Home » Eventi » RemTech, a Ferrara le tecnologie e lo stato dell’arte delle bonifiche:

RemTech, a Ferrara le tecnologie e lo stato dell’arte delle bonifiche

settembre 17, 2014 Eventi

Promuovere soluzioni tecnologicamente avanzate, individuare partner eccellenti, aprire la strada a nuovi mercati emergenti sul piano nazionale e internazionale, formare operatori esperti, condividere esperienze virtuose: la fiera RemTech, l’evento più specializzato in Italia sulle bonifiche dei siti contaminati e la riqualificazione del territorio, torna alla Fiera di Ferrara dal 17 al 19 settembre. Giunto all’ottava edizione, RemTech si conferma come un vero e proprio hub della remediation, capace di moltiplicare le relazioni per le aziende, instaurare e facilitare nuove reti di collaborazione tra grandi player, università, ricerca e sistemi di controllo, promuovere lo scambio di conoscenze, competenze e best practices su un piano ormai sempre più inarrestabilmente internazionale. Non solo quindi esposizione, ma anche formazione e proposte delle soluzioni di bonifica più altamente qualificate.

L’ottava edizione è stata inaugurata stamattina dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, che ha voluto ribadire l’impegno del governo: “Nei primi sette mesi del 2014 – ha spiegato il Ministro – abbiamo convocato 62 Conferenze di Servizi, il doppio di quelle che erano promosse in tutto il 2013, e approvato progetti di bonifica importanti. Certo, questo non è sufficiente e, per fare di più, siamo intervenuti dal punto di vista legislativo. Prima dell’estate abbiamo approvato il D.L. 91, che semplifica molto le procedure per poter effettuare le bonifiche in Italia. E siamo intervenuti di nuovo semplificando ulteriormente nel Decreto “Sblocca Italia”. “Credo che così – ha concluso il titolare dell’Ambiente – potremo fare grandi passi in avanti nel prossimo futuro, però non basta. Il tema va affrontato non solo da parte del mio Ministero, ma anche in termini più generali dalle società che operano nel territorio e dai cittadini. Tutti i temi ambientali hanno bisogno del coinvolgimento di tutti. RemTech va proprio in questa direzione e dà il segnale che il tema delle bonifiche non riguarda solo lo Stato, ma tutti noi”.

Un’opinione, quella sull’operato del Governo, che non trova tutti d’accordo, a partire dai manifestanti sardi che, nei giorni scorsi hanno chiesto a gran voce la chiusura e bonifica dei poligoni militari dell’isola e l’intervento dello Stato.  “Le bonifiche sono state cancellate per decreto. Un decreto del Ministro dell’Ambiente Galletti ha equiparato le aree militari alle aree industriali. In questo modo la soglia dell’inquinamento raggiunta attraverso proiettili, mortai, bombe e missili che sul terreno lasciano sostanze nocive si è automaticamente alzata. Con limiti di legge che ora potrebbero aumentare esponenzialmente. Spostando i termini per le bonifiche, che potrebbero non venire mai fatte. Sia nelle aree militari in uso, che in quelle in via di dismissione”, denuncia Fernando Codonesu, sindaco di Villaputzu e, in passato, già consulente della Commissione parlamentare di inchiesta sull’uranio impoverito. “”

RemTech serve proprio a tenere alta l’attenzione su questi temi controversi. “Il forte coinvolgimento di tutto il comparto istituzionale, la presenza di aziende con tecnologie di ultima generazione (droni, robot, strumenti, software, etc.), la prima edizione della RemTech International School riservata alle Delegazioni di buyers stranieri, la creazione di un focal point annuale per la dissemination dei principali progetti di cooperazione internazionali in materia di coste, mare e bonifiche, l’accreditamento professionale continuo’”, sono questi – secondo Silvia Paparella, project manager della manifestazione ferrarese – i punti di forza dell’edizione 2014.

La RemTech International School, in particolare, è nata dall’accordo tra i promotori del Salone e alcuni buyer stranieri, tra i quali compagnie petrolifere, che coordinandosi con i rispettivi governi hanno affidato alla fiera il compito di strutturare un percorso formativo qualificativo. Il percorso formativo prevede lezioni, visite ai cantieri e alle imprese coinvolte, ma soprattutto la  presentazione delle migliori tecnologie da parte di un nucleo di aziende leader che RemTech sta selezionando ed esclusivi meeting bilaterali.

Altro momento formativo è quello con la seconda edizione della RemTech Training School, focalizzata sulle tecnologie innovative di bonifica, con la presentazione dei casi applicativi più interessanti da parte delle aziende e il coinvolgimento dei buyer stranieri più importanti.

“Quest’anno sono da segnalare sicuramente i due focus internazionali, SustRem2014 – la terza conferenza internazionale sulle bonifiche sostenibili e I2SM – il simposio internazionale sulla gestione dei sedimenti”, prosegue Paparella.  Mentre la conferenza di apertura è stata incentrata sul “Benchmarking delle bonifiche in Italia, in Europa, nel mondo“, e ha visto trattato, tra gli altri, il delicato tema della Terra dei Fuochi. All’interno del convegno “Gestione e tutela della fascia costiera e del mare. III sessione: sistemi di gestione, allerta e monitoraggio“, verranno invece presentati gli ultimi aggiornamenti in materia di nuove competenza delle ARPA per quanto riguarda il monitoraggio marino, in presenza del Sottosegretario di Stato Silvia Velo.

Numerosi gli stakeholder che parteciperanno a questa edizione: le Regioni e i Comuni, ISPRA e le Arpa, l’industria, il comparto oil, i Porti, le Autostrade, le Ferrovie, i Consorzi di bonifica e alcune tra le migliori imprese di servizi e tecnologie, come Saipem, Syndial ed Eni. Un ruolo centrale nella definizione dei contenuti sarà ricoperto da università e centri di ricerca, portatori di progetti europei e di “alta conoscenza”, come vengono definiti dagli organizzatori.

Due, infine, le Sezioni speciali di RemTech Expo: Coast Esonda Expo (www.coastexpo.com) sulla gestione e tutela della costa, il dissesto idrogeologico e la manutenzione del territorio, e Inertia (www.inertiaexpo.com) sui rifiuti inerti, gli aggregati naturali, riciclati e artificiali.

Marta Rossi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende