Home » Eventi » Sardegna: non solo Alcoa e Carbosulcis. Inizia Ichnos, il Festival dei Fiumi:

Sardegna: non solo Alcoa e Carbosulcis. Inizia Ichnos, il Festival dei Fiumi

settembre 13, 2012 Eventi

Giuseppe Ungaretti aveva ripercorso, in una celebre intervista, la sua vita attraverso i fiumi che ne avevano segnato il difficile percorso. Dall’Isonzo al Serchio, dal Nilo alla Senna, acque che gli avevano segnato l’esistenza. Con lo stesso spirito poetico, ma allo stesso tempo ambientalista, ritorna in Sardegna il Festival Ichnos.

Un’edizione rinnovata: quattro giornate (da giovedì 13 a domenica 16 settembre attorno al Lago Omodeo ad Oristano) in sei piccoli comuni della Sardegna. E’ una riflessione sulla gestione dell’acqua che ha cambiato, in questo caso, il volto del territorio, in occasione dei novant’anni della costruzione della diga di Santa Chiara. Il tema di quest’anno, “Il silenzio dei fiumi”, appunto, viene da un libro di Patrick McCully, impegnato nel movimento per la riforma delle logiche che guidano le grandi opere pubbliche. “Le dighe che ho analizzato nel corso della mia ricerca dimostrano che spesso i benefici vengono gonfiati a dismisura in fase di progettazione e di finanziamento, mentre i costi di costruzione e manutenzione vengono calcolati in modo grossolano”, scriveva McCully. “Alcuni costi – raccontano gli organizzatori – non vengono poi calcolati per nulla, come le terre sommerse, i villaggi, le strade, le vie di comunicazione, le specie animali scomparse, i siti archeologici distrutti”.

Insomma un mondo intrappolato dalle scelte di un’ingegneria “civile” schiava del business, un pianeta stravolto dalla superficialità e dalla hybris degli uomini. Le immagini saranno al centro della kermesse. A Zuri “Dighe”, la mostra fotografica di Roberto Salgo, l’installazione “Zuri Bye Bye – Progetto per una fontana” di Barbara Pinna e “Terra d’acqua” di Giancarlo Cao, che dipinge la bellezza delle acque interne dell’isola, a Sedilo “Liquidi”, esposizione collettiva di Francesca Truddaiu, Barbara Piccia e Giuseppe Peralta, a Ula Tirso, alla Diga Santa Chiara, “Adiosu Diga Addio”, il documentario di Franco Taviani. E i versi con le gare poetiche a Busachi, i reading con la passeggiata letteraria a Neoneli con i volumi “L’urlo dell’alba” di Marc Porcu e “La donna delle sette fonti” di Diego Manca con Dimitri Porcu, Alessandro Melis e Roberta Balestrucci. Tanti i laboratori, dalla cardatura della lana di pecora alla fotografia, e i concerti.

Tra tavole rotonde e proiezioni, letteratura e natura, si potranno ascoltare i protagonisti sardi della musica di oggi: Gavino Murgia, Elena Ledda, Sandro Fresi, Francesca Corrias e il progetto della contrabbassista Silvia Bolognesi,Acqua”, che prenderà forma direttamente sul lago. A completare il calendario, numerosi altri eventi fra cui spicca il Premio Ichnos 2012. Quest’anno sarà consegnato alla Ong CISP, per il Progetto Rifugiati Saharawi, che ha visto impegnata per lungo tempo la cooperante di Samugheo Rossella Urru, di cui il mondo intero ha seguito le vicende con il fiato sospeso fino alla liberazione. Il Festival Ichnos è ormai un pezzo di storia dell’isola: l’evento (fondato nel 1993 da Leonardo Marras e Giacomo Serreli) è organizzato dal Comune di Sedilo, insieme con Busachi, Ghilarza, Neoneli, Tadasuni e Ula Tirso. Ed è proprio qui che si ripropone l’idea portante del festival: la musica come confronto, la parola come strumento di unione. Ed è proprio l’unione, la condivisione, lo scopo dell’incontro di sabato 15 a Tadasuni. “Il lago, i diritti e le comunità” vuole analizzare responsabilità e prospettive con uno sguardo d’insieme. Un modo per “elaborare il lutto”, lasciarsi alle spalle le decisioni imposte dall’alto e progettare una nuova fase a livello politico, economico e sociale, proprio mentre l’isola è scossa dalle vicende Carbosulcis e Alcoa. A discuterne ci saranno rappresentanti delle istituzioni, docenti universitari, ricercatori, studiosi e sindaci di molti centri della zona.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende