Home » Eventi » Paolo Barilla presenta le nuove sfide del Center for Food & Nutrition:

Paolo Barilla presenta le nuove sfide del Center for Food & Nutrition

novembre 30, 2009 Eventi

Paolo, Guido, Pietro e Luca Barilla, Courtesy of Barilla Group.comSegno dei tempi che cambiano (e che maturano). Alla vigilia della nomina di Connie Hedegaard a Commissario per l’Azione sul Clima dell’Unione Europea (nuovo portafoglio della rinnovata Commissione Barroso), ad accoglierci al business lunch “Cambiamenti climatici ed ecosostenibilità” di giovedì 26, a Milano, è Veronica Caciagli, Climate Change Officer del Consolato Generale britannico.

“Commissario per l’Azione sul Clima” e “Climate Change Officer” sono job titles che creano ancora un certo (positivo) stupore, ma che fanno ben sperare circa il radicamento della nuova sensibilità ambientale ad ogni livello istituzionale.

Quanto questa sensibilità sia sviluppata oltre Manica ne è dimostrazione l’appuntamento stesso, organizzato dalla British Chamber of Commerce  e dal Consolato Generale Britannico - nell’ambito dei consueti incontri mensili tra istituzioni, imprenditori inglesi e meneghini – e sponsorizzato da Easynet Global Services (società del gruppo BSkyB di Rupert Murdoch) con il supporto di Aviva e Barclays  Bank.

Il primo business lunch in Italia interamente compensato rispetto alle emissioni di CO2, grazie all’intervento di AzzeroCO2, la società di Legambiente e Kyoto Club, con cui l’Ambasciata di Sua Maestà prosegue, ormai da due anni, una collaborazione che ha visto compensare, con la piantumazione del Parco del Gargano, le celebrazioni italiane del Compleanno della Regina. Come dire: Dio salvi la Regina – ma anche la natura.   

Ospite d’onore e speaker d’eccezione Paolo Barilla, Vice Presidente della Barilla G. e R. F.lli S.p.A. che, su invito dall’Ambasciatore Edward Chaplin, coglie l’occasione per presentare le sfide del neonato Barilla Center for Food & Nutrition, di cui si parlerà nel corso del Primo Forum Internazionale sull’Alimentazione e la Nutrizione in programma a Roma il 3 dicembre.  

Le imprese fanno fatica a cambiare“, precisa subito Barilla, “perchè continuano a riprodurre se stesse e cambiano più spesso per le crisi che per la volontà di fare meglio. Noi avevamo bisogno di una grandissima accelerazione e il Barilla Center for Food & Nutrition porta dentro all’impresa argomenti che noi non trattavamo – se non a livello intuitivo. Trattavamo l’ambiente come senso di responsabilità individuale, ma non ne capivamo i risvolti più ampi. Avevamo forse poca coscienza e poca conoscenza dei problemi. Oggi abbiamo imparato molto di più”.   

Paolo Barilla ammette così, con onestà e umiltà, la novità di un percorso strutturato di responsabilità sociale e ambientale, ma parla con l’autorità di un’azienda che, in 130 anni di storia, vanta sicuramente più di una buona pratica da trasmettere, a partire dai rapporti con il territorio, garantiti dal forte radicamento che la famiglia (tuttora proprietaria) ha sempre saputo e voluto mantenere.

Ma, forse, si tratta di recuperare, dall’esperienza passata, anche la giusta dimesione del rapporto con il consumo. “Gli anni Settanta”, ricorda Barilla, “sono stati gli anni dell’austerity, della crisi energetica, in cui ancora moltissime persone ricordavano la Guerra, ne avevano visto la distruzione e sapevano cosa volesse dire non avere niente. Persone che avevano un paio di scarpe e un paio di scarpe “per la domenica” e quando mi vedevano in giro a divertirmi in motorino mi urlavano “Cosa vai in giro, sprechi benzina!”. Gli anni Ottanta hanno sradicato questo atteggiamento. Ci siamo scordati un certo linguaggio e una certa coscienza. A noi tutto sembrava possibile e l’accessibilità - a nuovi prodotti e nuovi servizi - diventava un valore“.

Nasce qui, secondo Paolo Barilla, la dannosa cultura del discount totale, ben rappresentata dal fenomeno Ryan Air. Il proposito (rendere più largamente accessibile un servizio) poteva anche essere nobile – ma era giusto? Oggi ci si presenta il conto, un conto “piuttosto salato”, che pare addirittura privo di orizzonte: ”non ci sarà vita” è il chiaro monito ”se non metteremo mano al nostro modello di pensiero“.

“Oggi siamo all’inizio di un percorso molto difficile” continua Barilla, “un percorso che costerà molto, anche in termini di sofferenze e rinunce, ma tutto ciò è necessario”. “Il fatto stesso che se ne parli è però positivo. Prima se ne parla, poi se ne parla ancora e si recepisce, poi qualcosa si afferra e poi, tra 5 o 10 anni, avremo evoluto la nostra cultura ad un livello tale da saperci comportare in maniera diversa. Non si può cambiare il sistema se non cambiando noi stessi“.

Fin qui la saggezza dell’uomo, ma ancora poca autocritica da parte dell’imprenditore. Che tuttavia non si fa attendere. “L’impresa può e deve essere più rapida. Se come individui singoli abbiamo una lentezza nel reagire, come istituzioni e come imprese dobbiamo essere invece molto rapidi, perchè possiamo farlo“. “Il nostro” conclude Barilla parlando del nuovo Centre for Food & Nutrition, ”non è ancora un caso di successo. E’una strada che vogliamo percorrere, è l’inizio di un cammino“. Un esempio di moderazione e pragmatismo, segno dei tempi. Che cambiano (e che maturano). Anche nelle imprese.  

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende