Home » Eventi » So Critical so Fashion, la moda alternativa allarga i suoi spazi:

So Critical so Fashion, la moda alternativa allarga i suoi spazi

settembre 25, 2012 Eventi

Non solo immagine, ora è tempo di contenuti. Dal 21 fino al 23 settembre, ai Frigoriferi Milanesi (stupenda location di archeologia industriale), è andata in scena la kermesse “So Critical So Fashion” tre giorni dedicati a designer, stilisti e artigiani in contemporanea con la più nota e luccicante Fashion Week. Giunta ormai alla sua terza edizione, la fiera, creata da Terre di Mezzo, che ha archiviato la scorsa edizione con 3.500 visitatori, 39 espositori e 110 giornalisti accreditati, quest’anno ha migliorato la sua performance ospitando 50 realtà selezionate nel panorama nazionale e internazionale.

Tra le novità di rilievo Ligneah, una linea di borse, portafogli, cinture e cappelli interamente realizzata in legno. Un materiale naturale e classico ma realizzato in forma innovativa, con sottilissimi fogli di legname certificato FSC, accoppiato con un tessuto microinciso al laser: l’effetto finale è del tutto paragonabile ad una morbida pelle naturale, ma realizzata con materie prime completamente vegetali e sostenibili. La collezione, che è stata presentata in anteprima a So Critical So Fashion, vuole fornire infatti un’alternativa all’utilizzo della pelle animale nel settore moda, a favore di materiali con un impatto ambientale inferiore.

Il recupero è invece alla base delle creazioni di Caracolgioielli cruelty free realizzati a mano con materiale recuperato dalle discariche, o gli stravaganti accessori per capelli di Moku in stile vintage, creati con ritagli di tessuto e inserti originali, come metri da sarta e rocchetti di filo o vecchi ingranaggi di sveglia. Originalità anche per i gioielli aromatici di Lalu: spezie incastonate in resine colorate che ne mantengono l’aroma, creando così accessori insoliti e profumati, e per gli sfiziosi ventagli da collo di Cadò.

Un’altra delle anteprime presentate in fiera è quella di Altromercato, con Auteurs du monde, una linea creata con il contributo di conoscenze e materiali del Sud del mondo: dai capi in alpaca diagonal prodotti in Perù fino ai cappotti in lana mélange realizzati a Katmandu. Da segnalare le vere e proprie calzature vegan fatte con tomaie e fodere in microfibre traspiranti, ma anche materiali riciclati come le gomme o il lino oppure, ancora, paglia di cocco e sughero.

Ecogeco, invece produce jeans, ma non jeans qualunque, bio-denim, fatti con l’originale tessuto genovese in cotone organico e indaco vegetale, tutto rigorosamente Made in Italy visto che il produttore realizza il capo di abbigliamento nell’arco di 50 km, rimanendo fortemente legato al territorio veronese e interrompendo quel meccanismo ormai degenerato per cui qualsiasi prodotto compie troppi passaggi prima di arrivare al pubblico.

Al So critical So Fashion gli esordienti convivono negli stessi spazi e scambiano esperienze con designer e stilisti emergenti o già più affermati, come nel caso del creatore di gioielli campano Giovanni Scafuro che, dopo il successo alla scorsa edizione, aprirà a Milano uno spazio di proprietà per le sue collane, realizzate recuperando frammenti di ceramiche antiche. Oppure le tre sorelle venete Francesca, Giulia e Margherita Paglia, uniche italiane invitate dalla fiera parigina “Ethical Fashion Show” a partecipare ai défilé al Carrousel du Louvre lo scorso 6-7 settembre.

Francesca, anima del brand FemPaglia, è intervenuta, domenica 23, al workshop Modacontromoda, un momento di confronto tra stilisti ed esperti di comunicazione, al quale hanno partecipato Andrea Gandiglio, direttore editoriale di Greenews.info e Presidente dell’Associazione Greencommerce, Mina Epifani, fondatrice del social network per creativi Design MeTamara Nocco, ideatrice di I Love ShoppingValentina Martin, titolare di Spazio Asti17 Angelica Ciardella, giornalista e blogger di Girlpower e Fashion Android. Di fronte ai relatori, oltre ai già citati brand, sono sfilate le creazioni degli stilisti selezionati dalle organizzatrici, Caterina Misuraca e Paola Sammarro: Secrets des Filles, le sorelle trevigiane che ripropongono modelli vintage, nello stile degli anni ’40 e ’50, a partire da capi e tessuti recuperati nei mercatini del mondo e Lorena Giuffrida, virtuosa del recupero di camere d’aria delle biciclette (fornite da una ciclofficina bergamasca), che diventano originali e trasgressive collane total black.

A tutti i designer un consiglio unanime da parte degli esperti: siate ambiziosi e non dimenticate mai stile e qualità! La battaglia per emergere e conquistare il mercato, infatti, non si combatte più, ormai, nella nicchia “green”, ma deve invadere gli spazi oggi occupati dalla moda tradizionale.

Francesca Fradelloni


Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende