Home » Eventi » SEP 2010: per una gestione ecotecnologica dei rifiuti:

SEP 2010: per una gestione ecotecnologica dei rifiuti

aprile 24, 2010 Eventi

rifiuti

Tra gli eventi di maggiore rilievo di questa settimana si è tenuto a Padova il Sep, il Salone Internazionale delle Ecotecnologie. Tema centrale di questa 23ª edizione i rifiuti, in particolare gli RsuRifiuti Solidi Urbani – insieme alle soluzioni e tecnologie attualmente disponibili o in fase di imminente definizione per la loro raccolta, trasporto e gestione.

A dominare gli spazi espositivi, con le ultime novità in termini di prodotti e servizi, sono state le aziende produttrici di veicoli e impianti ecologici che hanno avuto l’occasione di confrontarsi sul piano dell’innovazione e la possibilità di entrare in contatto con interlocutori, pubblici e privati. La gestione dei rifiuti è un innazitutto un problema che riguarda aziende, grande distribuzione, amministrazioni e cittadini. Ma è anche un business: l’ultima edizione del Sep, quella del 2007, (il salone si tiene con scadenza triennale per adeguarsi alla velocità di sviluppo di questo settore, che richiede tempo e test) ha visto la partecipazione di 22 mila tecnici ambientali, di cui un 10% stranieri, 650 espositori e 150 ore di aggiornamento professionale, numeri che ben descrivono la crescita che riguarda il settore rifiuti.

Sep 2010 ha rafforzato ulteriormente le aspettative generali sul livello di sviluppo di aziende e operatori, mettendo in mostra numerose novità, soprattutto per quanto riguarda gli RSU, dove la domanda di gestione è più forte. Nei padiglioni dedicati ai rifiuti solidi si trovano le innovazioni tecnologiche che riguardano la raccolta, il riciclo, il trattamento e lo smaltimento.

I cestini per la raccolta differenziata diventano così oggetti di design che impreziosiscono l’arredo urbano: sensori elettronici spruzzano un mix di profumo e disinfettante ecocompatibile all’apertura dei coperchi dei bidoni per combattere sgradevoli miasmi e ridurre il formarsi di batteri. I normali cassonetti vengono invece assemblati con i raccoglitori di rifiuti tossici e pericolosi per formare isole ecologiche altamente tecnologiche, informatizzate, a scomparsa, interrate, regolate termicamente, addirittura mobili. I vantaggi? Stoccare insieme maggiori quantità di rifiuti, evitare la decomposizione chimica degli scarti, limitare il trasporto su gomma, agevolare la differenziazione ed eliminare i cassonetti dalla vista (e dall’olfatto) delle persone.

Se il tema predominante è quello della gestione dei rifiuti solidi, non è mancato però spazio anche per altri settori strategici per l’ambiente, come l’approvvigionamento energetico da fonti a basso impatto ambientale, l’uso efficiente delle risorse e la sostenibilità. La biometanazione, ovvero la produzione di metano e idrogeno con l’impiego di residui organici, è forse una delle frontiere più interessanti nell’ambito del recupero energetico da rifiuti, oggetto del convegno conclusivo “Energia e Ambiente”.

Nei quattro giorni di apertura, il Salone ha visto, accanto all’attività espositiva, una vivace attività congressuale e di formazione. Il Comitato di Programma del Sep, coordinato dal Cnr ha infatti coinvolto università e esperti nazionali nell’organizzazione di seminari e corsi di aggiornamento su innovazioni e argomenti di attualità, seguiti dalla presentazione di casi di studio nazionali e internazionali sia sul piano tecnologico che normativo.

A ciascun giorno è stato assegnato un tema: “Ambiente Urbano e beni culturali”, “Acqua e bonifiche”, “Gestione del ciclo integrato dei rifiuti” e “Rifiuti ed energia”. Tra le applicazioni più interessanti i sistemi informatici per la gestione ambientale, del rischio e delle tecnologie pulite, le tecnologie “trenchless” per la riduzione di scavi nella posa e nella mappature delle reti di servizi e gli scanner ottici per la videoispezione.

La varietà dell’offerta espositiva e formativa di Sep 2010 ha reso evidente come gli investimenti in ricerca e innovazione tecnologica possano non solo contribuire al rilancio dell’economia, ma anche alla diffusione della cultura della sostenibilità ambientale fra imprese e cittadini. I rifiuti, in particolare, vengono riscoperti come risorsa energetica ed economica. La loro valenza residuale sembra così scomparire: appena prodotti possono essere da subito organizzati e reintrodotti nel sistema produttivo.

Caterina Tripepi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende