Home » Aziende »Eventi » Riuso e voglia di spazi verdi: al MACEF l’abitare vuol essere sostenibile:

Riuso e voglia di spazi verdi: al MACEF l’abitare vuol essere sostenibile

gennaio 23, 2013 Aziende, Eventi

Da materiali di scarto, provenienti dai cantieri e produzioni meccaniche, a resti di officine. Sostenibilità e commistione con le tecnologie. Vecchio e nuovo,green tecno fanno da star, quest’anno, per l’edizione numero 94 delMacef (Salone Internazionale della Casa), la più grande mostra di design che inaugurerà il 24 gennaio a Milano e durerà fino al 27.

Grazie a “Storie di cose sostenibili” (Padiglione 1 – Stand M01) torna l’appuntamento con il design per la casa dove l’estro creativo prende forma da oggetti altrimenti destinati al cassonetto. Dalle bottiglie in plastica colorata che diventano originali soprammobili dalla dignità artistica, ai “rifiuti a lieto fine” che nella loro bellezza vogliono raccontare la storia dei materiali da cui prendono vita. Questa edizione vede la presenza di numerose aziende, prodotti innovativi e la collaborazione di BEST UP, il primo circuito per la promozione dell’abitare sostenibile.

I rifiuti sono la base per i pezzi unici e serie limitate di complementi d’arredo e di gioielli, dalle linee essenziali ed eleganti di Art Design Factory, per esempio. Le idee nascono e (ri)prendono forma, grazie alla commistione originale di progetti innovativi e materiali artigianali. Creatività ed estetica si esaltano a vicenda in combinazioni inusuali come nei pendenti, negli anelli e negli oggetti da tavola. Flessibilità, funzionalità più la combinazione di diversi materiali è il centro delle opere che Giorgio Caporaso trasferisce dal cartone alle sue collezioni, che vogliono durare nel tempo, adattandosi a modi di vita in trasformazione. Ci sono poi i “mobili per educare” di Flowerssori che ha il bambino al centro del proprio metodo progettuale e persegue un approccio ecologico, che rispettoso del legno nella sua interezza, mantenendo il nodo, come espressione della natura e dell’unicità del materiale. La raccolta differenziata dell’umido è alla base del progetto di InSinkErator. Utilissimo a questo proposito un piccolo elettrodomestico, inventato negli Stati Uniti nel 1927, chiamato “dissipatore”, perché realmente “dissipa” ogni forma di rifiuto alimentare, trasformandolo in particelle minuscole che vengono eliminate dallo scarico del lavello, al quale questo apparecchio viene collegato.C’è anche il progetto Oikosche si inserisce all’interno di un articolato percorso di recupero etico e propositivo degli scarti aziendali accumulati nel tempo all’interno dei magazzini, attraverso le potenzialità creative e artigianali del ri-assemblaggio. Come per le persone, anche la vita degli oggetti accumula emozioni e racconta storie quotidiane, che ORAdesing interpreta con sensibilità. Allora il pneumatico si tinge d’argento e si impreziosisce di strass, la sedia con una gamba in meno diventa un arredo allegorico, la cassa di una nave da guerra si trasforma in tavolino contenitore per materiali familiari e ricordi, perché la creatività vede nelle cose ciò che esse avrebbero voluto essere in un’altra vita: la nostra.

Da non perdere, “Home Garden – Il Giardino Domestico” (Padiglione 7 – Stand S01), novità dell’edizione Macef di settembre, e protagonista anche nei prossimi giorni. Un grande giardino colorato dove trovano spazio oggetti di arredo per esterni, complementi, accessori e allestimenti, come sempre declinati sia per spazi privati che contesti pubblici. Il settore dell’outdoor offre prospettive decisamente incoraggianti che prevedono una crescita complessiva del 4,1% entro il 2013. Dati in controtendenza rispetto al generale calo dei consumi, che dimostrano un mercato vivace. Segno di un bisogno concreto: fare della natura un’esperienza abitativa quotidiana per un ritorno all’essenza delle cose e a un vivere più sano. Nell’area dedicata all’outdoor, sarà presente l’allestimento“Una sosta nel bosco”, ideato dal designer Angelo Grassi, da sempre ispirato dall’osservazione e dal rispetto della natura. Nasce così un nuovo e sorprendente racconto che valorizza l’aspetto paesaggistico del bosco e l’importanza dell’acqua e dell’ossigeno, elementi legati alla qualità della vita. L’intenzione è di offrire ai visitatori una piccola oasi di tranquillità in un contesto dinamico come quello di un evento fieristico. “E’ necessario ripristinare l’equilibrio fra la natura e l’aspetto produttivo e industriale che può svilupparsi attraverso scelte precise come ad esempio l’utilizzo delle energie rinnovabili. Da qui è nata l’idea di ricreare una porzione di paesaggio naturale per suscitare emozioni in un ambito come quello di un padiglione fieristico”, racconta Grassi. Il percorso tra gli alberi conduce a un biolaghetto con acqua a fitodepurazione ottenuta con meravigliose piante acquatiche come iris d’acqua, phragmites, myriophillium, thalia dealbata. A completare l’allestimento un prato, sabbia e un sottobosco ottenuto con terriccio vergine e pacciamatura da scarti di potatura e foglie.

Francesca Fradelloni

 


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

maggio 13, 2019

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

Per la comunità scientifica italiana, in particolare quella che studia i Poli, si tratta di un grande risultato, che aprirà la strada a nuovi studi. L’OGS, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – grazie ad un finanziamento di 12 milioni di euro ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – ha acquistato dalla norvegese Rieber [...]

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

maggio 4, 2019

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

Per la prima volta dalla nascita di questa competizione sportiva, uno speciale progetto di salvaguardia ambientale, accompagnerà la Red Bull Cliff Diving World Series, il campionato mondiale di tuffo da scogliere naturali, per lanciare un forte messaggio in difesa degli oceani, grazie alla volontà e tenacia di due giovanissimi campioni: Eleanor Townsend Smart, high diver americana, e Owen Weymouth, [...]

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

aprile 29, 2019

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

Domenica 28 aprile si è celebrata la “Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto”, una ricorrenza per ricordare che, ancora oggi, sono circa 125 milioni i lavoratori esposti alla fibra killer, che provoca non meno di 107.000 decessi ogni anno (secondo le stime OMS), di cui circa 6.000 solo in Italia. Una guerra al “killer silenzioso” che non può essere vinta [...]

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende