pianta che potesse colonizzare spicchi di città, proteggerli dal degrado e a sua volta farsi proteggere dai cittadini. “Alla fine abbiamo optato per la Catanche Caerulea, conosciuta anche come dardi di Cupido perché si dice venisse usata per preparare filtri d’amore”.

Alta non più di ottanta centimetri, ha bei fiori azzurri ed è abituata a crescere su terreni calcarei ma anche fra rovine e macerie. Adattissima quindi a ritagliarsi uno spazio in quartieri in disgregazione. “Ma soprattutto – spiega ancora Brombin – è una pianta che la legislazione regionale definisce a protezione assoluta: non si può tagliare, né spostare, né ci si può costruire attorno, anche se le sanzioni per i trasgressori al momento sono ancora lievi”. Gli spazi pubblici che ospitano la Catanche Caerulea hanno quindi la stessa protezione legale che salvaguarda le piante a rischio d’estinzione, mettendo tutti al riparo “dai tentativi di sfruttamento e dalle logiche del profitto”.

Tutto questo verrà raccontato nella mostra che inaugura giovedì, anche per mezzo di un’intervista a Steve Kurtz del Collettivo CAE (Critical Art Ensemble), gruppo statunitense che ha ispirato lo staff del PAV e lo ha aiutato nella realizzazione del progetto. Ma la mostra da sola avrebbe avuto poco senso, era necessario passare all’azione.

Così Orietta Brombin e i collaboratori hanno organizzato un workshop per domenica 23 settembre: “Durante le fasi preparatorie abbiamo esplorato Torino per scegliere i luoghi più adatti, nel frattempo abbiamo seminato i fiori e adesso finalmente siamo pronti per la piantumazione”. Artisti, operatori e semplici partecipanti andranno quindi a colonizzare piccoli spazi urbani. Il primo sarà proprio il PAV, dove alcuni dardi di Cupido resteranno a testimonianza dell’iniziativa. Altri verranno piantati nello spazio dell’associazione URBE Rigenerazione Urbana, alcuni fioriranno attorno al tram urbano del Progetto Diogene (Rotonda di Corso Regio Parco), le ultime verranno affidate all’orto del centro diurno di salute mentale di via Leoncavallo. Per un totale di un centinaio di bulbi.

Sarà un modo per riappropriarsi di qualche pezzo di città. Di sfruttare la precarietà in maniera positiva, come strumento per la riqualificazione di spazi ed esperienze sociali, secondo i principi cari al guerrilla gardening. “Speriamo che questo sia solo l’inizio – spiega ancora la responsabile del progetto – noi e gli artisti del CAE lo abbiamo immaginato in modo che fosse replicabile”. Chissà che proprio come un seme, l’esperienza del collettivo del Parco d’Arte Vivente non riesca a diffondersi e moltiplicarsi anche in altre contesti. “Ogni regione ha le sue piante a rischio, protette dalla legge – conclude Brombin – e ogni zona ha le sue comunità, con problemi e battaglie peculiari”. Ogni territorio, di fatto, è buono per provare una nuova alleanza.

Matteo Acmè

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende