Home » Eventi » Salone del Gusto 2016: una sana invasione di chiocciole per la città:

Salone del Gusto 2016: una sana invasione di chiocciole per la città

settembre 22, 2016 Eventi

L’edizione 2016 di Terra Madre Salone del Gusto segna una svolta importante per i due eventi più famosi di Slow Food, nel 30° anno di vita dell’associazione. Intanto diventano una cosa sola, anche nel nome (con focus su Terra Madre, la grande comunità del cibo mondiale). Ma soprattutto escono dalle pareti un po’asfittiche del polo fieristico del Lingotto per diffondersi – con accesso gratuito per tutti – nei luoghi più belli e simbolici della città di Torino: dal Parco del Valentino a Piazza Castello, dai Murazzi del Po al Borgo Medievale.

Una sfida logistica e organizzativa titanica, come ammettono i promotori dell’idea, ma che potrebbe trasformare l’evento biennale in una sorta di “olimpiade” enogastronomica diffusa, che coinvolge tutta la città, valorizzando l’esistente, senza manie di gigantismo e inutili investimenti milionari sulle strutture. In effetti camminando per le vie del centro di Torino alla vigilia dell’apertura si percepisce un’atmosfera che mutatis mutandis ricorda l’eccitazione collettiva del 2006, un momento storico in cui gli abitanti del capoluogo sabaudo presero coscienza (forse per la prima volta) della bellezza della propria città e si sentirono, almeno per quei pochi giorni, una collettività, che fece innamorare gli stranieri.

Con l’apertura di oggi, fino a lunedì 26 settembre, l’evento non si svolgerà infatti solo nei luoghi ufficiali, ma vede una miriade di iniziative private e autogestite praticamente in ogni bar, galateria, vineria, ristorante, galleria d’arte, negozio ecc. Un salone off che, per continuare con i paragoni, ricorda la formula piacevolmente “invasiva” del Salone del Mobile di Milano. E che – annuncia il neo assessore al Commercio, Alberto Sacco, in conferenza stampa – nel 2018 potrebbe allargarsi e coinvolgere anche le periferie.

Le chiocciole di Slow Food da alcuni giorni presidiano già ogni angolo del centro cittadino: una nota di colore che si staglia sulle tonalità tenui dei palazzi storici, creando un contrasto – ma anche una continuità – tra antico e contemporaneo e lanciando un messaggio di rinascita, come spiega a Repubblica uno dei sei artisti del collettivo biellese che le ha realizzate: “Quando passa la chiocciola lascia una scia che viene usata come medicazione, per curare le ferite. E’ un simbolo, se vogliamo, di rigenerazione. Dove passa la chiocciola lascia una scia e quella scia rappresenta per noi un miglioramento. Tutte le nostra installazioni inoltre sono fatte in plastica rigenerata. Una volta che le opere si sono, per così dire, usurate le riutilizziamo per farne delle altre. E così via”.

I temi di riflessione ecologica non mancano in questa edizione, che ha come sottotitolo e filo conduttore “Voler bene alla terra” (e anche alla Terra). Alla biodiversità vengono dedicati il percorso di sensibilizzazione nello stand principale di Slow Food in Piazza Castello e una mostra fotografica nel cortile del Castello del Valentino. Via Po, grazie alla collaborazione tra l’associazione dei commercianti e l’Università di Scienze Gastronomiche, diventa invece teatro delle immagini di Douglas Gayeton, The Lexicon of Sustainability.

Molte anche le conferenze, tra le quali: “La rivoluzione dell’orto“, un inno all’orto urbano come strumento di educazione alla bellezza e lotta contro il degrado delle periferie, con l’americana Alice Waters, vicepresidente di Slow Food International; “L’agroecologia può sfamare il mondo?“,  con Miguel Altieri, Yacouba Sawadogo e Anouradha Mittal, fondatrice dell’Oakland Institute, sulla preferibilità (e fattibilità) di un modello agricolo alternativo a quello industriale; “Il nostro cibo quotidiano: veleno o medicina“, un incontro sul ruolo di carboidrati raffinati, additivi chimici e residui di pesticidi nella nostra alimentazione, curato dal medico Franco Berrino; e, il 26 settembre, alle 14,00, il dibattito conclusivo “Un nuovo mondo è possibile, anzi necessario“, tra Serge Latouche e Stefano Zamagni.

Andrea Gandiglio

Visita la galleria d’immagini completa del preview di Greenews.info del 21 settembre sulla nostra pagina Facebook!

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende