Home » Eventi » Sana 2011: anno zero per la nuova fiera:

Sana 2011: anno zero per la nuova fiera

settembre 12, 2011 Eventi

Il Sana 2011, Salone Internazionale del Naturale di Bologna, ha chiuso ieri sera i battenti della 23° edizione con un ottimo successo di pubblico professionale, ma soprattutto ha aperto un nuovo cammino: basta alla convivenza con il ”new age” fatto di santoni, incensini e mercatini (ne è rimasta qualche lieve traccia nei piani ammezzati) e largo ai veri (e seri) produttori del naturale e dell’agricoltura biologica, come si addice a una fiera promossa e organizzata da Federbio, la Federazione che raggruppa i principali operatori del biologico e biodinamico in Italia.

Come per ogni scelta difficile ed esclusiva (nel senso letterale) non sono mancate le polemiche da parte degli esclusi, che hanno denunciato un atteggiamento “classista” da parte degli organizzatori e fondato gruppi su Facebook, rivendicando il diritto (l’Italia ne è la patria più ricca) di vendere in fiera, pratica bandita, da quest’anno, per evitare l’effetto bazar e concentrarsi su altre 3 B: buyers, bio e broadcasters, grazie anche alla collaborazione con il Gruppo 24 Ore Quotidiano Nazionale, che ha trasmesso in diretta online interviste e approfondimenti sul nuovo canale QN Bologna Fiere News.

Soddisfatti invece i premiati delle tre nuove competizioni: Sana Award Benessere (riservato alle erboristerie), Bravo Bio (nato per incentivare la diffusione dei prodotti biologici in bar, hotel e ristoranti) e Sana Novità 2011, la vetrina dei prodotti più innovativi, che ha visto trionfare i crackers Benessere del Baule Volante, nella categoria Alimentazione, la linea all’acido ialuronico di Erbolario per la cosmesi e la cancelleria a basso impatto ambientale di Coop Italia - giusto in tempo per invitare gli studenti a un anno scolastico più “sostenibile”.

Immancabile la presentazione congiunta dell’Osservatorio Sana sui consumi e del Rapporto Sinab, il Sistema Informativo Nazionale sull’Agricoltura Biologica del Ministero per le Politiche Agricole, che hanno fotografato, dati alla mano, l’evoluzione del biologico nel paese. Dall’analisi al 31.12.2010 risultano numeri promettenti per il futuro del comparto: gli operatori del settore sono infatti ben 47.663, di cui 38.679 produttori esclusivi; 5.592 preparatori (comprese le aziende
di vendita al dettaglio); 3.128 che effettuano sia attività di produzione che di trasformazione; 44 importatori esclusivi; 220 importatori che effettuano anche attività di produzione o trasformazione. Rispetto ai dati 2009 si registra una riduzione complessiva del numero di operatori dell’1,7% che, tuttavia, può essere letta positivamente come una “scrematura dei malintenzionati”, a fronte di un aumento complessivo della superficie coltivata a biologico (pari a  1.113.742 ettari, con un incremento rispetto all’anno precedente di circa lo 0,6%), che indica, di contro, la crescita delle aziende sane.

La distribuzione degli operatori sul territorio nazionale vede, come per gli anni passati, la Sicilia seguita dalla Calabria, tra le regioni con maggiore presenza di aziende agricole biologiche; mentre per il numero di aziende di trasformazione impegnate nel settore la leadership spetta ancora all’Emilia Romagna – non per nulla padrona di casa del Sana - seguita da VenetoLombardia.

Non sono però tutte rose e fiori e gli operatori non si illudono. Le criticità in vista del rinnovo della PAC, la nuova Politica Agricola Comune dell’Unione Europea – che da sola pesa per il 40% circa del budget comunitario - sono state eloquentemente illustrate nel convegno di apertura dal Ministro Saverio Romano e dal Presidente della Commissione Agricoltura del PE, Paolo De Castro. E la ricetta vincente rimane sempre la stessa: fare squadra, fare sistema. Bisognerà vedere se, per una volta, le istituzioni e le imprese della green economy nazionale riusciranno a proiettarsi oltre il male nazionale dell’interesse di cortile e saper traguardare il futuro di un settore nel quale siamo tra i primi produttori al mondo.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende