Home » Aziende »Eventi » Riuso e voglia di spazi verdi: al MACEF l’abitare vuol essere sostenibile:

Riuso e voglia di spazi verdi: al MACEF l’abitare vuol essere sostenibile

gennaio 23, 2013 Aziende, Eventi

Da materiali di scarto, provenienti dai cantieri e produzioni meccaniche, a resti di officine. Sostenibilità e commistione con le tecnologie. Vecchio e nuovo,green tecno fanno da star, quest’anno, per l’edizione numero 94 delMacef (Salone Internazionale della Casa), la più grande mostra di design che inaugurerà il 24 gennaio a Milano e durerà fino al 27.

Grazie a “Storie di cose sostenibili” (Padiglione 1 – Stand M01) torna l’appuntamento con il design per la casa dove l’estro creativo prende forma da oggetti altrimenti destinati al cassonetto. Dalle bottiglie in plastica colorata che diventano originali soprammobili dalla dignità artistica, ai “rifiuti a lieto fine” che nella loro bellezza vogliono raccontare la storia dei materiali da cui prendono vita. Questa edizione vede la presenza di numerose aziende, prodotti innovativi e la collaborazione di BEST UP, il primo circuito per la promozione dell’abitare sostenibile.

I rifiuti sono la base per i pezzi unici e serie limitate di complementi d’arredo e di gioielli, dalle linee essenziali ed eleganti di Art Design Factory, per esempio. Le idee nascono e (ri)prendono forma, grazie alla commistione originale di progetti innovativi e materiali artigianali. Creatività ed estetica si esaltano a vicenda in combinazioni inusuali come nei pendenti, negli anelli e negli oggetti da tavola. Flessibilità, funzionalità più la combinazione di diversi materiali è il centro delle opere che Giorgio Caporaso trasferisce dal cartone alle sue collezioni, che vogliono durare nel tempo, adattandosi a modi di vita in trasformazione. Ci sono poi i “mobili per educare” di Flowerssori che ha il bambino al centro del proprio metodo progettuale e persegue un approccio ecologico, che rispettoso del legno nella sua interezza, mantenendo il nodo, come espressione della natura e dell’unicità del materiale. La raccolta differenziata dell’umido è alla base del progetto di InSinkErator. Utilissimo a questo proposito un piccolo elettrodomestico, inventato negli Stati Uniti nel 1927, chiamato “dissipatore”, perché realmente “dissipa” ogni forma di rifiuto alimentare, trasformandolo in particelle minuscole che vengono eliminate dallo scarico del lavello, al quale questo apparecchio viene collegato.C’è anche il progetto Oikosche si inserisce all’interno di un articolato percorso di recupero etico e propositivo degli scarti aziendali accumulati nel tempo all’interno dei magazzini, attraverso le potenzialità creative e artigianali del ri-assemblaggio. Come per le persone, anche la vita degli oggetti accumula emozioni e racconta storie quotidiane, che ORAdesing interpreta con sensibilità. Allora il pneumatico si tinge d’argento e si impreziosisce di strass, la sedia con una gamba in meno diventa un arredo allegorico, la cassa di una nave da guerra si trasforma in tavolino contenitore per materiali familiari e ricordi, perché la creatività vede nelle cose ciò che esse avrebbero voluto essere in un’altra vita: la nostra.

Da non perdere, “Home Garden – Il Giardino Domestico” (Padiglione 7 – Stand S01), novità dell’edizione Macef di settembre, e protagonista anche nei prossimi giorni. Un grande giardino colorato dove trovano spazio oggetti di arredo per esterni, complementi, accessori e allestimenti, come sempre declinati sia per spazi privati che contesti pubblici. Il settore dell’outdoor offre prospettive decisamente incoraggianti che prevedono una crescita complessiva del 4,1% entro il 2013. Dati in controtendenza rispetto al generale calo dei consumi, che dimostrano un mercato vivace. Segno di un bisogno concreto: fare della natura un’esperienza abitativa quotidiana per un ritorno all’essenza delle cose e a un vivere più sano. Nell’area dedicata all’outdoor, sarà presente l’allestimento“Una sosta nel bosco”, ideato dal designer Angelo Grassi, da sempre ispirato dall’osservazione e dal rispetto della natura. Nasce così un nuovo e sorprendente racconto che valorizza l’aspetto paesaggistico del bosco e l’importanza dell’acqua e dell’ossigeno, elementi legati alla qualità della vita. L’intenzione è di offrire ai visitatori una piccola oasi di tranquillità in un contesto dinamico come quello di un evento fieristico. “E’ necessario ripristinare l’equilibrio fra la natura e l’aspetto produttivo e industriale che può svilupparsi attraverso scelte precise come ad esempio l’utilizzo delle energie rinnovabili. Da qui è nata l’idea di ricreare una porzione di paesaggio naturale per suscitare emozioni in un ambito come quello di un padiglione fieristico”, racconta Grassi. Il percorso tra gli alberi conduce a un biolaghetto con acqua a fitodepurazione ottenuta con meravigliose piante acquatiche come iris d’acqua, phragmites, myriophillium, thalia dealbata. A completare l’allestimento un prato, sabbia e un sottobosco ottenuto con terriccio vergine e pacciamatura da scarti di potatura e foglie.

Francesca Fradelloni

 


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende