Home » Eventi »Nazionali »Politiche » Rinnovabili protagoniste: verso un Coordinamento unico:

Rinnovabili protagoniste: verso un Coordinamento unico

ottobre 5, 2012 Eventi, Nazionali, Politiche

Non più nicchia: con la prospettiva per le rinnovabili di arrivare a soddisfare il 38% del fabbisogno elettrico nazionale totale al 2020, diventando così la prima fonte di energia elettrica, gli operatori del settore si risvegliano come i futuri leader del mercato energetico italiano. E si interrogano di fronte a una necessità sempre più pressante: diventare un soggetto forte, in grado di interagire con le istituzioni con voce unica. La questione è alquanto problematica per un settore così frastagliato, di cui fanno parte aziende di ogni dimensione, e con diverse associazioni a rappresentarle.

La proposta dell’istituzione di un Coordinamento permanente è stata introdotta ieri a Roma nel corso dell’ultimo della serie di convegni “Stati Generali delle Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica”: “Sono ormai sei-otto mesi che le associazioni si riuniscono per cercare una voce unica per acquisire consapevolezza del ruolo, ormai maturo – spiega Gianni Silvestrini, direttore scientifico del Kyoto Club – Dobbiamo imparare a essere un soggetto forte in grado di interagire con le istituzioni e di contribuire a definire una strategia energetica nel Paese.”

Secondo G.B. Zorzoli, presidente di ISES Italia, è necessario “uscire dalla psicologia dell’assediato e farci carico dei problemi. Al di là della retorica, in questa fase di transizione a un nuovo paradigma del sistema energetico, ci sono alcuni nodi che trascendono gli specifici interessi del mondo delle rinnovabili; che vanno affrontati, con delle risposte.” A proposito del rapporto tra operatori delle rinnovabili e operatori di energia da fonte fossili aggiunge: “Non c’è dubbio che noi non viviamo separati da loro. Quando eravamo una nicchia potevano vivere in una nostra separatezza. Nel momento in cui non siamo più una nicchia questa separatezza diventa un fattore negativo che ci si ritorce contro.”

La proposta di coordinamento includerebbe la creazione di un nuovo soggetto, completamente autonomo dalle associazioni già esistenti, in grado quindi di mediare tra la moltitudine di operatori. “C’è molto lavoro da fare perché l’idea deve calarsi in una formula molto agile e precisa. L’esistenza di un Coordinamento avrebbe due valenze: innanzitutto come garanzia di una continuità di rapporto con la vasta platea associazionistica. Inoltre proposte e discussioni già maturate da coloro che fanno parte del coordinamento dovrebbero permettere di arrivare a una riunione plenaria che sia già decisionale. Per questo mi sembra che l’elemento fondamentale di un coordinamento dovrebbe essere la garanzia di una completa autonomia dalle associazioni già esistenti.”

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

maggio 30, 2017

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

“In Italia invece di valorizzare le figure che tutelano il territorio, si pensa ad affossarle. Alla Camera si sta consumando un vero attentato alla sopravvivenza dei Parchi, delle Aree Naturali, del Turismo Ambientale. I toni trionfalistici di alcuni deputati del PD non li comprendiamo dal momento in cui non ci sarà nulla da festeggiare qualora [...]

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende