Home » Eventi » Quando pagare un caffè con carta di credito sarà normale:

Quando pagare un caffè con carta di credito sarà normale

gennaio 18, 2011 Eventi

carte di credito, courtesy of ayrion.itSe ormai è risaputo che l’Italia è un paese per vecchi e governato da vecchi, possiamo anche dedurne (non è difficile immaginarlo) che l’Italia sia uno dei paesi più attaccati alle monetine.

Ma è bene ricordare che “il contante inquina, è scomodo e sporco, in tutti i sensi. Come dicono in Svezia, serve solo alle vecchiette e ai rapinatori”. Così ci dice al telefono Geronimo Emili, organizzatore del No Cash Day, evento internazionale contro il denaro contante, fissato per il prossimo 21 giugno.

Alla sua prima edizione, l’evento s’inserisce nel programma di War on Cash e vedrà l’organizzazione di tavole rotonde e iniziative collaterali che coinvolgeranno istituzioni, consumatori e aziende.

L’iniziativa – continua l’ideatore della campagna - mette straordinariamente insieme due necessità molto diverse: quella imprenditoriale, che prevede la promozione di nuovi prodotti del settore finanziario e quella collettiva e etica, motivo per cui durante la giornata saranno approfonditi aspetti come il costo esorbitante della gestione del denaro contante, l’utilizzo per evadere le tasse, ma anche la pericolosità per la salute, l’igiene, l’impatto ambientale, ecc.”.

Una manifestazione che, non a caso, parte dall’Italia, il paese d’Europa più restio all’utilizzo di sistemi di pagamento elettronico. Secondo i dati di una relazione dell’Antitrust (l’autorità garante della concorrenza e del mercato), nel 2006 sono state effettuate circa 55 operazioni pro capite nell’area euro; 154 negli Stati Uniti; appena 21 in Italia. Oggi i pagamenti elettronici pro capite sono in media di 30 euro in Italia, contro i 150 euro pro capite di Francia e Inghilterra.

Siamo un popolo tradizionalista, è vero, resistono delle diffidenze ormai superate, come la paura per le truffe collegate a questi sistemi di pagamento (che però, secondo l’Abi, l’associazione delle banche italiane, sono in numero marginale rispetto a quello di furti, scippi e rapine) e c’è stata una carente campagna di sensibilizzazione fino ad oggi.

Il contante costa”, spiega Emili. “Solo per quanto riguarda l’Euro, sono oggi in circolazione oltre 13miliardi e 600 milioni di banconote per un valore di 815 miliardi di euro. Sul fronte delle monete, ne circolano 91 miliardi e oltre 800 milioni di esemplari che valgono, in totale, quasi 22 miliardi di euro. Costa la gestione alle banche, costa alla grande distribuzione e permette di delinquere con più facilità:  nel primo semestre del 2010 la Banca d’Italia ha riconosciuto false oltre 72mila banconote e in Europa nell’ultimo anno sono stati ritirati 387mila biglietti in euro falsi. Con l’e-payment si riduce significativamente l’evasione fiscale così diffusa in contanti.

Il pagamento elettronico minaccia la privacy? Forse, ma si guadagna in comodità e salute. La vita media di un biglietto da 1 dollaro è di circa 18 mesi e una banconota da 100 dollari passa di mano in mano anche per 7 anni e mezzo. Uno studio condotto negli Usa documenta come il 18% delle monete e il 7% delle banconote in circolazione siano veicoli di batteri anche potenzialmente pericolosi come l’Escherichia Coli e lo Stafilococco Aureo. Poi l’ambiente, soffocato dalle monete bimetalliche da 1 euro e da 2 euro, realizzate con una lega di rame-nichel e con una di nichel-ottone. Oltretutto causa di molte allergie. E fa un po’ impressione, poi, sapere che 9 banconote su 10 negli Usa registrano la presenza di cocaina sulla propria superficie.

Il programma della manifestazione è in via di definizione e stiamo lavorando perché, a partire dal paese più ostile (ed è importante che così sia), già questa prima edizione possa avere una dimensione europea: l’Europa, d’altronde, offre un panorama vario, che va dal timore italiano alla Svezia, il paese in assoluto più avanzato in questo senso”.

Il 21 giugno 2011 sarà un’occasione in più, durante i festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia per discutere, riflettere e sperimentare il grado di modernità del paese.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende