Home » Eventi »Nazionali »Politiche »Rassegna Stampa » Prestigiacomo a Marcegaglia: creiamo la “moda” degli investimenti ambientali:

Prestigiacomo a Marcegaglia: creiamo la “moda” degli investimenti ambientali

novembre 20, 2009 Eventi, Nazionali, Politiche, Rassegna Stampa

Emma Marcegaglia, Courtesy of FlickrParlando agli imprenditori di Confindustria in occasione della sesta edizione del  Premio Areté per la Comunicazione Responsabile il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha ricordato che la battaglia sul clima che si terrà a Copenaghen “non é una battaglia di target di emissioni, la sfida è quella di un modello di sviluppo”, i cui costi dovranno essere equamente ripartiti, poichè “l’Italia non vuole ripetere una situazione simile a quella verificatasi col Trattato di Kyoto quando alcuni Paesi hanno assunto impegni gravosi e vincolanti e altri hanno sottoscritto dichiarazioni politiche”.  Basta quindi ai due pesi e due misure, per evitare distorsioni alla libera concorrenza.

D’altro canto “l’impresa – ha detto il ministro - non deve vivere i vincoli come un peso. L’ambiente è una sfida etica e le imprese devono invertire il rapporto con questi temi”. “Occorre investire di più perché questi temi entrino in testa agli imprenditori”.

La dichiarazione giunge in risposta alle preoccupazioni avanzate nei giorni scorsi, in sede europea, dal presidente di Confindustria Emma Marcegaglia e dalla Confindustria tedesca circa gli oneri aggiuntivi che un’intesa al vertice di Copenhagen potrebbe far ricadere sulle imprese.

“L’Europa” ha proseguito Prestigiacomo, “ha sostenuto un grande sforzo impegnandosi in maniera autonoma a un taglio delle emissioni del 20% e, in prospettiva, del 30%, ma una assunzione di responsabilità così forte ha una logica compiuta solo a fronte di un’assunzione di responsabilità corrispondente degli altri Paesi, cominciando dagli Stati Uniti”.

Il Ministro dell’Ambiente ha anche ricordato con soddisfazione l’allargamento in corso del “Patto per l’Ambiente”, sottoscritto a luglio scorso da 11 grandi gruppi industriali italiani. “Oggi siamo alle battute finali del lavoro per l’allargamento di questa intesa ad altre 17 grandi aziende, fra cui Finmeccanica, Eridania, Acea, A2A, Eon“. ”Si amplierà così anche il valore degli investimenti” che già oggi prevedono 12 miliardi di euro di interventi ”per abbattere del 25% il nostro gap nazionale nei confronti degli impegni di riduzione previsti dal Trattato di Kyoto”.

Occorre far diventare di moda gli investimenti ambientali” ha chiuso il ministro. “Bisogna mettere il tappeto rosso a tutto ciò che è sostenibile e superare la condizione di nicchia”. Sperando che questa moda diventi così classica da costituire un ever green.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende